Russell Means

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Russell Means a Chicago nel 1987

Russell Means (Wanblee, 10 novembre 1939Porcupine, 22 ottobre 2012) è stato un attivista e attore statunitense, di etnia sioux.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nella riserva indiana di Pine Ridge. All'età di tre anni il padre trova lavoro come operaio nei cantieri navali e traslocò insieme alla famiglia a Vallejo in California.[1] È stato impegnato nella difesa dei diritti dei Nativi Americani sin dal 1968, anno in cui si unì all'American Indian Movement (rimanendovi fino allo scioglimento dell'organizzazione, nel 1993). Alla fine degli anni Sessanta guidò l'occupazione dell'isola di Alcatraz insieme ad altri attivisti dell'AIM. Nel 1988 è candidato alla presidenza del Libertarian Party.[1] Nel 2007 fu tra i rappresentanti del popolo Lakota che, rivendicando la sovranità sulle terre dei propri avi, stracciò il Trattato di Fort Laramie e dichiarò l'indipendenza della Riserva di Pine Ridge (nel Dakota del Sud) dal governo degli Stati Uniti, ma il tentativo, non appoggiato dal Consiglio Tribale della Riserva, fallì.

Ha due figli, Tatanka e Nataanii Naz, entrambi attori, ed ha anche un figliastro, Scott.

Dal 1992, Means è stato spesso impegnato anche come cantante e, soprattutto, attore.

Il 19 dicembre fu uno dei fondatori della Repubblica di Lakotah con la carica di Presidente.

È scomparso nel 2012 all'età di 72 anni a seguito di un tumore all'esofago.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 79133700 LCCN: n80101360

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ritratti: Means Russell, Il Foglio.it. URL consultato il 10-7-2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]