Ottavio Dantone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ottavio Dantone

Ottavio Dantone (Cerignola, 9 ottobre 1960) è un clavicembalista e direttore d'orchestra italiano, particolarmente noto per le sue interpretazioni di musica barocca. Virtuoso di clavicembalo e fortepiano, è direttore musicale dell'Accademia Bizantina di Ravenna dal 1996.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dantone ha studiato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano dove si è diplomato in organo e clavicembalo. Nel 1985 ha vinto il premio Basso continuo all'International Paris Festival e nel 1986 all'International Bruges Festival.

Dantone ha debuttato nella direzione di un'opera lirica nel 1999 con la prima esecuzione in tempi moderni dell'opera Giulio Sabino di Giuseppe Sarti al Teatro Alighieri di Ravenna.[1] Ha poi debuttato al Teatro alla Scala nel 2005 dirigendo Rinaldo di Händel,[2] che sarebbe stato poi replicato a Glyndebourne nel 2011.[3]

Nel 2007 per il Teatro La Fenice di Venezia ha eseguito i Concerti brandeburghesi BWV 1046-1051 diretti da Claudio Abbado.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Ottavio Dantone ha realizzato varie incisioni con il gruppo Accademia Bizantina.

Quello che segue è l'elenco dei dischi in cui compare da solista al clavicembalo.

Video[modifica | modifica wikitesto]

  • 2003 - Il Giardino Armonico Deux. Music of the French Baroque - Giovanni Antonini (flauto), Luca Pianca (liuto), Enrico Onofri (violino), Vittorio Ghielmi (viola da gamba), Ottavio Dantone (clavicembalo). Registrato al Castello di Hellbrunn, Salisburgo. Etichetta: Arthaus Musik (DVD)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Freeman (dicembre 2000)
  2. ^ El Diario Vasco (20 ottobre 2009)
  3. ^ Rinaldo: Glyndebourne Festival 2011, Glyndebourne. URL consultato l'8 febbraio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]