Centro (pallacanestro)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefania Passaro, centro della Nazionale italiana femminile, taglia fuori Ul'jana Semënova.

Il centro (in inglese center) o pivot ("perno" della squadra) è uno dei ruoli standard della pallacanestro.

Il centro è generalmente il giocatore più alto della squadra e preferibilmente il più massiccio dal punto di vista muscolare. Nella pallacanestro maschile, l'altezza minima richiesta ad un tipico centro è di almeno 208 centimetri (6' 10"), in quella femminile si preferiscono atlete dai 190 centimetri di altezza in su.

Solitamente, ad un centro si richiede di saper sfruttare la sua grande massa soprattutto nei pressi del canestro. All'interno dell'area dei tre secondi deve saper segnare, difendere, 'stoppare' i tiri degli avversari, cioè spazzare via con le mani il pallone mentre vola verso il canestro, "tagliare fuori" il pari ruolo avversario (facendolo restare dietro la propria schiena) e catturare rimbalzi.

Un centro che riesca ad unire la stazza all'atletismo può essere un giocatore dominante ed insostituibile per una squadra. Un centro deve possedere un buon movimento spalle a canestro e un buon tiro dalla media distanza.

Centri famosi della pallacanestro maschile mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Nella storia del basket il ruolo del centro è stato, forse, il più importante. Fino agli anni '90 molte squadre avevano nel loro roster un centro di ruolo tipico, ma poi, con l'evoluzione del gioco, i centri sono diventati più duttili e alcuni di loro si sono specializzati nel tiro dalla lunga distanza, distanziandosi dall'area dei tre secondi per ricevere e tirare. Questo ha comportato una riduzione del numero dei centri in senso stretto e, di conseguenza, sono diminuiti i giocatori che dominavano l'area.

Alcune squadre hanno deciso di rinunciare all'utilizzo di questo ruolo nel proprio quintetto, spingendo il proprio stile di gioco verso un basket più veloce e di contropiede. Erik Spoelstra, allenatore dei Miami Heat, ha vinto i titoli NBA 2011-2012 e 2012-2013 schierando un quintetto basso e privo di centro, dimostrando l'efficacia di tale tattica.

Nella NBA di oggi alcuni centri "vecchio stile" sono, ad esempio: Andrew Bynum, Al Horford, Al Jefferson, Brook Lopez, Tyson Chandler, Roy Hibbert e Dwight Howard.

Il primo centro dominante nella storia della NBA è considerato all'unanimità George Mikan, attivo negli anni '50.

Shaquille O'Neal è celebre sia per le sue proporzioni enormi, 2 metri e 16 centimetri (7' 1") per 145 kg circa (325 lbs, ma in alcune stagioni superò i 150 kg), come per le sue movenze agili come giocatore in post. L'ex-giocatore cinese Yao Ming, degli Houston Rockets, alto 2 metri e 29 centimetri (7' 5") aveva una mobilità ed un tiro spesso associati a giocatori più bassi.

Tra i grandi centri della storia vanno ricordati George Mikan, Kareem Abdul-Jabbar, Wilt Chamberlain, Bill Russell, Vlade Divac, David Robinson, Robert Parish, Moses Malone, Hakeem Olajuwon, Arvydas Sabonis, Patrick Ewing, Shaquille O'Neal e Dikembe Mutombo, mentre attualmente tra i migliori in questo ruolo ci sono Dwight Howard degli Houston Rockets e Tyson Chandler dei New York Knicks. Dino Meneghin è considerato il più forte pivot della storia del basket italiano. Attualmente, soprattutto in Europa, i centri si sono trasformati, diventando più atletici (con minor peso e statura) con un buon movimento fronte a canestro e possibilmente un buon tiro dai 6 metri. In Italia esempi di centro classico sono Dalibor Bagarić, Petar Popović e Joseph Blair, mentre esempi di pivot atletico sono Travis Watson e Rolando Howell.

Giocatrici entrate nella Hall of Fame[modifica | modifica wikitesto]

Altre grandi[modifica | modifica wikitesto]

pallacanestro Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro