Piazzale Roma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Piazza Roma.

Coordinate: 45°26′16.76″N 12°19′05.12″E / 45.437989°N 12.318089°E45.437989; 12.318089

Vista parziale di piazzale Roma dall'autorimessa di epoca fascista.

Piazzale Roma è il principale snodo viario per raggiungere dalla terraferma il nucleo storico della città di Venezia, inaugurato il 25 aprile 1933 come svincolo del nuovo ponte Littorio, ora ponte della Libertà.

Opera fortemente osteggiata da Pompeo Gherardo Molmenti che, come senatore, si oppose alla costruzione del Ponte della Libertà e di Piazzale Roma, per via del quale si prevedeva di abbattere giardini ed edifici tra cui il Purgo, un edificio bizantino, collocati nella zona di costruzione.[1]

Il terminal di piazzale Roma è il punto fondamentale di interscambio tra mezzi pubblici su strada (autobus, pullman turistici e taxi) e lagunari (vaporetti e motoscafi) che smistano residenti e turisti. Accoglie, inoltre, grandi parcheggi a pagamento per chi sosta e ha intenzione di fermarsi in città. Entro il 2014 il piazzale ospiterà anche il capolinea della linea 1 della tranvia di Mestre[2].

L'autorimessa al ponte Littorio in una cartolina.

È attivo il people mover che permette di raggiungere il Tronchetto in 3 minuti, passando per la Marittima.

Il collegamento pedonale diretto di piazzale Roma con la vicina stazione ferroviaria di Santa Lucia è assicurato attraverso il nuovo ponte della Costituzione sul Canal Grande, progettato dall'architetto Santiago Calatrava.

Nelle vicinanze del piazzale sorgono i giardini Papadopoli. Già in epoca fascista si comprese l'importanza del sito, tanto che per la porta automobilistica di Venezia furono fatti molti progetti di riqualificazione mai portati a termine. Sul piazzale si affaccia un'imponente autorimessa in stile razionalista, concepita durante il ventennio fascista come il più grande parcheggio automobilistico del mondo.

Il sindaco Massimo Cacciari, proponendo a fine agosto 2008 il nome ponte della Costituzione per il quarto ponte sul Canal Grande, ha anche proposto di ribattezzare piazzale Roma (toponimo assegnato in epoca fascista) con il nome dell'antifascista ed europeista Silvio Trentin, notando però le difficoltà conseguenti al mutamento di un nome fortemente radicato e conosciuto[3].

Autolinee[modifica | modifica wikitesto]

Il piazzale è capolinea di 21 linee urbane e di 15 linee extraurbane ACTV. Nel piazzale si attesta anche la linea Busitalia-Sita Nord Montegrotto - Padova - Venezia - Tessera.

In passato era capolinea della rete filoviaria di Venezia Mestre.

Bus urbani[modifica | modifica wikitesto]

Iveco CityClass in servizio sulla linea 19
  • 2 Venezia - Viale don Sturzo (corsia A6)
  • 4 Venezia - Corso del Popolo - Via S. Donà - Favaro Via Altinia - (Marcon - S. Liberale)/(Aeroporto - Ca' Noghera) (corsia A4)
  • 4L Venezia - Corso del Popolo - Via Colombo (corsia A4)
  • 5 Venezia - Campalto - Tessera - Aeroporto (corsia A1)
  • 6 Venezia - Marghera - Catene - Spinea (corsia A3)
  • 6/ Venezia - Marghera - Panorama (corsia A3)
  • 7 Venezia - Mestre - Chirignago - Spinea Via Martiri (corsia A2)
  • 7L Venezia - Mestre - Gazzera - Ist. Volta - Brendole (corsia C3 solo arrivo, partenza da corsia A2)
  • 12 Venezia - Viale S. Marco - Via Bissuola - Via Tevere (corsia A5)
  • 12/ Venezia - Viale S. Marco - Via Bissuola - Via P.to di Cavergnago (corsia A5)
  • 12L Venezia - Viale S. Marco - Piazza 27 Ottobre (corsia A5)
  • 19 Venezia - Campalto - Favaro Via Altinia - (Marcon) (corsia A7)
  • 24 Venezia - Rione Pertini - Via Rielta - Rione Pertini - Venezia (corsia A8)
  • 24H Venezia - Rione Pertini - Via Rielta - Ospedale dell'Angelo - Auchan (corsia A8)
  • 40 Venezia - Via Torino - Piazza 27 Ottobre (corsia A8)
  • 56 Venezia - Via F.lli Bandiera - Malcontenta - Ca' Brentelle (corsia D6)
  • 66 Venezia - Marghera - Catene - Chirignago (corsia A3)
  • 80 Venezia - Mestre - Ospedale dell'Angelo - Zelarino - Trivignano (corsia D4)
  • 84 Venezia - Via S. Donà - Favaro Via Altinia - Dese Ferrovia (solo corse dirette/corsia D4)
  • N1 Venezia - Viale San Marco - Mestre FS - Venezia (linea notturna/corsia A4)
  • N2 Venezia - Marghera - Mestre - Viale San Marco - Venezia (linea notturna/corsia A4)

Bus extraurbani[modifica | modifica wikitesto]

  • 4D Venezia - Spinea - Mirano - Salzano - Noale (solo corse dirette/corsia D3)
  • 5 Venezia - Viale S.Marco - Zelarino - Maerne - Noale (corsia D2)
  • 6 Venezia - Viale S.Marco - Zelarino - Martellago - Scorzè (corsia D2)
  • 7 Venezia - Mestre - Chirignago - Spinea - Orgnano - Mirano (corsia A2)
  • 7D Venezia - Spinea - Orgnano - Mirano (linea diretta/corsia D3)
  • 8 Venezia - Mestre - Mogliano - Preganziol FS (corsia D1)
  • 12 Venezia - Mestre - Mogliano - Gardigiano - Scorzè (arrivo e partenza corsia C3)
  • 14Z Zerman - Venezia (arrivo corsia C5)
  • 53 Venezia - (Malcontenta) - Oriago - Mira - Dolo - Stra - Padova (corsia D6)
  • 54 Venezia - Piazza Vecchia - Calcroci - Camponogara - Bojon (corsia D4)
  • 57 Mellaredo - Borbiago - Oriago - Venezia (corsia C4)
  • 58R Venezia - SS Romea - Pegolotte - Cavarzere (corsia D4)
  • 66 Mellaredo - Dolo - Mira - Oriago - Venezia (arrivo corsia C3)
  • 67R Venezia - Calcroci - Bojon - Campolongo Maggiore - Piove di Sacco (corsia D4)
  • 80 Venezia - SS Romea - Borgo San Giovanni - Chioggia - Sottomarina (corsia D5)

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

  • Biglietteria Biglietterie con sportello
  • Biglietteria Capolinea autolinee
  • Parcheggio di scambio Parcheggi privati multipiano
  • Bar Bar
  • Edicola Edicola-tabaccheria
  • Euro symbol.svg Cambiavalute
  • Aiga taxi.svg Taxi
  • Accessibile Accessibilità per portatori di handicap

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ M. Favilla, Delendae Venetiae, La citta e le sue trasformazioni del XIX al XX secolo, Venezia, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, 2006.
  2. ^ Il Gazzettino - 27 luglio 2011.. URL consultato il 26 agosto 2011.
  3. ^ Comunicato stampa del Comune di Venezia del 27/08/2008.. URL consultato il 2 febbraio 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]