Personaggi di Slam Dunk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Slam Dunk.

Questa voce contiene i personaggi del manga e anime Slam Dunk di Takehiko Inoue.

Shohoku[modifica | modifica sorgente]

Titolari[modifica | modifica sorgente]

  • Hanamichi Sakuragi
Anno: Primo
Altezza/Peso: 188cm (successivamente 189,2cm) / 83kg
Numero di maglia: #10
Posizione: Power Forward (Ala grande)
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Hanamichi Sakuragi.

  • Takenori Akagi
Anno: Terzo
Altezza/Peso: 197cm/90kg
Numero di maglia: #4
Posizione: Pivot (Centro)
Soprannome: Gorilla/Gori, Scimmione

Centro e capitano dello Shohoku, è il fratello maggiore di Haruko ed ha sudato molto per diventare uno dei migliori. Chiamato da Hanamichi "Gorilla" per la sua stazza e la forma del suo viso, è una persona dal carattere forte. Si impegna sempre a mantenere la disciplina nella squadra, spesso in maniera violenta visto il comportamento infantile di alcuni giocatori (Hanamichi fra tutti). Può sembrare un individuo privo di sentimenti, in realtà nutre fiducia per la sua compagine ed incoraggia sempre i suoi compagni durante le partite. Il suo sogno era il campionato nazionale, ma non ha mai avuto una squadra competitiva attorno a lui. È molto meticoloso e la sua applicazione si rivela anche in ottimi risultati scolastici, a differenza degli altri titolari della squadra. Assieme a Rukawa, viene inserito nel "Kanagawa Best Five". È il miglior Centro della prefettura di Kanagawa, ma a livello nazionale riconosce di essere inferiore a Masashi Kawata del Sannoh. Fatto curioso è che nel suo anno da matricola Akagi fosse più o meno sullo stesso livello di Hanamichi, grande e grosso, ma scarso nei fondamentali come il palleggio ed i tiri liberi e bravo solo a schiacciare. Il soprannome "Gorilla", inoltre, è antecedente all'arrivo di Sakuragi: gli venne infatti affibbiato da Mitsui, entrato in squadra assieme a lui; fu sempre lui inoltre a chiamare il suo modo di schiacciare "Gorilla Dunk".


  • Ryota Miyagi
Anno: Secondo
Altezza/Peso: 168cm/59kg
Numero di maglia: #7
Posizione: Point Guard (Playmaker)
Soprannome: Amichetto, Tappo/nano

Playmaker della squadra, compensa la sua scarsa statura con un tipo di gioco molto agile che mette in difficoltà gli avversari. In precedenza era un teppista e finì in ospedale dopo una violenta rissa con Hisashi Mitsui, anche lui ex giocatore dello Shohoku, in quel periodo suo acerrimo nemico. Uscito dall'ospedale, torna nel club di basket. Miyagi gioca a pallacanestro soprattutto per Ayako (la manager dello Shohoku) di cui è innamorato. Inizialmente lui ed Hanamichi si odiano a vicenda perché Miyagi crede che lui sia innamorato di Ayako ma, dopo essersi chiariti, i due diverranno grandi amici, avendo in comune anche il fatto di essere entrambi sfigati con le ragazze (anche se Miyagi ha subito meno delusioni di Hanamichi). Sviluppa un bel rapporto anche con Mitsui, spesso i due sfruttano le proprie qualità per permettere a quest'ultimo di segnare da tre punti in contropiede. È il giocatore più rapido della squadra (lui, Rukawa e Sakuragi sono il trio più veloce della squadra e che fa del contropiede la propria arma vincente), così veloce che riesce persino a superare la difesa di Sendoh e la doppia marcatura del Sannoh. Anche se tecnicamente e fisicamente non è al livello di Maki del Kainan e Fujima dello Shoyo, compensa questo proprio con la sua rapidità.


  • Hisashi Mitsui
Anno: Terzo
Altezza/Peso: 184cm/70kg
Numero di maglia: #14
Posizione: Shooting Guard (Guardia tiratrice)
Soprannome: Baciapiselli, Tritapalle

Ex-MVP alle scuole medie e grande promessa a livello nazionale. Dopo un infortunio il primo anno allo Shohoku, Mitsui abbandona la squadra non per la gravità dell'incidente quanto per l'emarginazione da parte dei suoi compagni di squadra che si affidavano solamente ad Akagi (con il quale viveva in forte dualismo in modo molto simile a Sakuragi e Rukawa). La lontananza dal campo lo rende ben presto un teppista e in un tafferuglio con Miyagi perde alcuni denti. Furioso verso i suoi vecchi compagni, Mitsui decide di punire la sua ex squadra scatenando una rissa in palestra durante la quale viene atterrato senza difficoltà da Mito, intervenuto con gli altri compagni per aiutare Hanamichi, ma grazie all'intervento dell'allenatore Anzai (che Mitsui stima molto) decide di ricominciare da zero. Giocatore poliedrico, è ottimo in difesa ed è molto abile nei tiri da tre punti, nei quali è quasi infallibile. Il suo punto debole è una scarsa resistenza, dovuta a due anni di inattività. L'allenatore del Ryonan gli fece grandi proposte pur di averlo nella sua squadra come punta di diamante, ma la grande stima per l'allenatore Anzai portò Mitsui a scegliere il semi-sconosciuto Shohoku; prima dell'infortunio era un giocatore molto duttile, capace di interpretare ogni ruolo in modo perfetto e letteralmente micidiale al tiro, sia sotto canestro che da lontano. Aveva il difetto, come Rukawa, di essere un po' troppo individualista, anche se, diversamente da quest'ultimo, era molto più amichevole e carismatico, sapeva incoraggiare la squadra e dare fiducia. Nonostante i due anni di inattività, che gli hanno debilitato la resistenza fisica, non ha però perso la tecnica e questo gli consente di essere ancora pressoché infallibile in qualsiasi ruolo, soprattutto nel tiro. Contro lo Shoyo sarà l'autore della rimonta della squadra (in svantaggio di 12 punti), realizzando quattro canestri da 3 di fila, nonostante riesca a malapena a reggersi in piedi. Contro il Sannoh, campione liceale in carica, gioca una partita ancora più straordinaria. Quando la squadra è sotto di 24 punti, Mitsui, nonostante non riesca quasi a restare cosciente per via della stanchezza enorme (ad un certo punto si chiede persino se la squadra sia in attacco o in difesa), segna tiri da 3 punti a ripetizione avviando una straordinaria rimonta, dicendo che l'unica cosa che riesce a vedere ormai è il canestro.


  • Kaede Rukawa
Anno: Primo
Altezza/Peso: 187cm/75kg
Numero di maglia: #11
Posizione: Small Forward (Ala piccola)
Soprannome: Volpino
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Kaede Rukawa.

Sostituti[modifica | modifica sorgente]

  • Kiminobu Kogure
Anno: Terzo
Altezza/Peso: 178cm/62kg
Numero di maglia: #5
Posizione: Power Forward (Ala grande) / Shooting Guard (Guardia tiratrice)

Sostituisce Hanamichi e, in rari casi, Mitsui. È il vice-capitano della squadra. Grande amico di Akagi, anche lui si è impegnato al massimo per poter migliorarsi. Comunque, non ha la stoffa del campione e deve fare da riserva ma rimane un buon giocatore, discretamente abile anche nel tiro da tre punti. Assieme ad Haruko e all'allenatore Anzai, è l'unico che sin dall'inizio ha fiducia nelle capacità di Hanamichi. Kogure è il più maturo della squadra e i suoi pregi sono la calma e la riflessività, che contribuiscono nel tenere a bada le "teste calde" del team (Sakuragi in primis). Nonostante le sue capacità non straordinarie sarà decisivo nella partita contro il Ryonan per la qualificazione ai campionati nazionali: Hanamichi gli servirà la palla per il tiro da tre punti che riesce a realizzare portando la squadra al vantaggio finale, consolidato poi da una schiacciata dello stesso Hanamichi. Precedentemente aveva giocato in tutte le altre partite in sostituzione di Hanamichi, espulso, e di Rukawa, quando quest'ultimo crollò a terra alla fine dello scontro col Kainan.


