Romane Bohringer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(FR)
« Le théâtre, c'est une affaire de conquête et de reconquête quotidienne »
(IT)
« Il teatro è una questione di conquista e riconquista quotidiana »
(Romane Bohringer, in un'intervista rilasciata il 7 settembre 2001 a Le Figaro [1][2])
Romane Bohringer in una foto risalente al 1993

Romane Bohringer (Pont-Sainte-Maxence, 14 agosto 1973) è un'attrice francese, attiva in campo cinematografico, televisivo e teatrale.

Romane Bohringer con il padre Richard alla cerimonia per la consegna dei Premi César del 1993

Tra i film in cui ha recitato, ricordiamo: Notti selvagge (Les nuits fauves, 1992), Mina Tannenbaum (1994), Poeti dall'inferno (Total Eclipse, 1995), L'immagine del desiderio (La camarera del Titanic , 1997), E morì con un felafel in mano (He Died with a Felafel in His Hand, 2001), ecc.
La ritroviamo principalmente nel ruolo di giovani donne alle prese con le pene d'amore.[3]

È figlia dell'attore Richard Bohringer e sorella dell'attrice Lou Bohringer.[4]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Romane Bohringer nasce a Pont-Sainte-Maxence, nell'Oise (Francia), il 14 agosto 1973.
I genitori la chiamano Romane in onore del regista Roman Polański, di cui sono dei grandi ammiratori[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Figlia d'arte, fa il proprio esordio nel cinema a soli 10 anni nel film di Patrick Chaput La bête noire (1983), dove recita al fianco del padre, l'attore Richard Bohringer.[5] La ritroviamo in seguito ancora al fianco del padre anche nei film Folie suisse (1985) e Kamikaze (1986).[1][5]

In seguito, ottiene la parte di Miranda ne La tempesta, opera teatrale di William Shakespeare, diretta da Peter Brook.[5]

Nel 1992 recita nel film di Cyril Collard Notti selvagge ( Les nuits fauves), dove interpreta il ruolo di una donna che intreccia una relazione con un uomo sieropositivo, ruolo che le vale la fama anche oltreoceano[3] ed alcuni premi, tra cui il Premio César 1993 come miglior promessa femminile.[3]

Nel 1994, recita nel ruolo della protagonista nel film di Martine Dugowson Mina Tannenbaum .

Nel 1995 è protagonista, al fianco di David Thewlis e Leonardo DiCaprio, del film di Agnieszka Holland Poeti dall'inferno ( Total Eclipse), dove interpreta il ruolo di Mathilde, la moglie di Paul Verlaine (David Thewlis).

Nel 1997 recita nel ruolo di una prostituta nell'opera teatrale di Frank Wedekind Lulu, diretta dal regista Hans-Peter Cloos.[1]

È quindi, tra l'altro, nel cast dei film L'immagine del desiderio (La camarera del Titanic, 1997) di Juan José Bigas Luna, Rembrandt (1999) di Charles Matton, E morì con un felafel in mano (He Died with a Felafel in His Hand, 2001) di Richard Lowenstein, ecc.

Nel 2005 debutta come regista e sceneggiatrice con il cortometraggio in lingua corsa Ti tengu caru.[6]

Nel 2006, è narratrice del film d'animazione La marcia dei pinguini .

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È legata sentimentalmente all'attore Philippe Rebbot, conosciuto sul set della serie televisiva Nos enfants chéris e con il quale ha una figlia di nome Rose, nata il 27 dicembre del 2008.[7][8]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatrice[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005: Ti tengu caru

Costumista[modifica | modifica wikitesto]

  • 2001: Le pornographe

Teatro (Lista parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1996: D'une rive à l'autre (singolo, con Jacno)
  • 2009: Mille et une femmes, per il film Le Bal des actrices

Premi & riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Evene: Romane Bohringer
  2. ^ Evene: Romane Bohringer - Citations
  3. ^ a b c All Movie Guide: Romane Bohringer - Biography
  4. ^ a b Internet Movie Database: Romane Bohringer - Biography
  5. ^ a b c Actrices de France: Romane Bohringer
  6. ^ Internet Movie Database: Romane Bohringer - Filmography
  7. ^ Pure People: Romane Bohringer vient de donner naissance à son premier bébé !
  8. ^ Carnet de France: Romane Bohringer maman. La comédienne française est maman pour la première fois

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Premio César per la migliore promessa femminile Successore
Géraldine Pailhas
per La neige et le feu
1993
per Notti selvagge (Les nuits fauves)
Valeria Bruni Tedeschi
per Le persone normali non hanno niente di eccezionale (Les gens normaux n'ont rien d'exceptionnel)

Controllo di autorità VIAF: 118242672 LCCN: no99038311