Swadjtawy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Snaaib
Stele di Snaaib (Cairo 20517).
Stele di Snaaib (Cairo 20517).
Re dell'Alto e Basso Egitto
In carica Secondo periodo intermedio
Incoronazione tra il 1660 a.C. ed il 1630 a.C. (± 50 anni)
Predecessore non determinato
Successore non determinato
Dinastia XIII, oppure XVI oppure dinastia di Abydos

Snaaib (... – ...) è stato un faraone durante il secondo periodo intermedio dell'Egitto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Questo sovrano ci è noto per una stele rinvenuta ad Abydos[1] dove è mostrato con in capo la corona azzurra, simbolo del comando in guerra, mentre rende omaggio a Horo-Min.

Snaaib è stato tentativamente attribuito alla tarda XIII dinastia, alla tarda XVI dinastia ed anche alla dinastia di Abydos. Anche per questo motivo non è possibile stabilire chi fosse il suo predecessore od il suo successore, non essendo inoltre presente il suo nome in alcuna delle Liste Reali a noi pervenute. È possibile che tale registrazione si trovasse nelle righe perdute delle colonne 6 e 7 del Canone Reale.

Titolatura[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Traslitterazione Significato Nome Traslitterazione Lettura (italiano) Significato
G5
ḥr Horo
s M13 N19
Srxtail.jpg
s w3ḏ t3wy Swadjtawy
G16
nbty (nebti) Le due Signore
G8
ḥr nbw Horo d'oro
M23
X1
L2
X1
nsw bjty Colui che regna
sul giunco
e sull'ape
Hiero Ca1.svg
N5 mn
n
N28 D36
Z2
Hiero Ca2.svg
mn ḫˁ w rˁ Menkhaura Costante è l'incarnazione di Ra
G39 N5
s3 Rˁ Figlio di Ra
Hiero Ca1.svg
Y4 Y1
ib
Hiero Ca2.svg
sn ˁˁ ib Snaaib Dal dolce cuore

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Dinastia periodo di regno
Secondo periodo intermedio XIII dinastia tra il 1660 a.C. ed il 1630 a.C. (± 50 anni)
Dinastie contemporanee Capitale
XIV varie
XV Avaris
XVI varie

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Catalouge Général des Antiquités Egytiennes du Musée du Caire Inv.-Nr. 20517

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cimmino, Franco - Dizionario delle dinastie faraoniche - Bompiani, Milano 2003 - ISBN 88-452-5531-X

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]