Mr. Lui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marco Lui (noto con il nome d'arte di Mr. Lui) (Milano, 18 luglio 1975) è un mimo e comico italiano.

Laureato in scienze motorie, ha iniziato la propria carriera a circa 18 anni esibendosi in alcuni locali come cabarettista e imitatore di Michael Jackson ed in seguito come animatore turistico. Ha ottenuto alcune presenze televisive come ospite in noti programmi Mediaset, tra i quali Beato fra le donne, Rose rosse, La febbre del venerdì sera e Sotto a chi tocca.

Dall'autunno 2005 ha dato vita sugli schermi di Italia 1 al personaggio di Mr. Lui, un mimo che compariva in brevissime gag comiche subito prima degli spazi pubblicitari nella fascia dedicata ai ragazzi, in mattinata e nel pomeriggio. Le brevi scenette si ispiravano ai cortometraggi comici degli storici Mr. Bean e Benny Hill in cui il protagonista era oggetto di eventi paradossali e particolarmente sfortunati. Tecnicamente lo stile ricalcava quello delle comiche del passato (camera sempre fissa senza stacchi) reso più attuale dall'utilizzo di colori, suoni e rumori digitali.

Poco amato da parte del pubblico televisivo, il personaggio è stato bersaglio di campagne su Internet che chiedevano il suo allontanamento da Mediaset e la cessazione delle gag di Mr. Lui[1]. La sua presenza in video fu così piuttosto breve; dapprima i passaggi televisivi degli sketch sono stati ridotti drasticamente, finché nel luglio del 2008 le sue gag sono sparite definitivamente da Italia 1, sostituite dai 6 come 6 e dalla mascotte di Boing, emittente Mediaset dedicata ai bambini in onda sul digitale terrestre.

Marco Lui collabora attivamente con Fiorello[2], per il quale ha curato riprese, regia e montaggio del backstage della tournée teatrale Fiore, nessuno e centomila, oltre ai backstage della trasmissione Viva Radio Due.

Dal 2010 è impegnato come autore e interprete per l'edizione 2010-2011 del GT Ragazzi nel quale cura anche una rubrica settimanale, il "My GT". Inoltre ha prodotto e diretto il lungometraggio The book of life dove ha recitato anche il ruolo da protagonista.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mr. Lui: genio o nuova icona trash? su Giovani.it
  2. ^ Biografia Mister Lui righe 7-10

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]