SIA 9

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
SIA 9
Descrizione
Tipo ricognitore-bombardiere
Equipaggio 2
Costruttore Italia SIA
Data primo volo febbraio 1918[1]
Data entrata in servizio 1918
Utilizzatore principale Italia Regia Marina
Esemplari 191[2]
Sviluppato dal SIA 7
Altre varianti Fiat B.R.
Fiat R.2
Dimensioni e pesi
Lunghezza 9,7 m
Apertura alare 15,5 m
Peso carico 1 900 kg
Propulsione
Motore un Fiat A.14
Potenza 700 CV (515 kW)
Prestazioni
Velocità max 205 km/h
Autonomia 600 km
Note dati relativi alla versione SIA 9B

Taylor, 1989, pg. 805-806[2]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il SIA 9 era un ricognitore-bombardiere monomotore biplano prodotto dall'azienda italiana Società Italiana Aviazione negli anni dieci del XX secolo, ed utilizzato dalla Regia Marina durante e dopo il termine della prima guerra mondiale.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Le prestazioni ed i problemi riscontrati nel SIA 7 indussero a svilupparne una nuova variante che potesse risolvere gli inconvenienti riscontrati nel precedente modello.

Lo sviluppo del SIA 9B iniziò utilizzando la cellula di un SIA 7B2 irrobustendola ed equipaggiandola con il ben più potente motore Fiat A.14 capace di erogare una potenza pari a 700 CV (515 kW). Benché la potenza disponibile fosse molto più elevata, le modifiche effettuate ne innalzarono il peso complessivo per cui le prestazioni risultanti risultarono essere di poco superiori.

La Regia Marina emise un ordine di fornitura per 200 esemplari ricevendone 62 entro la fine della prima guerra mondiale.

Nel periodo postbellico la SIA mutò la denominazione aziendale in Fiat Aviazione ed il modello, che beneficiò di alcuni sviluppi, continuò ad essere prodotto con il nuovo marchio e la nuova designazione Fiat R.2 rimanendo in servizio fino al 1925.[2]

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

SIA 9
SIA 9B
prodotto in 62 esemplari.[1]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

bandiera Regno d'Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b SIA.7(9) in Уголок неба
  2. ^ a b c Taylor, Michael J H. Jane's Encyclopedia of Aviation. pg. 805-806. Portland House, 1989. ISBN 0-517-69186-8

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Taylor, Michael. Jane's Fighting Aircraft of World War I. Random House Group Ltd. 20 Vauxhall Bridge Road, London SW1V 2SA, 2001, ISBN 1-85170-347-0.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]