Ottaviano Riario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ottaviano Riario
Medaglia di Ottaviano Riario
Medaglia di Ottaviano Riario
1479 - 1523
Nato a Forlì
Dati militari
Paese servito Stato Pontificio, Firenze, Milano
Forza armata Mercenari

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia
Ottaviano Riario
vescovo della Chiesa cattolica
CoA Riario 2.svg
Nato a Forlì nel 1479
Consacrato vescovo il 16 settembre 1506
Deceduto nel 1523

Ottaviano Riario (Forlì, 14791523) è stato un condottiero italiano, signore di Imola e Forlì.

Era figlio di Girolamo Riario, nipote di Papa Sisto IV e di Caterina Sforza. Rimasto orfano di padre all'età di nove anni, fu nominato, per intercessione della madre, Signore di Imola e Forlì, nel luglio del 1488, da Papa Innocenzo VIII.

Subì un oltraggio da Giacomo Feo, amante della madre Caterina, che lo schiaffeggiò in pubblico, senza che nessuno avesse il coraggio di difendere il ragazzo. Dopo questo episodio la situazione a Forlì si fece molto difficile e i fedeli di Ottaviano decisero di liberare la città dal dominio di Giacomo Feo. Nel 1490 ordì una prima congiura contro di lui, ma questa fallì. Fu probabilmente l'ispiratore dell'imboscata che portò all'assassinio del Feo nella sera del 27 agosto del 1495.

Nel 1506 venne eletto vescovo di Viterbo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Marchi, Giovanni dalla Bande Nere, Milano, 1981. ISBN non esistente.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Signore di Imola Successore
Girolamo Riario 1488-1499 Cesare Borgia
Predecessore Signore di Forlì Successore
Girolamo Riario 1488-1499 Cesare Borgia
Predecessore Vescovo di Viterbo e Tuscania Successore BishopCoA PioM.svg
Raffaele Riario 1506 - 1523 Egidio da Viterbo