  • Yasuharu Yasuda
Anno: Secondo
Altezza/Peso: 165cm
Numero di maglia: #6
Posizione: Point Guard (Playmaker), occasionalmente Shooting Guard (Guardia tiratrice)

Sostituisce Miyagi, di cui è grande amico. È spesso vittima delle angherie di Hanamichi. Nel corso del torneo di Kanagawa gioca solo una partita, la prima, contro il Miuradai, e solo per i primi cinque minuti; per il resto del torneo contribuisce sostenendo moralmente la squadra dalla panchina. Nel corso del torneo nazionale giocherà contro il Totoyama (ma solo nel primo tempo) al posto di Hanamichi, dove si dimostrerà un giocatore molto calmo; infatti sarà l'unico in campo a non rispondere alle provocazioni degli avversari, tipiche del Totoyama, riuscendo a riportare la lucidità tra i compagni.


  • Satoru Kakuta - Ala. Sostituisce Hanamichi e, in casi rari, Rukawa. Nel corso del torneo di Kanagawa gioca solo due partite: la prima contro il Miuradai, solo per i primi cinque minuti, e poi contro lo Shoyo negli ultimi due minuti in sostituzione di Hanamichi, espulso. Per il resto del torneo (e in quello nazionale) contribuisce sostenendo moralmente la squadra dalla panchina.
  • Tetsushi Shiozaki - Guardia. Sostituisce Mitsui. Nel corso del torneo di Kanagawa gioca solo una partita, contro il Miuradai, e solo per i primi cinque minuti. Per il resto del torneo (e in quello nazionale) contribuisce sostenendo moralmente la squadra dalla panchina.
  • Kentarou Ishii, Satoru Sasaoka, Toki Kuwata - Riserve iscritte al primo anno che non partecipano mai al gioco, e passano il tempo solamente a tifare per la squadra.
  • Ayako - Iscritta al secondo anno, è la manager e allenatrice dello Shohoku. Bella e tenace, è lei ad insegnare i fondamentali ad Hanamichi, cosa che egli detesta, così come la sua abitudine di chiamarlo per nome completo. Miyagi ne è molto innamorato, ma la ragazza, pur sostenendolo ed incoraggiandolo durante le partite, non sembra ricambiarne il sentimento.
  • Mitsuyoshi Anzai - L'allenatore dello Shohoku. È una figura molto amata (e in passato temuta) e rispettata dai suoi allievi ed anche dagli allenatori delle altre squadre. La sua corporatura tozza e tutt'altro che sportiva potrebbe ingannare, ma in passato è stato un grande campione di basket, giocando come titolare nella nazionale giapponese. In seguito divenne un allenatore universitario, uno dei più preparati di tutto il paese, particolarmente noto per la sua severità, ricevendo i nomignoli di "diavolo dai capelli bianchi" e "schiavista del basket". La morte di un suo precedente allievo, Ryuji Yazawa, lo scioccò al punto da portarlo ad abbandonare l'ambito universitario ed i metodi austeri, trasformandosi in un uomo mite, bonario e anche molto paziente (visti i continui fastidi che gli procura Hanamichi), meritandosi il soprannome di "Buddha dai capelli bianchi". Partecipa poco alla preparazione della sua squadra e affida spesso il suo compito ad Akagi e Ayako; tuttavia risulterà fondamentale nella maturazione di Rukawa e soprattutto di Sakuragi, che gli salva la vita dopo che aveva avuto un attacco di cuore in palestra. Al contrario dei coach delle altre squadre, Anzai non si spazientisce mai durante le partite, mantenendo sempre la calma anche nei momenti più duri.

Altri studenti[modifica | modifica sorgente]

  • Haruko Akagi - Sorella di Takenori. A differenza del fratello, che sembra uno scimmione, lei è molto carina, nonché una ragazza dolce e sensibile ma anche molto ingenua. Hanamichi è innamorato pazzo di lei, ma Haruko non si accorge dei suoi sentimenti e ha solo occhi per Rukawa, il quale non la considera minimamente. Anche lei è appassionata di basket e insegnerà alcune regole e tattiche a Sakuragi, il quale non dà retta a nessuno tranne che a lei.
  • Yohei Mito, Chuichiro Noma, Yuji Ohkusu, Nozomi Takamiya - Amici di Hanamichi dai tempi delle medie, iscritti come lui al primo anno di liceo. Lo denigrano continuamente per la sua sfortuna con le ragazze e per le sue "papere" durante gli allenamenti e le partite, ma sono sempre pronti ad aiutarlo nei momenti di bisogno. Tra questi, Mito è il componente più ragionevole e più legato ad Hanamichi, anche se pure lui non esita a prenderlo in giro. Nonostante l'aspetto più comico che serio sono tutti molto forti nel fare a botte, tanto che insieme ad Hanamichi mettono al tappeto Mitsui e i suoi compagni senza fatica. Mito in particolare si dimostra un combattente estremamente abile, e mantenendo la calma e la freddezza che lo distinguono dagli altri tre stende Mitsui senza mai farsi sfiorare colpendolo ripetutamente senza la minima fatica, con stupore di tutti i presenti.
  • Fuji - Un'amica stretta di Haruko, molto timida e silenziosa. All'inizio avverte Haruko delle voci che circolano su Hanamichi riguardanti il suo carattere rissoso, ma successivamente anche lei sosterrà il protagonista e lo Shohoku.
  • Matsui - Un'altra amica di Haruko. Anche lei assiste ad ogni incontro dello Shohoku. Spesso pizzica la sua amica con battute spinte sulla sua ossessione per Rukawa.
  • Mari Kawai - Iscritta al secondo anno, si occupa del giornale della scuola. Decide di fare un'intervista a Rukawa (il quale, per tutta risposta, la manda a quel paese), nonostante lo trovi un maleducato, salvo poi innamorarsene vedendolo in azione durante il campo estivo con lo Josei di Shizuoka. Con lei sono sempre presenti due assistenti, i quali subiscono continuamente le sue angherie.
  • Tatsuhiko Aota - Conosciuto come "uomo del judo", è molto forte ed ha vinto in molte occasioni il titolo nazionale nella sua disciplina. È un amico/rivale di Akagi fin dai tempi delle elementari. Stupefatto dalla prestanza fisica di Hanamichi, lo vuole costringere ad entrare nel suo club di judo, prima con la forza, poi tentando di corromperlo con delle foto di Haruko da bambina (anche Aota è innamorato della ragazza). Hanamichi non rinuncia al basket, ma Aota non si dà per vinto e lo tormenterà sempre con la sua proposta.
  • Norio Hotta - Studente del terzo anno, è a capo di una banda di teppisti. Inizialmente un bullo pieno di sé, cambia i suoi atteggiamenti dopo la rissa in palestra con la squadra di basket. Lui e i suoi amici diverranno grandi sostenitori di Mitsui durante le partite.
  • Le fan di Rukawa - Inizialmente un trio di studentesse anonime, innamorate di Rukawa, che lo seguono durante i suoi allenamenti con lo Shohoku. Dopo la partita contro lo Shoyo, le fan di Rukawa aumentano a dismisura e sostengono al massimo il loro idolo in ogni incontro della sua squadra, con tanto di costumino e pon pon. Visto il suo carattere, lui non le considera per niente, pensando solamente al suo obiettivo di diventare il più forte. Hanamichi ha più volte scontri fisici con le fan di Rukawa, in quanto non sopporta che urlino il suo nome.

