Santi Vitale, Valeria, Gervasio e Protasio (titolo cardinalizio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santi Vitale, Valeria, Gervasio e Protasio
Titolo presbiterale
Stemma di Adam Joseph Maida
San Vitale 051112-20.JPG
Basilica di San Vitale
Titolare Adam Joseph Maida
Istituzione V secolo
soppresso da papa Clemente VIII nel 1596 e restaurato da papa Leone XIII nel 1880
Dati dall'annuario pontificio

Il titolo cardinalizio dei Santi Vitale, Valeria, Gervasio e Protasio in Vestina fu istituito il 16 dicembre 1880 da papa Leone XIII, riesumando l'antico titolo di Vestinae, che fu istituito sotto il pontificato di papa Innocenzo I grazie alla munificenza di una ricca matrona romana chiamata Vestina. Al sinodo romano del 595 fu ricordato con il nome semplice di San Vitale. Secondo il catalogo di Pietro Mallio, stilato sotto il pontificato di papa Alessandro III, il titolo era collegato alla Basilica di Santa Maria Maggiore ed i suoi sacerdoti vi celebravano messa a turno. Nel 1596, poiché la chiesa era in rovina, il titolo fu soppresso da papa Clemente VIII, per poi essere riesumato quasi tre secoli dopo, nel 1880, da papa Leone XIII.

Titolari[modifica | modifica sorgente]

cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo