Republic XF-84H

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Republic XF-84H Thunderscreech
L'XF-84H 51-17060 in volo
L'XF-84H 51-17060 in volo
Descrizione
Tipo aereo da caccia
Equipaggio 1
Costruttore Stati Uniti Republic Aviation
Data primo volo 22 luglio 1955
Data ritiro dal servizio 9 ottobre 1956
Utilizzatore principale Stati Uniti USAF
Esemplari 2
Sviluppato dal Republic F-84F Thunderstreak
Dimensioni e pesi
Lunghezza 15,67 m (51 ft 5 in)
Apertura alare 10,18 m (33 ft 5 in)
Altezza 4,67 m (15 ft 4 in)
Peso a vuoto 8 132 kg (17 892 lb)
Peso carico 12 293 kg (27 046 lb) [senza fonte]
Propulsione
Motore un turboelica Allison XT-40a-1
Potenza 5 850 shp (4 365 kW)
Prestazioni
Velocità max 837 km/h (520 mph)
Velocità di salita 25,3 m/s (5 000 ft/min) [senza fonte]
Autonomia oltre 3 200 km (2 000 mi)
Tangenza oltre 14 600 m (40 000 ft)
Impieghi sperimentali e di ricerca
sperimentare la propulsione mediante elica a velocità supersonica

National Museum of the USAF[1] tranne dove indicato

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Republic XF-84H, noto non ufficialmente anche come Thunderscreech[1], era un caccia monomotore turboelica ad ala a freccia realizzato dall'azienda statunitense Republic Aviation Corporation negli anni cinquanta e rimasto allo stadio di prototipo.

Sviluppo dell'F-84F Thunderstreak, era caratterizzato dall'insolito abbinamento di un motore a getto con una speciale elica posizionata all'apice anteriore della fusoliera, una soluzione oramai abbandonata e che apparteneva ai caccia della precedente generazione con motore a pistoni.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Originalmente designato XF-106,[2] il progetto ed i risultanti prototipi vennero ridisegnati XF-84H, in quanto si ritenne fosse più affine ad una variante dell'F-84[3] piuttosto che ad un modello totalmente nuovo. Il suo sviluppo si deve ad una specifica emessa dalla US Navy che intendeva valutare un caccia imbarcato in grado di operare dalle portaerei senza la necessità dell'assistenza di catapulte nella fase di decollo, tuttavia venne sostenuto principalmente dall'USAF Wright Air Development Center.

L'XF-84H venne realizzato modificando la cellula di un F-84F Thunderstreak, adottando un nuovo motore turboalbero Allison XT-40-A-1,[4] in grado di erogare una potenza all'albero pari a 5 850 shp (4 365 kW). Venne anche installato un postcombustore capace di innalzare la potenza sino a 7 230 shp (5 391 kW) ma non venne mai utilizzato. La grande elica a passo variabile al quale era abbinato, realizzata dalla Aeroproducts, raggiungeva un diametro di 3,66 m (12 ft) ed era costituita da tre pale in acciaio a punta quadrata che ruotava alla velocità radiale costante di 3 000 giri al minuto con le estremità che toccavano approssimativamente Mach 1,18. La propulsione era regolata dalla variazione dell'angolo di attacco delle pale. L'impennaggio venne modificato in una configurazione a T spostando i piani orizzontali verso l'alto per evitare che le turbolenze prodotte andassero ad interferire con gli equilibratori.[1] L'XF-84H fu il primo velivolo ad utilizzare una Ram air turbine (RAT) integrata nella struttura ed estensibile in caso di necessità; nel caso di un malfunzionamento del motore veniva automaticamente estroflessa dalla cellula per provvedere a fornire energia ad impianto elettrico ed idraulico. L'apparecchiatura venne spesso usata durante le prove di volo come precauzione preventiva.[5]

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

XF-84 matricola FS-059 durante le prove di volo; si noti la Ram air turbine (RAT) estratta sopra la parte dorsale della fusoliera prima dell'elemento verticale dell'impennaggio.

Descrizione tecnica[modifica | modifica sorgente]

L'XF-84H era un velivolo dall'aspetto anticonvenzionale, dato che era sviluppato nell'epoca dei motori a getto, ma che conservava le caratteristiche principali del velivolo da cui derivava; monoplano con impennaggio a T con ali e piani orizzontali a freccia, tettuccio a goccia e carrello triciclo anteriore retrattile.

La struttura di base era quella della versione da caccia F-84F Thunderstreak ma con un'evidente differenza. La parte anteriore della fusoliera integrava la speciale elica tripala a passo variabile concepita per velocità supersoniche la quale era messa in movimento dall'albero di un Allison XT-40a-1.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti Stati Uniti

Esemplari attualmente esistenti[modifica | modifica sorgente]

L'XF-84 matricola FS-059 conservato presso il National Museum of the USAF.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Republic XF-84H in National Museum of the USAF.
  2. ^ (EN) Jos Heyman, Andreas Parsch, Duplications in U.S. Military Aircraft Designation Series in Designation-Systems.net, http://www.designation-systems.net, 2007. URL consultato il 4 mar 2010.
  3. ^ Keaveney 1987, pp. 19, 27.
  4. ^ (EN) Allison T-40-A-10 Fact sheet in National Museum of the USAF, http://www.nationalmuseum.af.mil/. URL consultato il 4 mar 2010.
  5. ^ Keaveney 1987, p. 19.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Andrade, John M. U.S. Military Aircraft Designations and Serials Since 1909. Earl Shilton, Leicester, UK: Midland Counties Publications, 1979. ISBN 0-904597-22-9.
  • (EN) Bowers, Peter M. and Enzo Angellucci. The American Fighter. New York: Orion Books, 1987. ISBN 0-517-56588-9.
  • (EN) Bridgman, Leonard, ed.Jane's All The World's Aircraft 1956-1957. New York: McGraw-Hill Book Company, 1956.
  • (EN) Hendrix, Lin. "Thunderscreech." Aeroplane Monthly Vol. 5, no. 8, August 1977.
  • (EN) Keaveney, Kevin. Republic F-84 (Swept-Wing Variants). Arlington, Texas: Aerofax Inc., 1987. ISBN 0-942548-20-5.
  • (EN) Young, Mark C., ed.The Guinness Book of Records 1997. North Salem, New York: Mint Publishers Group, 1997. ISBN 0-85112-014-8.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Velivoli comparabili[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti Stati Uniti

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]