Ampolla del Vater

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Ampolla di Vater
Biliary system new-it.png
Vie biliari, si può vedere l'ampolla di Vater
Ampulla endo.jpg
Ampolla di Vater vista in endoscopia
Anatomia del Gray subject #250 1199
Sistema Sistema digerente
MeSH Ampulla+of+Vater

L'Ampolla di Vater prende il nome da Abraham Vater, medico tedesco (1684-1751). È una struttura anatomica del Duodeno.

Disposizione e rapporti[modifica | modifica sorgente]

Si trova nella parte mediale della seconda porzione del duodeno e rappresenta il sito di confluenza della porzione intramurale della via biliare extraepatica principale (o dotto Coledoco) e del dotto pancreatico maggiore di Wirsung. Nella maggioranza dei soggetti i due dotti si uniscono prima di gettarsi nel duodeno ma le varianti anatomiche sono numerose[1]. Il passaggio dei secreti ghiandolari trasportati lungo i due dotti è regolato dall'attività contrattile dello sfintere di Oddi (che avvolge entrambi il Coledoco e il Wirsung) e da sfinteri propri dei dotti stessi. In condizioni fisiologiche il sistema biliare e quello pancreatico sono funzionalmente indipendenti, ciò impedisce il passaggio di un secreto nella via sbagliata.[2]

Patologia[modifica | modifica sorgente]

Raramente tumori maligni primitivi, soprattutto Adenocarcinomi, possono interessare questa porzione di Duodeno. Tumori della testa del pancreas o del dotto coledoco possono estendersi per contiguità all'ampolla di Vater.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Frederick Greene, Ampolla di Vater in Atlante Per La Stadiazione Dei Tumori Maligni, Milano, Springer Milan, 2007. ISBN 978-88-470-0693-5.
  2. ^ Manuale Merck on-line