Sigma (anatomia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Sigma
ColonSigmoideo.png
Schema dell'intestino crasso, in blu è evidenziato il colon sigmoideo
Digerente.png
Apparato digerente umano
Anatomia del Gray subject #249 1182
Arteria Arterie sigmoidi

Nell'anatomia il colon sigmoideo, o semplicemente sigma, è una parte del colon.

Anatomia[modifica | modifica sorgente]

Il colon sigmoideo è la parte terminale dell'intestino crasso (Colon) a S (forma sigmoidale) compreso tra il colon discendente e il retto. È chiamato anche colon pelvico, ma non è anatomicamente corretto, poiché in caso di dolicosigma, cioè di allungamento di questo tratto di intestino, possiamo avere sigma in fossa iliaca destra o in addome superiore. Diversamente dal colon non possiede austrature, cioè le fasce muscolari circonferenziali.

È il segmento del colon più variabile per lunghezza, conformazione, e quello con il maggior numero di appendici epiploiche. È completamente ricoperto dal peritoneo ed ancorato alla parete addominale posteriore da un meso a forma di ventaglio, detto mesocolon sigmoideo.

Anteriormente è in rapporto con il grande omento e con alcune anse dell'ileo, posteriormente con l'arteria e la vena iliache esterne (sinistre), l'arteria e la vena genitali sinistre, il nervo genitofemorale, il nervo otturatore, il plesso sacrale, l'uretere sinistro, il muscolo grande psoas, iliaco e piriforme, la vescica e il dotto deferente nel maschio, l'utero e l'ovaio sinistro nella femmina.

Patologia[modifica | modifica sorgente]

È la sede più frequente dei diverticoli intestinali.