Prammatica Sanzione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nel tardo Impero Romano, la Prammatica Sanzione (Pragmatica Sanctio, in latino) era una costituzione imperiale che affrontava temi di particolare rilevanza ed interesse generale, promulgata su richiesta di un alto funzionario, che entrava in vigore appena pubblicata. Nel periodo antico, la più conosciuta è quella emessa al termine della guerra gotica dall'imperatore Giustiniano I il Grande su richiesta di papa Vigilio per sancire il ritorno dell'Italia sotto il dominio diretto dell'impero (Cfr. Esarcato d'Italia).

Nel Medioevo e fino all'Ottocento, lo stesso termine designava una disposizione di carattere generale, emanata dall'Imperatore.

Principali Prammatiche Sanzioni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]