Personaggi di altri team significativi[modifica | modifica sorgente]

Ryonan[modifica | modifica sorgente]

Una delle squadre più competitive della prefettura che basa il proprio gioco prevalentemente su Jun Uozumi, centro altissimo (203 cm) e roccioso fisicamente, ed Akira Sendoh, eclettico giocatore che riesce ad esprimersi al meglio in tutti i ruoli, eccellendo come ala e playmaker. Difetti di questo team sono l'eccessivo affidamento al talento di Sendoh e l'assenza di giocatori che spiccano nei tiri da tre punti. L'allenatore Moichi Taoka è molto competente, bravo a leggere le partite, ad analizzare i punti deboli degli avversari ed a prevedere le dinamiche e le evoluzioni dei match; tuttavia, nella sfida decisiva contro lo Shohoku, purtroppo per lui commetterà due errori che costeranno la vittoria alla sua squadra: sottovaluta Sakuragi, che considera un principiante inaffidabile, e Kogure, visto come un'anonima riserva. A dispetto di ciò, Hanamichi blocca per ben 4 volte consecutive i migliori giocatori del Ryonan (Uozumi, Sendoh e Fukuda), impedendo loro il canestro decisivo a 2 minuti dalla fine ed avviando il contropiede da cui nasce il canestro da tre punti del vantaggio dello Shohoku, realizzato da Kogure, lasciato smarcato per raddoppiare su Rukawa ed Akagi. Taoka aveva a lungo corteggiato tre elementi del quintetto base dello Shohoku (Mitsui, Miyagi e Rukawa) affinché optassero per il Ryonan una volta concluse le scuole medie; mentre i primi due rifiutarono perché desideravano essere allenati da Anzai, il motivo del no di Rukawa fu la sua enorme pigrizia: il liceo Shohoku era infatti quello più vicino a casa sua.

  • Jun Uozumi - Capitano del Ryonan, dotato di un fisico massiccio e di una elevata statura (è alto 2 metri e 3 centimetri). Si è allenato molto duramente per poter competere con Akagi, il suo maggior avversario con cui, nonostante i forti attriti sportivi, ha un rapporto di profondo rispetto reciproco, che si paleserà appieno nel corso della partita col Sannoh, quando sarà proprio Uozumi ad indicare al suo rivale come battere Masashi Kawata, che fino ad allora l'aveva sovrastato. Il suo punto debole sono i tiri liberi, che spesso sbaglia clamorosamente. Inoltre ha il difetto di perdere facilmente la pazienza durante il gioco e, perciò, gli viene spesso fischiato fallo (nel corso della partita contro il Kainan viene anche espulso). Anche se può sembrare una persona arrogante, è in realtà un giocatore leale. Hanamichi lo soprannomina "Re delle Scimmie" perché è robusto come Akagi ma un po' più alto rispetto al capitano dello Shohoku. Dopo la sconfitta subita contro lo Shohoku lascerà la squadra senza aspettare la fine dell'anno, così da poter rilevare l'attività del padre e diventare cuoco.
  • Akira Sendoh - Sebbene il capitano sia Uozumi, Sendoh è l'indiscusso trascinatore della squadra, i suoi compagni lo considerano un vero punto di riferimento in campo ed un modello da imitare. Talentuoso giocatore, è considerato uno dei più forti della prefettura e dell'intero panorama nazionale. È un tipo di poche parole come Rukawa (che lo considera il suo rivale principale), anche se più amichevole e solidale con i suoi compagni. Il suo hobby è la pesca ed ha il difetto di arrivare sempre in ritardo agli allenamenti. Viene inserito anche lui nel "Kanagawa Best Five". È in grado di interpretare impeccabilmente anche il ruolo di playmaker, in cui si destreggerà alla grande contro il Kainan per bloccare Maki. Sendoh è superiore a Rukawa fino a quando lo Shohoku non giunge ai campionati interscolastici, durante la preparazione ai quali Rukawa si allena in modo incessante. Come si evince da un flashback di Rukawa nella parte finale della storia, dopo un duello "amichevole" (avvenuto poco prima della partenza per i campionati) l'asso del Ryonan afferma che ormai i due sono allo stesso livello, nonostante la differenza di età.
  • Kicchou Fukuda - Giocatore forte in attacco, dotato di un ottimo scatto e un'eccellente visione di gioco, anche se pecca in difesa. In precedenza venne cacciato dalla squadra per un litigio con l'allenatore Taoka; dopo l'accaduto, ritorna a giocare contro il Kainan durante il campionato, rivelandosi un marcatore formidabile e brillando anche contro lo Shohoku nonostante la sconfitta. Anche se mostra atteggiamenti da spaccone, è in fondo una persona sensibile ed orgogliosa: ha bisogno costantemente di attenzioni, poiché chiede sempre il sostegno dei suoi compagni e del pubblico, anche se non lo ammetterà mai. È il giocatore che più di tutti in squadra beneficia degli assist di Sendoh e spesso è il giocatore che realizza più canestri della squadra quando Sendoh deve fronteggiare il giocatore più forte della squadra avversaria.
  • Hiroaki Koshino - Giocatore di buone qualità difensive. Ha un carattere irascibile, tant'è che prende sul serio anche l'amichevole tra Ryonan e Shohoku, arrivando quasi a litigare con Hanamichi.
  • Ryoji Ikegami - È un forte difensore ed ha il pregio di essere calmo e tenace. È il vice-capitano del Ryonan e un buon amico di Uozumi. La sua presenza in campo sarà di grande aiuto contro lo Shohoku: in tale partita la sua marcatura riesce a sfinire Mitsui, il quale sviene in campo ed è costretto ad essere sostituito.
  • Tomoyuki Uekusa - Gioca nel Ryonan con la maglia n.8 in posizione di guardia. Alto 1.70 per 62 kg, frequenta il secondo anno.
  • Sugadaira - Centro. Nella partita contro lo Shohoku sostituisce Uozumi quando questi commette il quarto fallo. Gioca per poco meno di cinque minuti, poiché il coach Taoka fa rientrare Uozumi. In questi minuti di gioco tenterà di bloccare Akagi sotto canestro, fallendo.
  • Hikoichi Aida - Giocatore scarso che non viene mai schierato in campo. Tuttavia, studia con molta attenzione lo stile di gioco degli avversari del Ryonan, prendendo una lunga e meticolosa serie di appunti. Ha una grande stima per Sakuragi e Rukawa. È molto logorroico e nessuno lo sopporta (specialmente il coach Taoka, che spesso lo prende anche a pugni).

Miuradai[modifica | modifica sorgente]

La prima squadra affrontata dallo Shohoku nel campionato della prefettura di Kanagawa. Non può vantare giocatori eccellenti a livello tecnico, più che altro propensi alla provocazione degli avversari affinché commettano fallo (come accade per Hanamichi, che ne commette ben cinque e viene espulso a quattro minuti dalla fine). Si portano subito in vantaggio ad inizio partita, bloccando Akagi e neutralizzando così tutto l'attacco degli avversari (Miyagi, Rukawa, Sakuragi e Mutsui restano in panchina come punizione per la rissa in palestra) e portandosi a +16 nei primi 5 minuti; ma quando Anzai acconsente alla sostituzione il Miuradai non riuscirà a realizzare neanche un canestro fino al secondo tempo, quando schiererà Naito. L'anno scorso erano stati eliminati al primo turno dal Kainan; quest'anno invece vengono eliminati (sempre al primo turno) dallo Shohoku, con un punteggio di 114-51.

