Shura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Shura (disambigua).

Shūrā (in arabo: شورى) è il nome che in arabo si dà alla "consultazione" che portò all'identificazione di ‘Uthmān b. ‘Affān a terzo califfo dell'Islam.

L'organismo fu voluto, sul letto di morte, dal secondo califfo ‘Umar b. al-Khattāb e di esso facevano parte, oltre ad ‘Uthmān b. ‘Affān, ‘Alī b. Abī Tālib, Talha b. ‘Ubayd Allāh, al-Zubayr b. al-‘Awwām, Sa‘d b. Abī Waqqās e ‘Abd al-Rahmān b. ‘Awf.

In epoche recenti il termine ha conosciuto nuova fortuna dal momento in cui alcuni musulmani hanno cercato di rintracciare in questo istituto le fondamenta di una "democraticità" dell'Islam delle origini, suggerendo che esso potesse essere recuperato per cercare di avviare un processo "islamico" di democratizzazione delle società musulmane.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]