Sorry for Party Rocking

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il singolo omonimo, vedi Sorry for Party Rocking (singolo).
Sorry for Party Rocking
Artista LMFAO
Tipo album Studio
Pubblicazione 21 giugno 2011
Durata 37 min : 15 s (Standard)
47 min : 53 s (Deluxe)
Dischi 1
Tracce 10 (Standard Edition)
14 (Deluxe Edition)
Genere Rap
Elettrorap
Dance
Etichetta Interscope Records
Produttore will.i.am
Registrazione 2010–2011
Formati CD
Certificazioni
Dischi d'oro Belgio Belgio[1]
(Vendite: 15.000+)
Giappone Giappone[2]
(Vendite: 100.000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[3]
(Vendite: 7.500+)
Polonia Polonia[4]
(Vendite: 10.000+)
Stati Uniti Stati Uniti[5]
(Vendite: 500.000+)
Svizzera Svizzera[6]
(Vendite: 15.000+)
Venezuela Venezuela[7]
(Vendite: 5.000+)
Dischi di platino Australia Australia (4)[8]
(Vendite: 280.000+)
Canada Canada (2)[9]
(Vendite: 160.000+)
Francia Francia (2)[10]
(Vendite: 200.000+)
Messico Messico[11]
(Vendite: 60.000+)
LMFAO - cronologia
Album precedente
(2009)
Album successivo
Logo
Logo del disco Sorry for Party Rocking
Singoli
  1. Party Rock Anthem
    Pubblicato: 31 gennaio 2011
  2. Champagne Showers
    Pubblicato: 26 maggio 2011
  3. Sexy and I Know It
    Pubblicato: 16 settembre 2011
  4. Sorry for Party Rocking
    Pubblicato: 4 novembre 2011

Sorry for Party Rocking è il secondo album del gruppo musicale LMFAO. L'album contiene 10 tracce (14 nella deluxe edition).

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

L'uscita dell'album è anticipata dalla pubblicazione del singolo Party Rock Anthem, seguito da Champagne Showers e Sexy and I Know It.

Dopo un mese e mezzo dall'uscita del terzo singolo, viene estratto il quarto singolo, Sorry for Party Rocking, che è entrato in rotazione nelle radio il 4 novembre.

Singoli promozionali[modifica | modifica wikitesto]

L'unico singolo promozionale dell'album, One Day, è stato pubblicato per sponsorizzare la Tuborg.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Standard Edition[modifica | modifica wikitesto]

  1. Rock the Beat II – 1:53
  2. Sorry for Party Rocking – 3:23
  3. Party Rock Anthem (feat. Lauren Bennett & GoonRock) – 4:22
  4. Sexy and I Know It – 3:19
  5. Champagne Showers (feat. Natalia Kills) – 4:24
  6. One Day – 3:17
  7. Take It to the Hole (feat. Busta Rhymes) – 3:36
  8. Best Night (feat. will.i.am, GoonRock & Eva Simons) – 5:00
  9. All Night Long (feat. Lisa) – 3:47
  10. With You – 4:13

Deluxe Edition[modifica | modifica wikitesto]

  1. Rock the Beat II – 1:53
  2. Sorry for Party Rocking – 3:23
  3. Party Rock Anthem (feat. Lauren Bennett & GoonRock) – 4:22
  4. Sexy and I Know It – 3:19
  5. Champagne Showers (feat. Natalia Kills) – 4:24
  6. One Day – 3:56
  7. Put That A$$ to Work
  8. Take It to the Hole (feat. Busta Rhymes) – 3:36
  9. We Came Here to Party – 3:46
  10. Reminds Me of You (feat. Calvin Harris) – 3:47
  11. Best Night (feat. will.i.am, GoonRock & Eva Simons) – 5:00
  12. All Night Long (feat. Lisa) – 3:47
  13. With You – 4:13
  14. Hot Dog – 2:27

Tracce bonus[modifica | modifica wikitesto]

Versione giapponese[modifica | modifica wikitesto]

iTunes[12][modifica | modifica wikitesto]

Date di Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Data Etichetta
Germania Germania[27] 17 giugno 2011 Universal
Stati Uniti Stati Uniti[28] 21 giugno 2011 Interscope
Canada Canada[29]
Francia Francia[30] Polydor
Italia Italia[31] 28 giugno 2011 Universal
Giappone Giappone[32] 13 luglio 2011
Polonia Polonia[33] 12 agosto 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ultratop.be - ULTRATOP BELGIAN CHARTS
  2. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|各種統計
  3. ^ NZ Top 40 Albums Chart, RIANZ. URL consultato il 10/03/2012.
  4. ^ WYROZNIENIA - Złote CD, ZPAV. URL consultato il 10/03/2012.
  5. ^ RIAA - Recording Industry Association of America
  6. ^ The Official Swiss Charts and Music Community
  7. ^ ¡LMFAO alcanza Disco de Oro en Venezuela!, Evenpro. URL consultato il 10/03/2012.
  8. ^ Top 50 Albums Chart - Australian Record Industry Assocation
  9. ^ Gold and Platinum Search
  10. ^ (FR) ANNEE 2012 - CERTIFICATIONS. URL consultato il 2 febbraio 2013.
  11. ^ Mexico Top 20, AMPROFON. URL consultato il 10/03/2012.
  12. ^ iTunes - Musica - Sorry for Party Rocking di LMFAO
  13. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica dell'Australia.
  14. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica dell'Austria.
  15. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica del Belgio (Fiandre).
  16. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica del Belgio (Vallonia).
  17. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica del Canada.
  18. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica della Francia.
  19. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica della Germania.
  20. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica del Messico.
  21. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica della Nuova Zelanda.
  22. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica dei Paesi Bassi.
  23. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica del Regno Unito. (archiviato dall'url originale il 2012-07-23).
  24. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica degli Stati Uniti.
  25. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica della Spagna.
  26. ^ Andamento di Sorry for Party Rocking nella classifica della Svizzera.
  27. ^ Sorry for Party Rocking: Lmfao: Amazon.de: Musik, Amazon.de. URL consultato il 10/03/2012.
  28. ^ Amazon.com: Sorry for Party Rocking: Lmfao: Music, Amazon.com. URL consultato il 10/03/2012.
  29. ^ hmv.ca: SORRY FOR PARTY ROCKING by LMFAO, HMV Group. URL consultato il 10/03/2012.
  30. ^ Sorry for party rocking : Lmfao en CD album : tous les disques à la Fnac, FNAC. URL consultato il 10/03/2012.
  31. ^ Sorry For Party Rocking: Lmfao: Amazon.it: Musica, Amazon.it. URL consultato il 10/03/2012.
  32. ^ Sorry For Party Rocking LMFAO (CD), CDJapan.co.jp. URL consultato il 10/03/2012.
  33. ^ Sorry For Party Rocking PL - LMFAO za 40,99 zł, Empik. URL consultato il 10/03/2012.
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica