Shëngjin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da San Giovanni di Medua)
San Giovanni di Medua
comune
(SQ) Shëngjin
San Giovanni di Medua – Veduta
Localizzazione
Stato Albania Albania
Prefettura Alessio
Distretto Alessio
Amministrazione
Sindaco Salvador Kaçaj (AAK)
Territorio
Coordinate 41°48′N 19°35′E / 41.8°N 19.583333°E41.8; 19.583333 (San Giovanni di Medua)Coordinate: 41°48′N 19°35′E / 41.8°N 19.583333°E41.8; 19.583333 (San Giovanni di Medua)
Altitudine m s.l.m.
Abitanti 6 805 (2001)
Altre informazioni
Lingue albanese
Cod. postale 4503
Prefisso 0215
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Albania
San Giovanni di Medua
Sito istituzionale

Shëngjin (in italiano San Giovanni di Medua[1][2][3][4][5][6]) è una città dell'Albania situata nel distretto di Alessio (prefettura di Alessio) di 6.805 abitanti (dati 2010).[7]

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Shëngjin si trova all'estremità settentrionale di un ampio golfo situato a 7 km dal capoluogo provinciale Alessio. A sud della città si trova la zona lagunare del delta del fiume Drin, che forma l'oasi naturalistica protetta Kuna-Vaini. Qui si trova un porto aperto nel 2009 che collega la città a Bari. Questo luogo ha una bella vista con un fantastico mare che è circondata da montagne non molto alte ma con una roccia particolare. Si può vedere che negli ultimi anni la città ha avuto una grande evoluzione dove c'è stato molto lavoro di edilizia che ha portato ad enormi costruzioni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la tradizione, Giulio Cesare sarebbe sbarcato qui nella guerra contro Pompeo. Nel 1313 venne attestata per la prima volta col nome San Giovanni di Medua, ma nel periodo ottomano perse sempre più importanza al pari della vicina Alessio, essendosi il centro dei commerci trasferitosi a Scutari e Dulcigno. A partire dagli anni Novanta del XX secolo il porto (l'unico dell'Albania a nord di Durazzo) ha conosciuto una ripresa dei commerci e le spiagge cittadine hanno visto un crescente afflusso di turisti.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La città portuale sta vivendo dalla fine degli anni 1990 una forte conversione. Con i soldi del turismo balneare che è entrato in città è stato costruito e investito molto. Il porto è in accordo con quella di Valona ed è il terzo più grande del paese, ma economicamente non molto importante, anche se è l'unico a nord di Durazzo, il più grande porto di Albania, nel 2009 le merci sono state trattate per un importo di 369 mila tonnellate. La spiaggia si popola nell'estate di molti albanesi del Kosovo, dal momento che ci sono numerosi alberghi , appartamenti e ristoranti che sono emersi. Si può vedere che negli ultimi anni la città ha avuto una grande evoluzione dove c'è stato molto lavoro di edilizia che ha portato ad enormi costruzioni. La città è ancora in via di sviluppo ma ben pesto sarà un centro molto importante dell'Albania del nord ma anche dell'intero paese.

Traffico[modifica | modifica wikitesto]

Stretta tra lagune, mare e colline, Shëngjin è accessibile solo da Alessio su una strada stretta tra la laguna e le colline. Lungo la costa a nord o sud non ci sono strade.

Località[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è formato dall'insieme delle seguenti località:[8]

  • Shëngjin
  • Ishull Shëngjin
  • Ishull Lezhë
  • Mali Shëngjin
  • Mali Rrenc

Gemellaggio[modifica | modifica wikitesto]

Vista aerea di San Giovanni di Medua

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. a p. 341 in Istituto Idrografico della Marina Portolano del Mediterraneo, volume 6, Adriatico Orientale (edizione 1994, nuova tiratura febbraio 2002), Genova. (Pubblicazione annessa alla cartografia ufficiale dello Stato - legge 2 febbraio 1960, n. 68).
  2. ^ Cfr. a p. 218 in Istituto Idrografico della Marina Elenco dei fari e dei segnali da nebbia, Genova, 1997. (Documento ufficiale dello Stato - legge 2 febbraio 1960, n. 68).
  3. ^ Istituto Idrografico della Marina, Carta indicativa delle linee di base dalle quali è misurata la larghezza del mare territoriale italiano (carta annessa al D.P.R. n. 816 in data 26 aprile 1977 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 305 del 9-XI-1977), carta nautica 330LB, Genova, 1977.
  4. ^ Cfr. a p. 187 in Istituto Geografico De Agostini Grande atlante d'Europa e d'Italia, Novara, 1994.
  5. ^ Cfr. "San Giovanni di Medua" in Sergio Valzania e Franco Cardini, La scintilla. Da Tripoli a Sarajevo: come l'Italia provocò la prima guerra mondiale, Mondadori, 2014, ISBN 9788852046476, cap. XI.
  6. ^ Cfr. "San Giovanni di Medua" in Alberto Becherelli e Andrea Carteny (a cura di), L’Albania indipendente e le relazioni italo-albanesi (1912-2012), atti del convegno in occasione del centenario dell’indipendenza albanese - Sapienza, 22 novembre 2012, Edizioni Nuova Cultura, 2013, p. 37.
  7. ^ dati censimento 2001. URL consultato il 01-04-2010.
  8. ^ Elenco località. URL consultato il 31-08-2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Albania Portale Albania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Albania