Saigon (film 1988)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saigon
Saigon Off Limits.png
Willem Dafoe e Gregory Hines in una scena del film
Titolo originale Off Limits
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1988
Durata 102 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere guerra, drammatico
Regia Christopher Crowe
Fotografia David Gribble
Montaggio Douglas Ibold
Musiche James Newton Howard
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Saigon (Off Limits) è un film del 1988 diretto da Christopher Crowe.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Gli agenti Buck McGriff e Albaby Perkins del Distaccamento militare americano di polizia criminale prestano servizio a Saigon durante il conflitto vietnamita ed indagano su una serie di assassinii di prostitute vietnamite, tutte eliminate a colpi di pistola, presumibilmente dalla mano di un militare.

Gli agenti operano sotto le direttive del sergente Dix; agiscono in borghese sotto copertura e hanno frequenti e spesso bruschi contatti con la polizia militare vietnamita. Fra gli indiziati ci sono ben cinque ufficiali superiori. Nelle indagini, i due agenti sono aiutati da Nicole, una novizia di un convento di suore francesi, impegnate nella assistenza ai figli delle prostitute. Poco a poco il cerchio sembra restringersi: McGriff e Perkins si recano nella giungla per interrogare uno degli indiziati maggiori, il colonnello Armstrong, un sadico militare venerato dai suoi uomini. Eppure l'assassino non è lui e la coppia, che passa da un rischio all'altro, dovrà accorgersene a proprie spese proprio a Saigon, nelle cui strade formicolanti devono subire reiterati attentati, certo organizzati da qualcuno preso dal panico.

Mentre gli indiziati si sono ormai ridotti a non più di due, il sergente Dix comunica a McGriff e Perkins che è stato disposto il loro immediato rientro in Patria. I due capiscono che evidentemente c'è qualcuno molto in alto che si sente pressoché scoperto e che vuole mettere tutto a tacere. Decidono che non partiranno affatto per gli Stati Uniti: si recheranno nell'alloggio di Dix e là, tra giubbe, mostrine e medaglie, scopriranno le fotografie delle varie prostitute torturate e uccise e, in più, quella di Nicole. Con una corsa folle, troveranno Nicole sotto il tiro della pistola dell 'assassino - appunto Dix - deciso ad eliminarla, poiché lei sa troppe cose sui bassifondi di Saigon ed è diventata pericolosa. Sarà invece Dix a morire ucciso dai due agenti.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]