Sorry for Party Rocking (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sorry for Party Rocking
Sorry for Party Rocking Official Video.png
Screenshot del video ufficiale del brano.
Artista LMFAO
Tipo album Singolo
Pubblicazione 4 novembre 2011
Durata 3 min : 24 s
Album di provenienza Sorry for Party Rocking
Genere Electro house
Elettrorap
Etichetta Interscope
Produttore Redfoo
Registrazione 2011
Formati Airplay
Certificazioni
Dischi d'oro Danimarca Danimarca[1]
(Vendite: 15.000+)
Stati Uniti Stati Uniti[2]
(Vendite: 500.000+)
Dischi di platino Australia Australia[3]
(Vendite: 70.000+)
LMFAO - cronologia
Singolo precedente
(2011)
Singolo successivo

Sorry for Party Rocking è il quarto singolo estratto dall'album dal titolo omonimo del duo musicale LMFAO.[4]

Il singolo è stato estratto il 4 novembre 2011 per via delle forti vendite digitali.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Standard Edition[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sorry for Party Rocking – 3:24

Sorry for Party Rocking (The Remixes)[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sorry for Party Rocking (R3hab Remix) – 5:12
  2. Sorry for Party Rocking (Nash & Silcox Remix) – 5:04
  3. Sorry for Party Rocking (Gigi Barocco Remix) – 4:39
  4. Sorry for Party Rocking (D'Anconia Remix) – 3:31
  5. Sorry for Party Rocking (Wolfgang Gartner Remix) – 5:37
  6. Sorry for Party Rocking (Ricky Luna Remix) – 5:08

Durata totale: 29:11

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente il gruppo aveva pubblicato tramite il proprio canale VEVO un video live della canzone al Walmart Soundcheck come videoclip per il brano, però poi Redfoo (membro del duo) in un'intervista sfatò questa diceria annunciando che il gruppo stava lavorando sul video musicale e che sarebbe stato pubblicato di lì a poco.

Il videoclip ufficiale è stato pubblicato il 22 febbraio 2012 sul canale VEVO del gruppo[5] e si apre con il brano Sexy and I Know It come musica di sottofondo.

Dopo i crediti iniziali del video, si possono vedere due anziani, marito e moglie, che si lamentano per la musica troppo alta. L'uomo, infuriato, si reca alla casa che ospita il party per rimproverare i ragazzi che non vogliono smettere di festeggiare; tuttavia, alla domanda "adesso cosa avete da dire a vostra discolpa?", tutti quanti rispondono intonando la frase ricorrente del brano "sorry for party rocking!" (un' ironica scusa traducibile in italiano con "scusateci se abbiamo fatto festa eccessivamente"), dando inizio alla canzone.

Durante la maggior parte del videoclip si può vedere Redfoo divertirsi ballando, bevendo a dismisura e venendo continuamente interrotto da vari arrivi, tra i quali quello di dei poliziotti (avvisati dal vicino di casa) in compagnia di un ladro, un netturbino urbano ed altri.

Durante la strofa di Sky Blu (unica parte del video in cui compare), lo si può vedere mentre rappa all'interno di una "limousine" guidata dalla cantante Chelsea Korka (ex-membro delle Pussycat Dolls).

Verso la fine del video si vede Redfoo che sviene per aver "fatto festa eccessivamente". Successivamente viene trasportato mediante una barella fuori dall'edificio dove era in corso la festa e, nell'essere trasportato, lascia cadere il suo telefono cellulare per terra. Il cellulare sarà poi raccolto da un uomo che, ascoltando Party Rock Anthem, esce di scena.

Il video si ricollega perfettamente al videoclip di Party Rock Anthem (brano pubblicato in precedenza dal duo), difatti, l'uomo che raccoglie il cellulare di Redfoo è lo stesso che si vede all'inizio del video di Party Rock Anthem mentre ascolta il brano con il telefono (di Redfoo). Inoltre, alla fine del video di Sorry for Party Rocking, si può vedere Redfoo essere trasportato su di una barella dentro ad un'ambulanza, mentre il video di Party Rock Anthem si apre con i membri del duo che si risvegliano dopo aver subito un forte trauma in seguito ad una festa.

Il video ha ottenuto la certificazione Vevo.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011) Posizione
massima
Australia[6] 32
Austria[7] 22
Belgio (Fiandre)[8] 22
Belgio (Vallonia)[9] 24
Canada[10] 37
Finlandia[11] 18
Francia[12] 19
Irlanda[13] 20
Italia[14] 57
Nuova Zelanda[15] 27
Paesi Bassi[16] 70
Spagna[17] 48
Stati Uniti[18] 49
Stati Uniti (Pop)[19] 20
Svizzera[20] 47
Ungheria[21] 26

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2012) Posizione
Canada[22] 91
Francia[23] 100

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Certificeringer | ifpi.dk
  2. ^ RIAA - Gold & Platinum Searchable Database - July 19, 2014
  3. ^ http://www.aria.com.au/pages/SINGLEaccreds2012.htm
  4. ^ LMFAO, ecco il video ufficiale di "Sorry for Party Rocking"(VIDEO), abruzzo24ore.
  5. ^ (EN) LMFAO - Sorry For Party Rocking, YouTube.
  6. ^ australian-charts.com - LMFAO - Sorry For Party Rocking
  7. ^ LMFAO - Sorry For Party Rocking - austriancharts.at
  8. ^ ultratop.be - LMFAO - Sorry For Party Rocking
  9. ^ ultratop.be - LMFAO - Sorry For Party Rocking
  10. ^ http://www.billboard.com/#/artist/LMFAO/chart-history/1054925?f=793&g=Singles
  11. ^ finnishcharts.com - LMFAO - Sorry For Party Rocking
  12. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica della Francia.
  13. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica dell'Irlanda.
  14. ^ Andamento di Sexy and I Know It nella classifica dell'Italia.
  15. ^ charts.org.nz - LMFAO - Sorry For Party Rocking
  16. ^ dutchcharts.nl - LMFAO - Sorry For Party Rocking
  17. ^ spanishcharts.com - LMFAO - Sorry For Party Rocking
  18. ^ http://www.billboard.com/#/charts/hot-100?begin=41&order=position
  19. ^ http://www.billboard.com/#/artist/LMFAO/chart-history/1054925?f=381&g=Singles
  20. ^ LMFAO - Sorry For Party Rocking - hitparade.ch
  21. ^ Andamento di Sorry For Party Rocking nella classifica ungherese
  22. ^ (EN) Canadian Hot 100. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  23. ^ (FR) 200 singoli più venduti in Francia nel 2012. URL consultato il 28 gennaio 2013.
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica