Triturus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Triturus
Triturus helveticus01.jpg
Triturus helveticus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Amphibia
Sottoclasse Lissamphibia
Ordine Caudata
Famiglia Salamandridae
Sottofamiglia Pleurodelinae
Genere Triturus
Rafinesque, 1815
Specie

Triturus Rafinesque, 1815 è un genere di anfibi caudati della famiglia Salamandridae, comunemente noti come tritoni.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I tritoni hanno un corpo gracile e allungato, concluso da una lunga coda compressa lateralmente e provvista di lamina natatoria. La lingua è protrattile, i denti sono sia mascellari che vomero-palatini.

Possiede una spiccata capacità di rigenerazione degli arti e della coda.

Le uova vengono deposte singolarmente e fissate alle foglie delle piante acquatiche.

Le larve di tritone, e in genere di tutti gli urodeli, possiedono branchie ramificate che sporgono dai lati della testa, non coperte da opercolo come avviene invece nelle larve degli anuri.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

I tritoni vivono negli stagni con acqua ferma e paludosa. Mangiano larve di zanzare e altri piccoli insetti che cadono nell'acqua. In inverno si rifugiano sotto le radici degli alberi, nei boschi.

A primavera i tritoni abbandonano la terra per occupare acque stagnanti, in vista dell'accoppiamento. In questo periodo i maschi assumono il carattere sessuale secondario della cresta sulla coda, che talvolta si prolunga sul dorso, come nel caso del Triturus cristatus.

Il tritone è uno degli anfibi il cui genoma è di dimensione maggiore di quello dei mammiferi (e dell'uomo in particolare, superando di cinque volte il numero di coppie di basi azotate di DNA).[senza fonte]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Comprende le seguenti specie:[1]

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

Sono conosciuti altresì col nome comune di tritone anche diversi altri anfibi urodeli appartenenti ai generi Ichthyosaura, Ommatotriton, Lissotriton :

Allevamento[modifica | modifica wikitesto]

Il tritone può essere allevato in acquario, preferibilmente in una vasca monospecifica in quanto non tutte le specie possono vivere pacificamente con altri animali, mentre vanno d'accordissimo con i loro conspecifici, tranne che nel periodo dell'accoppiamento.
Alcuni esemplari si possono abituare a vivere esclusivamente in acqua non compiendo la muta delle branchie. La soluzione migliore è tuttavia quella di allevarlo in un'acqua-terrario, in modo da rispettare la sua natura di anfibio.

In Italia il genere Triturus è protetto, è possibile detenere il T. marmoratus e il T. pigmaeus, mentre tutti gli altri sono indetenibili salvo con permessi particolari.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) D.R. Frost et al., Triturus in Amphibian Species of the World: an Online Reference. Version 5.2, New York, American Museum of Natural History, 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

anfibi Portale Anfibi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anfibi