  • Kengo Murasame - Centro. Capitano della squadra, è il principale realizzatore nonché trascinatore dei suoi compagni. Nonostante ciò è un tipo presuntuoso e non ha una buona visione di gioco (è fermamente convinto che Akagi sia l'unico giocatore valido dello Shohoku), e ciò lo porta a sottovalutare Miyagi, Rukawa, Sakuragi e Mutsui, errore che porterà il Miuradai da un vantaggio di 16 punti ad uno svantaggio di 18 entro la fine del primo tempo. Con l'ingresso di Naito all'inizio del secondo tempo, la coppia riesce a pareggiare entro 10 minuti, ma quando Rukawa neutralizza Naito neanche Murasame riesce più a combinare qualcosa, e cerca di contenere lo Shohoku commettendo falli volontari e provocando gli avversari.
  • Tetsuya Naito - Ala grande. Ex giocatore di rugby, ha iniziato a giocare a basket da poco, difatti ha una tecnica mediocre, ma compensa con la sua forza e la sua stazza (196 cm per 155 kg) per sfinire gli avversari; è anche molto veloce, infatti corre i 100 metri in 11 secondi. Viene usato dall'allenatore del Miuradai come arma segreta e all'inizio sembra proprio esserlo, salvo poi essere umiliato da Rukawa, che mette a nudo tutti i suoi difetti. A quattro minuti dalla fine dell'incontro riceve una pallonata in testa da Hanamichi, il quale sbaglia uno slam dunk, prendendolo in pieno e facendolo svenire. Tale azione gli costerà l'espulsione.
  • Maraki - Guardia. È un buon tiratore da tre, ma la marcatura di Rukawa neutralizzerà le sue azioni offensive senza fatica.
  • Miyamoto - Playmaker. È un buon difensore, ma quando entrerà in campo Miyagi non si rivelerà abbastanza veloce, non riuscendo ad impedirgli di impostare il ritmo della partita.

Tsukubu[modifica | modifica sorgente]

Quarta squadra affrontata dallo Shohoku nel campionato della prefettura di Kanagawa. L'anno scorso era arrivata tra le prime otto squadre, ma senza andare oltre. Possiede un buon tiratore da tre, grazie alla cui abilità è riuscito a portarsi in vantaggio per alcuni minuti a inizio partita, ma quando lo Shohoku ha imposto il suo gioco non è più riuscito a contrastarlo, nemmeno con una serie di falli intenzionali e provocazioni (che portano Hanamichi a commettere cinque falli e venire espulso un'altra volta). Lo Tsukubu perde la partita per 111-79, venendo quindi eliminato dal campionato al quarto turno. Il loro allenatore, il giovane Kawasaki, è stato un allievo di Anzai in passato.

  • Koichiro Nango - Pivot. È un centro molto abile con la specialità dei rimbalzi. Si innamora a prima vista di Haruko e sfida Sakuragi a giocarsi il suo amore durante la partita in una sfida di rimbalzi, che verrà vinta da Hanamichi, che ne conquisterà ben 22, raggiungendo il record di rimbalzi in una partita per un giocatore liceale. Comunque non realizzerà un nuovo record: nel salto per conquistare il 23º colpisce Nango, buttandolo a terra, commettendo il suo quinto fallo e venendo così espulso per la quarta volta consecutiva dall'inizio del campionato.
  • Tomokazu Godai - Guardia. È il capitano della squadra. Alle scuole medie era amico di Akagi e Kogure, ma alle superiori decise di iscriversi al liceo Tsukubu. Al primo anno decise di lasciare il basket, salvo ripensarci grazie al suo coach.. Vista la sua potenza fisica ed elevazione, decise di perfezionarsi nei tiri da tre, diventando un ottimo tiratore. È infatti lui a realizzare la serie di canestri che porterà la squadra in vantaggio sullo Shohoku ad inizio partita. A 10 minuti dalla fine commette fallo intenzionale su Sakuragi, ferendolo ad un occhio, e venendo espulso.

Shoyo[modifica | modifica sorgente]

Lo Shoyo è un team guidato da un allenatore/giocatore, Kenji Fujima, un playmaker che, nonostante la sua statura non proprio elevata, è dotato di un'ottima tecnica e riesce a trasmettere sicurezza e determinazione alla squadra; altro elemento di grande spicco è il centro Toru Hanagata, fortissimo sia in difesa che in attacco. Ulteriore punto di forza dello Shoyo è (a parte Fujima) l'altezza dei propri giocatori, la maggiore di tutta la prefettura (quattro dei cinque titolari superano i 190 cm), che stanca molto gli avversari e favorisce il gruppo nei rimbalzi.

  • Kenji Fujima - Oltre ad essere il capitano è anche l'allenatore della sua squadra. Non gioca mai da titolare e preferisce rimanere in panchina, osservando con molta attenzione il gioco dei suoi avversari, ed entra in campo solamente in casi estremi. In veste di allenatore, Fujima appare come un individuo calmo e silenzioso, ma quando entra in campo si trasforma in un'altra persona, mettendo in serie difficoltà gli avversari con il suo gioco prettamente veloce. Considera Maki del Kainan, che l'ha sempre sconfitto fin dal loro contemporaneo esordio, il suo rivale diretto.
  • Toru Hanagata - Vice-capitano e pivot dello Shoyo, giocatore molto preparato e valido aiuto di Fujima. È un atleta abbastanza completo con un eccellente tiro e un'ottima visione di gioco. Quando il capitano è in panchina, assume lui il controllo della squadra. Nella partita contro lo Shohoku segna molti punti e rappresenta un osso duro per Akagi. Tuttavia, a scardinare la sua concentrazione sarà prima Rukawa (grazie al quale lo Shohoku si sbloccherà dalla tensione che lo affliggeva a inizio partita) e poi Sakuragi, che nel secondo tempo si rivela decisivo per la squadra superandolo sempre nei rimbalzi, e la cosa lo lascia sconvolto perché Hanamichi è 10 centimetri più basso di lui, ma ha una capacità di elevazione superiore.
  • Kazushi Hasegawa - Un buon difensore. In passato, Mitsui lo umiliò durante una partita e ciò per Hasegawa rappresenta un motivo di rivalsa, tant'è che si è allenato molto per poterlo battere. Nella partita con lo Shohoku, infatti, è lui a marcare Mitsui assicurandogli che non sarebbe arrivato nemmeno a fare mezza dozzina di punti. Mitsui, infatti, al culmine della partita e con lo Shohoku in svantaggio di ben 12 punti, è spossato a causa della sua marcatura. Perderà il confronto con il suo avversario dello Shohoku perché quest'ultimo, nel momento in cui fatica a stare in piedi, tira fuori tutta la sua grinta e sigla ben 4 tiri da 3 punti consecutivi e fa l'assist per il pareggio, per poi uscire dal campo perché esausto e perché ha preso una botta salvando la palla nell'ultima azione, con un totale di 20 punti.
  • Shouichi Takano - Non è molto forte ma grazie alla sua grande statura riesce a difendere degnamente la squadra.
  • Mitsuru Nagano - Come Takano, è importante per lo Shoyo vista la sua altezza che lo rende un buon difensore.
  • Taku Ito - Difensore che, nel secondo tempo contro lo Shohoku, esce per dare spazio a Fujima. Tra i titolari, Ito è l'unico sotto i 190 cm (misurando "solo" 180 cm).

Takezono[modifica | modifica sorgente]

Squadra che non ha mai avuto possibilità di andare avanti nel campionato della prefettura gli anni scorsi. Quest'anno, grazie a Oda, riescono ad arrivare tra le prime otto squadre, ma vengono pesantemente sconfitti dal Kainan (il punteggio è 78-150), che schiera perfino tre riserve: gli unici titolari ad entrare in campo sono infatti Jin e Muto.

  • Tatsumasa Oda - Centro. È il realizzatore della squadra, nonché fidanzato di Yohko, l'ultima ragazza che rifiutò il corteggiamento di Hanamichi. Ha frequentato la stessa scuola media di Yohko e Sakuragi, la Wako. Quando lo Shohoku organizzò un'amichevole con la sua squadra, tra i due si è riaccesa la rivalità sopita, a causa del passato da teppista di Hanamichi, che porta Oda ad accusarlo di essere un insulto per i veri amanti dello sport. La partita si conclude a favore dello Shohoku (88-70), e grazie alla determinazione di Hanamichi Oda ricorda il vero spirito del basket. Tre mesi più tardi il Takezono partecipa al campionato della prefettura, ma durante una delle ultime partite Oda subisce un grave infortunio alla caviglia, proprio a pochi giorni dalla partita più importante, quella contro il Kainan. Hanamichi lo sostiene nonostante tutto, e disputa un'ottima partita, ma il Kainan ottiene comunque una vittoria schiacciante.

