Sotheby's

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sotheby's
Logo
Stato Regno Unito Regno Unito
Tipo public company
Borse valori NYSE: BID
Fondazione 11 marzo 1744 a Londra
Fondata da Samuel Baker
Sede principale New York
Filiali Sotheby's London
Sotheby's New York
Sotheby's Hong Kong
Sotheby's Moscow
Settore casa d'aste
Sito web www.sothebys.com

Sotheby's è una casa d'aste del Regno Unito, tra le più importanti e con centinaia di filiali nel mondo, la cui sede storica è in New Bond Street, a Londra.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Venne fondata l'11 marzo 1744 da Samuel Baker, un libraio che dette via all'attività vendendo alcuni volumi di una biblioteca privata; proseguì poi l'attività John Sotheby, nipote di Baker. Per un periodo l'azienda si chiamò Sotheby, Wilkinson and Hodge, per tornare poi al solo Sotheby's. Fin dalla sua nascita si distingue come leader nel mondo delle aste. A Sotheby's è infatti stata affidata la vendita di molti tesori del mondo tra cui: la biblioteca di Napoleone a Sant'Elena, i gioielli della duchessa di Windsor, il patrimonio della signora Jacqueline Kennedy Onassis, “La strage degli innocenti” di Rubens, “Garçon à la Pipe” di Picasso, “L'Homme qui marche I” di Giacometti, la Magna Carta, la prima stampa della Dichiarazione d'Indipendenza e la collezione Martin Luther King Jr. (EN) [1]

Nel 1955 si espande da Londra a New York, fino ad arrivare a condurre vendite a Hong Kong e nell'allora Unione Sovietica. Oggi è costituita da 90 sedi in tutto il mondo e ogni anno si conducono circa 250 aste. In tempi recenti, il milionario Alfred Tautman, che acquistò l'azienda nel 1983, è stato accusato e giudicato colpevole di attività illecite[2]. Sotheby's è la seconda casa d'asta più antica d'Inghilterra: la prima fu Stockholms Auktionsverk, fondata nel 1674. A partire dal 2000 ha iniziato a realizzare vendite anche sul web.

In Italia ha uffici a Roma, Milano, Torino e Firenze.

Aste celebri[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 1958, durante la cosiddetta asta Goldschmidt, una collezione privata, in 21 minuti vennero venduti 7 dipinti, realizzando un totale di vendita di 781.000 sterline, il più alto mai raggiunto a quel tempo in un'asta di opere d'arte.
  • Il 15 dicembre 2007 l'impresa ha battuto all'asta Le fiabe di Beda il Bardo, serie limitata di raccolta di brevi racconti sul mondo di Harry Potter scritti da J. K. Rowling.
  • Il 12 novembre 2008 venne venduto all'asta la versione del 1861 del famoso dipinto di Francesco Hayez "Il bacio" per 4/6 000 sterline, circa 505/760 000 euro.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Sotheby's: la storia, sezione dedicata sul sito ufficiale Sotheby's

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sotheby's - Informazioni su Sotheby's
  2. ^ (EN) Ex-Sotheby's chairman sentenced in money.CNN.com, 22 febbraio 2002. URL consultato il 02-07-2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]