Ramla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ramla
autorità locale
רמלה
الرملة
Ramla – Stemma
Ramla – Veduta
Localizzazione
Stato Israele Israele
Distretto Centrale
Sottodistretto Ramla
Amministrazione
Sindaco Yoel Lavie
Territorio
Coordinate 31°56′N 34°52′E / 31.933333°N 34.866667°E31.933333; 34.866667 (Ramla)Coordinate: 31°56′N 34°52′E / 31.933333°N 34.866667°E31.933333; 34.866667 (Ramla)
Altitudine 80 m s.l.m.
Superficie 11,854 km²
Abitanti 65 300 (2008)
Densità 5 508,69 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Israele
Ramla

Ramla (ebraico רמלה, Ramlāh; in arabo: الرملة, al-Ramla, colloquiale Ramle), è il capoluogo del Distretto Centrale dello Stato d'Israele. Secondo l'Ufficio Centrale Israeliano di Statistica, alla fine del 2004 la popolazione complessiva della città era di 63.462 persone.

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Sempre secondo il CBS, nel 2001 la composizione etnico-religiosa della città era per circa l'80% di Ebrei (con una piccola percentuale di Caraiti) ed altri non arabi, contro un 20% di Arabi (16% Musulmani e 4% Cristiani). Vi erano 500 immigrati di recente insediamento.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Secondo il geografo arabo Yaʿqūbī (IX secolo), Ramla è stata fondata nel 716 dal califfo omayyade Sulaymān b. ʿAbd al-Malik e il suo nome deriverebbe dall'arabo raml "sabbia". Il popolamento iniziale fu fatto con persone provenienti dalla vicina località di Ludd (Lydda, Lod). Ramla fiorì come capitale del Jund Filasṭīn, uno dei cinque distretti della provincia di al-Shām ("Siria") dell'impero islamico. Fu la città principale e la capitale della regione dalla sua nascita fino all'arrivo dei crociati nell'XI secolo.

Il geografo arabo, Al-Muqaddasi (lett. “il Gerosolimitano"), descrive Ramla all'apice della prosperità:

« È una bella città, e ben costruita; la sua acqua è buona ed abbondante; i suoi frutti sono copiosi. Unisce molteplici vantaggi, situata com'è in mezzo a bei villaggi e città signorili, vicino a luoghi santi e a piccoli graziosi villaggi. Il commercio qui è prospero ed i mercati eccellenti… Il pane è il migliore e il più bianco. Le terre sono assai favorite su tutte le altre e i frutti sono dei più succulenti. Questa capitale si erge fra campi opimi, città cinte di mura ed accoglienti alberghi… »
(al-Muqaddasī, Aḥsān al-taqāsīm fī maʿrifat al-aqālīm ("La migliore ripartizione per la conoscenza delle regioni"))

In seguito la capitale si trasferì a Gerusalemme e Ramla perse la sua importanza politica pur rimanendo una città importante. La sua importanza economica, condivisa con la località adiacente di Lidda (ora Lod), era dovuta alla sua posizione all'intersezione delle due strade principali della Palestina, una che collegava l'Egitto con la Siria e l'altra che univa Gerusalemme al litorale.

Dopo la prima crociata Ramla si trasformò nella sede di una signoria nel regno di Gerusalemme (la signoria di Ramla all'interno della contea di Giaffa e Ascalona) e fu città di una certa importanza economica, che serviva da stazione importante per i pellegrini in viaggio verso la Città Santa. I crociati la identificarono con la Ramathaim biblica e si riferirono ad essa come Arimatea.

All'inizio del periodo ottomano, Ramla veniva descritta come una grande città quasi completamente in rovina, con una popolazione ridotta. Nel 1548 si registravano 528 famiglie mussulmane e 82 cristiane. Le dimensioni e la composizione della sua popolazione non mutarono di molto fino alla fine del XIX secolo, quando cominciò un periodo di espansione. Durante il Mandato britannico, la popolazione si sviluppò costantemente, fino a un totale di circa 12.000 musulmani e 3.000 cristiani nel 1944. Fino al 1948 fu modesta la presenza ebraica.

Durante la guerra arabo-israeliana del 1948, la posizione geografica di Ramla (in particolare la sua posizione sulla principale via di rifornimento della regione de Gerusalemme) la rese inevitabilmente un punto conteso, e così essa venne attaccata dalle forze ebraiche all'inizio di maggio. Questi primi attacchi furono infruttuosi, ma un attacco più risoluto durante l'Operazione Danny portò alla conquista di Ramla tra l'11 e il 12 luglio 1948. La maggior parte degli abitanti della città fuggirono. Gli unici abitanti che rimasero dopo la conquista della città furono circa 400 arabi, per lo più cristiani o che già avevano relazioni con gli ebrei.

Il governo israeliano individuò immediatamente nella città quasi spopolata una risorsa per fornire un ricovero ai numerosi immigrati ebrei che stavano cominciando ad arrivare, e iniziarono ad usare a questo scopo le case abbandonate già nel novembre 1948. Nel febbraio del 1949 la popolazione ebraica aveva superato le 6.000 unità. Ciò nonostante, Ramla e Lidda rimasero ancora per due decenni relativamente depresse economicamente. Nel 1972 la popolazione era salita a 34.000 abitanti. La città è nota per essere stata sede dell'esecuzione di Adolf Eichmann negli anni sessanta con l'accusa di aver perpetrato crimini contro il popolo ebraico durante la seconda guerra mondiale

Abitanti famosi[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Israele Portale Israele: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Israele