Sanak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sanak
Il picco Sanak visto dalla parte nord dell'isola
Il picco Sanak visto dalla parte nord dell'isola
Geografia fisica
Localizzazione Mare di Bering
Coordinate 54°25′47″N 162°42′32″W / 54.429722°N 162.708889°W54.429722; -162.708889Coordinate: 54°25′47″N 162°42′32″W / 54.429722°N 162.708889°W54.429722; -162.708889
Arcipelago (Aleutine)
Dimensioni 21 km
Geografia politica
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Alaska
Demografia
Abitanti disabitata
Cartografia
Mappa di localizzazione: Alaska
Sanak

[senza fonte]

voci di isole degli Stati Uniti d'America presenti su Wikipedia

Sanak (in lingua aleutina Sanaĝax[1]), chiamata anche Sannakh, Halibut e Islas des Piles[2], è una delle isole Fox nell'arcipelago delle Aleutine e appartiene all'Alaska (USA).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Come molte delle altre isole Aleutine, Sanak è stata abitata dagli aleuti per migliaia di anni. Studi archeologici hanno studiato gli effetti dell'occupazione umana sull'isola. Sono stati scavati oltre 100 siti e rinvenuti reperti risalenti a 5600 anni fa[3][4].

Nel 1828, gli amministratori dell'America russa spostarono la popolazione dell'isola alla penisola di Alaska, al fine di preservare la zona di caccia della lontra di mare nelle acque circostanti. Non vi sono più stati reinsediamenti sull'isola[5].

La U.S. Navy gestiva una piccola base navale a Sanak durante la seconda guerra mondiale; sono rimaste abbandonate attrezzature militari e relitti di navi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bergsland, K. (1994), Aleut Dictionary. Fairbanks: Alaska Native Language Center.
  2. ^ GNIS Feature Detail Report for: Sanak Island
  3. ^ An Introduction to the Biocomplexity of Sanak Island, Western Gulf of Alaska [1]
  4. ^ Archeology as Long-Term Ecology: The Dynamics of Humans and Marine Ecosystems on the North Pacific [2]
  5. ^ Black, Lydia T. Russians in Alaska: 1732-1867. University of Alaska Press, 2004. pp. 199.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]