Altri studenti[modifica | modifica sorgente]

  • Yohko Shimamura - Studentessa del primo anno al liceo Takezono, è la 50ª ragazza a scaricare Hanamichi alle scuole medie, poiché innamorata di Oda, membro della squadra di basket della loro scuola. Proprio a causa di questo rifiuto, Sakuragi aveva cominciato ad odiare questo sport, salvo poi ricredersi dopo essere entrato nella squadra dello Shohoku.

Kainan[modifica | modifica sorgente]

La squadra considerata, all'unanimità, più forte della prefettura, che ha partecipato per ben 16 anni consecutivi al campionato nazionale. Il Kainan comprende giocatori molto validi: in particolare il capitano, Shinichi Maki, un giocatore eclettico e ritenuto il migliore della prefettura. Oltre a Maki, la squadra è composta da altri talenti come Soichiro Jin, straordinario tiratore da tre punti, e Nobunaga Kiyota, giocatore lesto con una buona elevazione. La squadra può fare affidamento su Riki Takato, allenatore molto abile con una lunga esperienza alle spalle.

  • Shinichi Maki - Capitano della squadra, è visto da tutti come il giocatore più forte in assoluto della prefettura di Kanagawa e la sua versatilità gli permette di ricoprire tutti i ruoli (anche se quello principale è il playmaker). Per tre anni consecutivi è stato nominato MVP della prefettura. Oltre ad essere tecnicamente preparatissimo, è anche una persona riflessiva che non si dà tante arie, cosa che lo differenzia da molti altri campioni del torneo. Celebre la sua rivalità con Fujima dello Shoyo, su cui negli anni precedenti ha sempre avuto la meglio. Anche lui come Rukawa e Akagi viene eletto tra i migliori cinque giocatori del torneo della prefettura di Kanagawa.
  • Soichiro Jin - Non possiede notevoli peculiarità, ma il suo punto forte è la precisione nei tiri da tre punti, qualità che lo ha reso il miglior tiratore del campionato assieme a Mitsui, con il quale si contende questo primato. Ciò è frutto della sua tenacia e della dura preparazione a cui l'ha sottoposto il suo allenatore. È amico di infanzia di Fukuda del Ryonan. Miglior realizzatore del torneo interscolastico, viene incluso nei Best Five.
  • Nobunaga Kiyota - Bizzarro e sbruffone è, caratterialmente, simile ad Hanamichi, anche se meno irruente rispetto al protagonista. Non a caso, i due si insultano in più occasioni, essendo entrambi elementi intrattabili. Anche lui non sopporta Rukawa perché considerato il migliore delle matricole, ritenendosi lui il più forte dei nuovi arrivati. A causa della sua presunzione, Kiyota fa molte figuracce e viene prontamente punito da Maki (come Sakuragi da Akagi). Tuttavia è un bravo giocatore dotato di una buona tecnica e in grado di eseguire delle schiacciate fantastiche. Contro lo Shohoku, non appena inizia a marcare Rukawa, si dichiara apertamente molto più forte di lui, venendo però totalmente ridicolizzato dal gioco dell'avversario che realizza 25 punti nel primo tempo umiliandolo completamente; solo quando Rukawa fa fatica a reggersi in piedi per la stanchezza Kiyota riesce a difendere meglio su di lui. In varie occasioni, sarà proprio lui a cambiare l'inerzia della partita a favore del Kainan grazie alle sue giocate aggressive; soprattutto contro il Ryonan sarà lui a ridare coraggio alla squadra schiacciando nonostante la difesa di Uozumi e cambiando così le sorti della partita. Soprannominato da Hanamichi "La scimmia del Kainan" e "Nobu-Scimmia".
  • Kazuma Takasago - Somiglia molto ad Akagi fisicamente e ricopre il ruolo di centro come lui, anche se le sue qualità sono inferiori a quelle del capitano dello Shohoku. È comunque un pezzo importante per il suo team ed è abile nel cercarsi i falli, basti pensare al match contro il Ryonan, ove riesce a far espellere Uozumi. Proprio a causa della forte somiglianza con Akagi, Hanamichi, negli ultimi secondi della partita contro il Kainan, commetterà il grave errore di passare la palla a Takasago.
  • Tadashi Muto - è un buon giocatore capace nei passaggi e in difesa.
  • Yoshinori Miyamasu - Riserva del Kainan, è probabilmente il più debole della squadra (ma possiede un eccelso tiro da tre) ed anche il meno dotato fisicamente (160 centimetri per 42 kg). Tuttavia, Miyamasu mostra la sua utilità proprio contro lo Shohoku (unico match da lui disputato): infatti l'allenatore Takato intuisce che Hanamichi dà il massimo quando si trova davanti un avversario capace e che si distrae davanti ad un principiante. Questa tattica avrà successo, ed Hanamichi sbaglierà clamorosamente dei tiri importanti.

Ryokufu[modifica | modifica sorgente]

Liceo privato della prefettura di Kanagawa, dotato di un'ottima squadra. Fujisawa, il vicepreside, organizza un'amichevole con lo Shohoku di Anzai, in gioventù suo maestro. La partita risulterà dura per lo Shohoku, con il morale basso per la sconfitta subita pochissimi giorni prima dal Kainan, e senza Akagi, che con la caviglia infortunata non può disputare l'incontro (giocherà comunque negli ultimi 10 minuti, sostituendo Kogure che aveva perso conoscenza), ma riesce comunque a vincere, anche se di un solo punto (75-74).

  • Hiragi Nadaka - Pivot. Secondo lui lo Shohoku non è un granché, ed è dispiaciuto per Akagi, credendolo l'unico giocatore davvero forte della squadra. Insieme ad Okita costituisce la principale coppia di realizzatori del Ryokufu.
  • Tetsuya Tozuka - Ala grande. Abile difensore, ma non molto resistente. Viene messo a marcare Hanamichi, ma rimane presto senza fiato, con tutti gli scatti che si susseguono nel corso della partita, mentre Hanamichi resiste senza difficoltà.
  • Michael Okita - Ala piccola. È il capitano della squadra. Nativo degli Stati Uniti, è una delle possibili scelte per il draft NBA. La sua amica Eri lo ha portato in Giappone e iscritto al liceo privato Ryokufu con lo scopo di vincere il campionato nazionale. Tuttavia la bravura e l'estro di Okita non basterano alla squadra che perde l'incontro. Dopo questa sconfitta, decide di tornare in America per allenarsi più duramente.
  • Ichiro Katsumi - Guardia. È il tiratore della squadra, ai livelli di Hisashi Mitsui. Un tempo era suo amico, quando andava alle medie, e non c'erano paragoni tra i due. Invece, con il tempo, Ichiro ha continuato a migliorare sempre di più, fino a diventare un cecchino come Mitsui, che un tempo era per lui irraggiungibile.
  • Yoichi Ebina - Playmaker. Ottimo giocatore sia in attacco che in difesa.
  • Gemelli Tsurumi - Entrano nel secondo tempo per movimentare il gioco. Si confondono tra di loro e avanzano insieme, spostandosi bruscamente per passare o segnare su azioni rapidissime. Ma iniziano presto a diventare prevedibili, e il vantaggio che avevano consegnato alla squadra viene rapidamente azzerato.
  • Eri Fujisawa - Figlia del vicepreside del liceo privato Ryokufu, è impegnata come talent scout del club di basket. Grazie alla sua personalità e al suo carisma è rispettata dai giocatori anche molto più dell'allenatore.

