The Mighty Mighty Bosstones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Mighty Mighty Bosstones
Fotografia di The Mighty Mighty Bosstones
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Ska punk
Hardcore punk
Third wave of ska
Periodo di attività 1985-2003
Album pubblicati 9
Studio 7
Live 2
Raccolte 0
Sito web

I Mighty Mighty Bosstones, provenienti da Boston, Massachusetts (USA), sono un gruppo ska punk (o ska-core), con influenze hardcore punk e Third Wave of Ska. Il gruppo ha inciso diversi album, oltre a extended play e singoli, e ha raggiunto una discreta notorietà mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

La band si forma agli inizi degli anni ottanta sotto l'influenza del movimento musicale britannico 2 tones ska, nonché di band famose del momento come The Clash, AC/DC, Motorhead e Stiff Little Fingers.
Nata dall'incontro tra il bassista Joe Gittleman (che suonava nella band locale Gang Green) ed il cantante Dicky Barrett (anch'egli facente parte originariamente della band locale Impact Unit e, successivamente, Cheap Skates), la band si completa con l'aggiunta di John Timothy Burton (sassofonista), Nate Albert (chitarrista), Josh Dalsimer (batterista) e Tim Bridewell (trombettista).

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985 la band incide il suo primo brano The Cave all'interno della compilation di vari gruppi ska punk Mash It Up, e nel 1989 pubblica, con l'etichetta discografica indipendente Taang! Records, il suo primo album Devil's Night Out. Sebbene criticato da alcuni fan per il leggero spostamento musicale verso l'hardcore punk il disco ottiene un discreto successo.
All'album fanno seguito la pubblicazione, sempre con la stessa etichetta, di alcuni EP (come, Where'd You Go? contenente diverse cover come Sweet Emotion degli Aerosmith, Enter Sandman dei Metallica e Ain't Talkin di Van Halen) nonché, nel 1991 il loro successivo album More Noise and Other Disturbances. Il successo di vendite di quest'ultimo lavoro, unitamente all'esplosione dei dissidi con la casa discografica, spingono la band nel 1993 a firmare un contratto con la major Mercury.

Nel 2004 Dicky Barrett è presente ad un concerto tributo ai Ramones per il trentesimo anniversario della fondazione del gruppo (immortalato nel film-documentario Too Tough to Die: a Tribute to Johnny Ramone) insieme a Henry Rollins dei Black Flag, Steve Jones dei Sex Pistols, Brett Gurewitz dei Bad Religion, Tim Armstrong dei Rancid ed altri ancora.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ultima[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Apparizioni in compilation[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk