Knock-out

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Knock-out (disambigua).
bussola Disambiguazione – "K.O." rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi KO.
Il knock-out può essere caratterizzato da un'incoscienza temporanea.

Il knock-out[1] (reso anche dall'acronimo KO, o K.O., il cui significato è "fuori combattimento") è una causa di interruzione anticipata dell'incontro in sport da combattimento, in particolare nel pugilato.

Tale termine deriva dall'espressione «knock out of time», «abbattere oltre il tempo» in lingua inglese.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'interruzione per KO avviene quando un atleta non è in grado di proseguire il combattimento, dopo aver ricevuto colpi regolari dall'avversario: se l'atleta atterrato non si rialza entro il limite di tempo prefissato (per esempio, 10" nel pugilato) viene dichiarato sconfitto per knock-out con conseguente assegnazione della vittoria all'avversario.

Il knock-out può essere associato alla perdita di coscienza, provocata da un colpo fisico: pugni portati alla zona della testa (in particolare, a mascella e tempie) possono inoltre provocare una commozione cerebrale.

KO tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Il knock-out tecnico (KOT)[3] può verificarsi qualora l'atleta riporti una ferita durante il combattimento: tale situazione non comporta l'avvio del conteggio da parte del giudice di gara, il quale può tuttavia decidere di interrompere l'incontro per l'impossibilità dell'atleta ferito a continuare il combattimento.

Tipologie di KO. tecnico[modifica | modifica wikitesto]

  • Infortunio: l'atleta riporta una ferita tale da non permettergli di continuare a combattere. Lo stop è imposto dal medico;
  • Stop dell'angolo: lo staff di un atleta decide di sospendere l'incontro per gravi condizioni fisiche/agonistiche dell'atleta (noto anche come "getto della spugna");
  • Stop imposto dall'arbitro: il giudice di gara ferma l'incontro poiché l'atleta è sopraffatto dall'avversario, e non in grado di reagire con cognizione di causa;
  • Atterramenti multipli: nel corso di una ripresa, l'atleta subisce vari knockdown;

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Grafie alternative: "knockout", "knock out".
  2. ^ C. Ferretti, A. Frasca (a cura di), Enciclopedia dello sport, Milano, Garzanti Libri, 2008, p. 1670.
  3. ^ TKO (technical knockout) in inglese.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

pugilato Portale Pugilato: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pugilato