Aiwa[modifica | modifica sorgente]

L'Aiwa è stata la miglior squadra della prefettura di Aichi per molti anni, ma nel campionato attuale si è classificata 2ª a causa della sconfitta inflittagli dal Meihou (il punteggio è 74-68). Durante il campionato nazionale sconfigge lo Shohoku al terzo turno (decimato e stanco per la partita contro il Sannoh del giorno prima, ed inoltre senza Sakuragi, partito negli Stati Uniti per guarire la schiena infortunata nel corso della medesima partita) e giunge alle semifinali dove verrà battuta dal Kainan.

  • Dai Moroboshi - Playmaker. Capitano dell'Aiwa, è un grandissimo giocatore, e ritenuto il migliore in assoluto della sua prefettura (a ciò gli vale il soprannome di "stella di Aichi"). Tuttavia la sua squadra si qualifica per il campionato nazionale solo come seconda, causa Morishige, che in un'azione ha infortunato Moroboshi, costringendolo a lasciare il campo alla fine del primo tempo; rientra in campo negli ultimi 5 minuti di gioco, lanciando il violento contrattacco dell'Aiwa, che tuttavia non riesce a recuperare in tempo il distacco di 29 punti venutosi a creare. È considerato l'unico in tutto il paese in grado di contrastare efficacemente Sawakita del Sannoh, ma nel corso della partita contro lo Shohoku anche Rukawa mostra di potergli tenere testa.

Meihou[modifica | modifica sorgente]

Il Meihou è diventata la miglior squadra della prefettura di Aichi, sconfiggendo l'Aiwa alle finali per 74-68. È molto probabile che il Meihou sia la squadra vincitrice del campionato nazionale, in quanto il torneo è vinto dalla squadra della "super-matricola".

  • Hiroshi Morishige - Centro. Nonostante sia solo una matricola, la sua stazza (199 cm per 100 kg) e la sua potenza fisica gli permettono di schiacciare senza problemi, travolgendo i suoi marcatori. Grazie a questa sua dote riesce a mettere fuori uso Moroboshi e la difesa dell'Aiwa, consentendo alla sua squadra di qualificarsi come prima nella prefettura di Aichi. La stessa cosa si ripete ai campionati nazionali contro lo Josei, che al secondo turno viene sorpreso dalla sua furia e pesantemente sconfitto (102-56). Adora guardare appeso al canestro i difensori a terra dopo una schiacciata; ciò gli costa una serie di falli tecnici che lo porteranno all'espulsione nella partita contro l'Aiwa.

Toyotama[modifica | modifica sorgente]

Primo team affrontato dallo Shohoku nel corso del torneo nazionale. Proveniente dalla prefettura di Osaka, in cui è stato per anni il team numero uno, il Toyotama è un'ottima squadra, che basa il suo gioco sulla tecnica del run and gun, cioè un ritmo altissimo ed una serie di attacchi molto veloci allo scopo di accumulare punti (questo ritmo viene ben mostrato all'inizio della partita contro lo Shohoku, in cui il parziale è 9-0 solo al primo minuto); non a caso, tutte le sue partite nel corso del campionato prefettorio si sono concluse con punteggi elevatissimi, eccezion fatta per la finale persa contro il Daiei Gakuin. Inoltre i membri del team praticano un gioco molto duro, spessissimo ai limiti del regolamento, e provocano sistematicamente gli avversari. Le sue star sono le due ali Minami e Kishimoto ed il playmaker Itakura. Il coach Kanehira, al contrario, è molto malvisto dagli elementi di spicco della squadra, legatissimi al precedente allenatore, il signor Kitano, primo ad applicare il run and gun ed elemento determinante per il loro ingresso nel team, ma esonerato dall'incarico dopo non esser riuscito a condurre la squadra oltre l'8º posto a livello nazionale; non a caso, tanto Minami quanto Kishimoto ignorano del tutto le direttive del nuovo coach, imponendo il vecchio sistema di gioco, convinti che, in caso di vittoria, la dirigenza richiamerà Kitano. Questi contrasti interni esploderanno violentemente nel corso del match contro lo Shohoku, risultando determinanti per la sconfitta del Toyotama (91-87).

  • Mitsuaki Iwata - Centro. È dotato di buone qualità difensive, ma non è al livello né dei tre elementi di spicco della squadra (Minami, Kishimoto e Itakura), né soprattutto di Akagi, che nel corso del match lo surclasserà completamente sia in difesa che in attacco.
  • Tsuyoshi Minami - Ala grande. Capitano del team, Minami è un giocatore completo, dotato sia in fase di passaggio che di tiro; inoltre è pressoché micidiale nelle triple, qualità che lo rendono il miglio realizzatore della prefettura di Osaka. Legatissimo all'allenatore Kitano, Minami è disposto a tutto pur di portare la sua squadra alla vittoria del campionato nazionale, compreso andare oltre i limiti del regolamento: è infatti soprannominato "Ace Killer", perché autore di gravi falli (gomitate) che di fatto eliminano dal gioco il miglior giocatore avversario; a farne la spese saranno Fujima dello Shoyo e Rukawa, colpito all'occhio nel corso del primo tempo e costretto ad uscire. Il suo ritorno in campo e la sua prestazione eccezionale nonostante l'occhio pesto, tuttavia, schiacceranno psicologicamente Minami, che giocherà gran parte del secondo tempo sotto tono e riporterà una ferita alla testa; curato dal suo vecchio mentore Kitano, tornerà in campo e sotto i suoi occhi sfodererà una prestazione strepitosa che tuttavia non riuscirà a colmare il vantaggio precedentemente accumulato dallo Shohoku.
  • Minori Kishimoto - Ala piccola. Altro elemento di punta del Toyotama, Kishimoto è entrato in squadra assieme all'amico d'infanzia Minami perché affascinato fin da piccolo dalla tecnica del run and gun e dalla figura dell'allenatore Kitano; giocatore fortissimo in chiave offensiva, è il secondo miglior realizzatore di Osaka. Di carattere arrogante e collerico, attaccherà ripetutamente briga con Sakuragi. La sua indole lo porterà nel corso del match a scontrarsi violentemente col suo allenatore, verso il quale non nutre alcun rispetto, arrivando addirittura alle mani.
  • Kyohei Yajima - Guardia. Tiene sotto controllo Mitsui per gran parte del primo tempo, finendone però surclassato nel secondo.
  • Daijiro Itakura - Playmaker. È uno dei tiratori più pericolosi, soprattutto da tre, qualità che lo rende il terzo miglior realizzatore di Osaka dietro Minami e Kishimoto. Come quest'ultimo è molto arrogante e pronto alla rissa, e non esita a provocare ripetutamente il suo avversario diretto: il suo bersaglio sarà Miyagi, che, furibondo, giocherà l'intero primo tempo del tutto sotto tono, salvo riprendersi brillantemente nel secondo tempo.
  • Teruo - Amico d'infanzia di Hikoichi, con cui condivide la passione per il basket. Separati dall'iscrizione a due diverse scuole (Toyotama e Ryonan). Teruo lo tratterà in seguito con grande arroganza e sufficienza, spalleggiato da Kishimoto, che deriderà apertamente Sendo, scatenando le ire di Hikoichi.

Sannoh[modifica | modifica sorgente]

La squadra liceale più forte di tutto il Giappone, vincitrice del titolo per tre anni consecutivi, è composta da giocatori molto brillanti. Tra questi spiccano Eiji Sawakita, considerato il giocatore più bravo della nazione, Masashi Kawata, il miglior centro della nazione e Kazunori Fukatsu, talentuoso playmaker. Peculiarità del Sannoh sono un gioco velocissimo e il pressing a zona, che riescono ad indebolire la squadra avversaria nel giro di pochi istanti. Verrà sconfitto al secondo turno dallo Shohoku per 79-78, grazie ad un canestro realizzato da Sakuragi all'ultimo secondo.

  • Kazunori Fukatsu - Playmaker fortissimo in difesa che rende molto difficile il gioco all'avversario. Nella partita contro il Kainan è riuscito a bloccare Maki. Personaggio alquanto particolare, alla fine di ogni frase pronuncia la parola "bip". Contro lo Shohoku il suo avversario diretto è Miyagi; durante la partita si dimostra decisamente superiore a quest'ultimo che, però, durante il secondo tempo riuscirà a dargli filo da torcere con la sua velocità e il suo dribbling.
  • Masashi Kawata - Giocatore che si potrebbe definire quasi perfetto, avente una massiccia muscolatura, una tecnica ineccepibile ed un'ottima velocità e proprio per questo è definito il miglior centro di tutto il Giappone. Tuttavia è un arrogante pieno di sé e tende ad insultare gli avversari (ad esempio Akagi). Inoltre è molto severo con il fratello minore Mikio e il suo collega Sawakita, il quale viene spesso malmenato da Kawata. Nel corso del match contro lo Shohoku, oltre a misurarsi con Akagi, per un periodo verrà chiamato dall'allenatore a tenere sotto controllo anche Sakuragi, diventato più pericoloso dello stesso capitano dello Shohoku, per aver avviato la rimonta della sua squadra grazie alla propria abilità nei rimbalzi. Akagi per tutta la partita viene battuto da Kawata, anche perché ossessionato dal dover dimostrare di essere il migliore nel suo ruolo in Giappone. Akagi riuscirà a contrastare con efficacia Kawata quando smette di tentare di superarlo ad ogni costo, ammettendo che Kawata sia migliore di lui, ma che lo Shohoku è più forte e vincerà. Si dimostra anche una persona buona in fondo: è infatti l'unico a notare l'infortunio alla schiena di Sakuragi, e gli consiglia di lasciare il campo perché, se fosse rimasto, avrebbe rischiato di gettare al vento una brillante carriera. A seguito di questo lo avverte che se deciderà di giocare la scelta sarà stata sua, quindi lui non si sarebbe trattenuto e avrebbe giocato come sempre.
  • Eiji Sawakita - Il trascinatore del team, un giocatore dalle qualità davvero eccelse e considerato il più forte in assoluto del basket liceale giapponese. Frequenta il secondo anno (l'anno precedente, da matricola, fece un campionato strepitoso e trascinò la squadra alla vittoria finale) delle superiori, al termine delle quali andrà negli Stati Uniti per diventare professionista. Pratica questo sport sin dall'infanzia e fu allenato dal padre, un grande estimatore della disciplina. Si potrebbe definire l'alter ego di Rukawa: bravo ma individualista, egocentrico e venerato dal pubblico femminile, inoltre è anche l'unico giocatore che alle medie ha battuto a ripetizione Sendoh, rivale di Rukawa. Una cosa che lo rende superiore all'asso dello Shohoku è l'abilità nel trovare i punti deboli dei suoi avversari (ad esempio nota che Rukawa non protegge al meglio la palla quando fa una finta). Umilierà continuamente Rukawa per quasi tutta la partita non facendolo passare mai e battendolo sul suo stesso terreno, il one-on-one, finché Rukawa non capirà le parole di Sendoh ("Se ci fosse un torneo di one-on-one probabilmente tu vinceresti. Ma in una partita quello è solo uno dei tanti modi per arrivare a canestro. Finché non capirai questo non mi batterai mai in una partita."), e smette di impuntarsi nel confronto diretto iniziando a passare la palla. Da quel momento in poi l'asso del Sannoh viene ripetutamente sconfitto da Rukawa che diventa imprevedibile e torna ad essere immarcabile nel one-on-one, perché Eiji non sa più cosa aspettarsi da lui, visto che la fissazione per il one-on-one era il maggiore punto debole di Rukawa. A detta di tutti i presenti, quando inizia a passare la palla, Rukawa gioca alla pari di Sawakita, se non addirittura meglio.
  • Masahiro Nobe - Giocatore capace, la sua specialità è il rimbalzo ed in questo si sfiderà all'ultimo sangue con Hanamichi. Per gran parte del primo tempo la sfida è alla pari, con un leggero vantaggio di Nobe, ma poi Hanamichi si scatena, incoraggiato da Anzai che lo definisce il giocatore che può cambiare le sorti della partita, e lo sconfigge completamente, costringendo Kawata ad occuparsi di lui.
  • Mikio Kawata - Frequenta il primo anno, ed è il fratello minore di Masashi. Non è eccezionale dal punto di vista tecnico (infatti sa tirare solo sotto canestro), ma grazie alla sua stazza riesce a posizionarsi sotto canestro senza difficoltà e a segnare molti punti. Mikio detiene il primato di giocatore più alto di tutto il campionato (la sua statura è di ben 210 cm) ed ha un fisico roccioso, oltre a pesare ben 130kg (ciò nonostante Hanamichi, seppur con un fallo, riesce ad atterrarlo). Nel primo tempo il coach Domoto lo fa entrare al posto di Nobe per contrastare Sakuragi sotto canestro, ma viene presto neutralizzato. Nel secondo tempo rientra in campo per marcare Akagi, mentre Masashi marca Hanamichi. Mikio è molto diverso da suo fratello, essendo umile ed insicuro oltre a distrarsi facilmente, e viene spesso ripreso violentemente da Masashi.
  • Jin Matsumoto - Dopo Sawakita, il giocatore più forte del team; protagonista ad inizio secondo tempo, dove trascina il Sannoh al +24, si rivelerà tuttavia caratterialmente molto fragile nel corso del match, finendo psicologicamente schiacciato dalla tenacia di Mitsui, che mette a segno molti canestri di fila nonostante quasi non si regga in piedi. Infatti Jin continua a chiedersi come faccia Mitsui a segnare così tanto, nonostante riesca a stento a capire dove si trovi.
  • Satoshi Ichinokura - Riserva del Sannoh, viene schierato in campo per marcare Mitsui. Tecnicamente non è molto preparato, ma possiede una grande resistenza ed il suo compito è sfiancare Mitsui, che pecca in fatto di resistenza a causa di due anni di inattività.

Altri personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Yayoi Aida - Sorella maggiore di Hikoichi Aida del Ryonan, è una giornalista sportiva. Esegue la sua professione con il massimo della caparbietà, seguendo con attenzione gli incontri salienti del torneo, supportata dal suo collega Nakamura. Tifa per il Ryonan per la presenza di suo fratello ma, in particolare, per la presenza di Sendoh, del quale è innamorata.
  • Tetsuo - Teppista amico di Mitsui. Durante la rissa in palestra, prende a botte Rukawa e Hanamichi, anche se quest'ultimo riuscirà ad avere la meglio. In seguito, Tetsuo diverrà un altro sostenitore di Mitsui. Esce con la moto sempre senza casco e, a causa di ciò, viene inseguito dalla polizia.
  • Ryu - È il più cattivo dei teppisti della gang di Mitsui. Nella rissa in palestra colpisce vigliaccamente Rukawa alle spalle, sbattendogli in testa lo spazzolone per pulire il parquet. Dopo il cambiamento di Mitsui e l'abbandono di Tetsuo e Hotta, Ryu diviene il capo della banda, e decide di punire Tetsuo. L'arrivo casuale di Mitsui porta la collera di Ryu a salire, e decide di spezzargli entrambe le mani in modo che non possa giocare mai più. L'arrivo di Hanamichi e dei suoi amici interrompe la sentenza, così Mitsui e il rossino raggiungono la palestra per disputare la partita contro il Takahata.
  • Kito - Amico d'infanzia di Ryu e nuovo membro della sua banda. A differenza degli altri predilige stendere subito gli avversari, ad esempio quando colpisce Tetsuo con una spranga di ferro o quando cerca di colpire Hanamichi con un casco da moto. Comunque fisicamente è inferiore a Testuo, che nonostante i colpi subiti riesce a sollevarlo e a scagliarlo contro una parete senza difficoltà. È stato in prigione per un tempo indeterminato, durante il quale ha ucciso due detenuti.
  • Sugiyama - Capitano della squadra di basket dell'università Shintai, definita la migliore di tutto il Giappone a livello universitario. Osservando la partita dello Shohoku contro il Ryonan afferma che Akagi è il miglior Pivot della prefettura di Kanagawa (preferendolo a Hanagata dello Shoyo, Takasago del Kainan e Uozumi del Ryonan), e pertanto si reca a casa sua col suo coach per chiedergli di entrare nella loro scuola e squadra l'anno prossimo. La lettera che Haruko spedisce ad Hanamichi in America afferma che, nonostante la grande opportunità, alla fine del campionato nazionale Takenori ha deciso di rifiutare la proposta, optando per un un'università meno prestigiosa.
  • Ryuji Yazawa - ex-allievo di Anzai fino a 15 anni prima gli eventi del manga. L'allenatore mirava a renderlo il più forte del Giappone. Yazawa non sopportava i suoi modi inflessibili, in particolare la sua fissazione riguardo ai fondamentali; decise così di partire in America, credendo di poter migliorare la sua tecnica ed esprimere appieno le sue capacità. Anzai non ebbe più notizie del ragazzo, tranne un video in cui viene mostrato durante una partita in piena difficoltà per lacune tecniche e per mancanza di affiatamento con i suoi compagni di squadra. Cinque anni dopo, l'allenatore venne a sapere che il suo allievo era morto in un incidente stradale sotto effetto di droghe, ad appena 24 anni. Mentre visitava la sua tomba, la madre gli consegnò una lettera scritta dal ragazzo quattro anni prima e a lui indirizzata ma mai spedita, in cui chiese scusa al suo coach manifestando pentimento per la sua scelta affrettata di partire. Anzai rimase a tal punto scioccato dall'accaduto che abbandonò l'ambito universitario ed i metodi austeri, trasformandosi in un uomo mite, bonario e molto paziente.
  • Ichiro Mizutawa - Capitano della squadra di basket della scuola media Tomigaoka, la stessa frequentata da Rukawa. Il suo sogno è vincere il campionato nazionale col suo senpai Kaede, e per questo ha deciso di iscriversi allo Shohoku. Sfortunatamente contrae dei forti dolori al ginocchio, avviso di una malattia incurabile che gli impedirà per sempre di giocare a basket; il suo medico gli consiglia di smettere subito per non velocizzare il processo, ma egli si rifiuta. Sua sorella maggiore riesce ad organizzare una partita per realizzare il sogno di Ichiro: giocare con Rukawa. Le squadre vengono così composte: Rossi (Sakuragi, Mitsui, Miyagi, Yasuda, Shiozaki) e Bianchi (Akagi, Kogure, Kuwata, Mizutawa, Rukawa). Rukawa però si rifiuta di giocare con "un ragazzino", quindi Mizutawa e Shiozaki fanno cambio. Nonostante l'handicap Ichiro da il meglio di sé, dimostrando di essere al livello del suo senpai. La partita si conclude con un pareggio (78-78). Ichiro può smettere di giocare senza rimpianti, e accetta la proposta di diventare, l'anno prossimo, il secondo manager dello Shohoku.
  • Akane Mizutawa - Sorella maggiore di Ichiro. Si confida con Haruko (sua amica) sulle condizioni del fratello e questa, commossa, convince Takenori ad organizzare una partita con squadre composte da giocatori dello Shohoku più Ichiro.
  • Dr. T - Personaggio super deformed indipendente dall'opera che rappresenta l'autore del fumetto (la "T" si riferisce appunto a "Takehiko"). Appare qualche volta con lo scopo di spiegare le regole del basket. Indossa sempre un berretto rosso girato e la maglia n.23 dei Chicago Bulls (cioè quella di Michael Jordan), e spesso è mostrato utilizzare un pallone degli Harlem Globetrotters.

Altri team[modifica | modifica sorgente]

  • Kadono - Seconda squadra affrontata dallo Shohoku nel torneo di Kanagawa. Non è molto forte, infatti subisce una sconfitta clamorosa (24-160). Hanamichi entra in campo a due minuti dall'inizio, ma viene espulso anche in questa partita; in questo match ottiene la sua espulsione più rapida (circa 4 minuti), che gli varrà i soprannomi di "re delle espulsioni" e "re dei falli".
  • Takahata - Terza squadra affrontata dallo Shohoku nel torneo di Kanagawa. Neanche questa squadra è molto forte, venendo sconfitta clamorosamente (103-59). Anche in questa partita Hanamichi viene espulso.
  • Takezato - Insieme a Kainan, Shohoku e Ryonan, è una delle quattro squadre giunte alle finali del torneo di Kanagawa. Tuttavia si rivelerà decisamente inferiore a tutte e tre, perdendo tutti gli incontri: contro il Ryonan per 117-64 (con Sendoh e Uozumi non schierati fino alla fine della partita), contro lo Shohoku per 120-81 (con Akagi e Sakuragi in panchina, per non mostrare al Ryonan di aver imparato a tirare da sotto canestro in soli tre giorni), e contro il Kainan per 98-51.
  • Daiei - Batte il Toyotama alle finali per 61-73, qualificandosi al torneo nazionale come prima squadra nella prefettura di Osaka.
  • Shohoku-B - Non è un team vero e proprio, ma un quintetto composto da quattro giocatori dello Shohoku (Sakuragi, Mitsui, Miyagi, Yasuda) più Ichiro Mizutawa. Disputerà un'amichevole contro un altro team composto da giocatori dello Shohoku (Akagi, Kogure, Kuwata, Shiozaki, Rukawa), detto Shohoku-A, per realizzare il sogno di Ichiro di giocare col suo senpai Kaede almeno una volta. La partita terminerà con un pareggio (78-78), grazie ad una schiacciata di Hanamichi realizzata negli ultimi secondi.
  • Shoyo/Ryonan - Non è un team vero e proprio, bensì uno improvvisato da Hikoichi dietro insistenza di Sakuragi, che voleva mostrare a tutti la sua nuova tecnica, il "tiro dell'allenamento" (niente più che un tiro in sospensione, imparato perfettamente in una sola settimana sotto la guida di Anzai, mentre il resto della squadra era fuori per uno stage con lo Josei). La squadra è composta da tre giocatori dello Shoyo (Fujima, Hanagata, Hasegawa) e quattro del Ryonan (Fukuda, Ikegami, Uozumi, Sendoh). Lo Shohoku sconfigge questa fortissima combinazione (76-74) anche grazie ai grandissimi miglioramenti di Hanamichi, che segna 4 punti con tiri in sospensione e 2 con una schiacciata all'ultimo secondo, grazie alla quale lo Shoyo/Ryonan viene battuto.
  • Yokotama - Squadra proveniente dalla prefettura di Hyōgo. Al primo turno del torneo nazionale si scontra con l'Aiwa, venendo sconfitta (il punteggio è 103-58).
  • Tomifusa - Squadra sconfitta al primo turno del torneo nazionale dal Daiei (il punteggio è 81-48).
  • Haraguchi - Squadra sconfitta al primo turno del torneo nazionale dallo Josei (il punteggio è 79-34).
  • Hori - Proveniente dalla prefettura di Fukuoka. Team appena menzionato nel manga, si sa che al torneo nazionale ha sconfitto il Machida al primo turno per 74-40.
  • Machida - Proveniente dalla prefettura di Aomori. Team appena menzionato nel manga, si sa che al torneo nazionale è stato sconfitto al primo turno dall'Hori per 74-40.
  • Uruyasu - Team appena menzionato nel manga, si sa che al torneo nazionale ha sconfitto lo Yuki al primo turno per 93-58.
  • Yuki - Team appena menzionato nel manga, si sa che al torneo nazionale è stato sconfitto al primo turno dall'Uruyasu per 93-58.
  • Mamiyanishi - Squadra proveniente dalla prefettura di Iwate. Si scontra col Kainan al secondo turno del torneo nazionale, venendo sconfitta per 104-49.
  • Bakyusei - Altra squadra affrontata e sconfitta dal Kainan (104-49) nel torneo nazionale, al terzo turno.