Monte Vélan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monte Vélan
Mont Vélan depuis le Grand Saint-Bernard.jpg
Il monte visto dal passo del Gran San Bernardo (versante ovest).
Stati Italia Italia
Svizzera Svizzera
Regione Valle d'Aosta Valle d'Aosta
Vallese Vallese
Altezza 3.731 m s.l.m.
Catena Alpi
Coordinate 45°53′31.39″N 7°15′06.52″E / 45.892053°N 7.251811°E45.892053; 7.251811Coordinate: 45°53′31.39″N 7°15′06.52″E / 45.892053°N 7.251811°E45.892053; 7.251811
Altri nomi e significati Mont Vélan (francese)
Data prima ascensione 1779
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Vélan
Mappa di localizzazione: Alpi
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Occidentali
Grande Settore Alpi Nord-occidentali
Sezione Alpi Pennine
Sottosezione Alpi del Grand Combin
Supergruppo Catena Grand Combin-Monte Vélan
Gruppo Gruppo Monte Vélan-Tête de By
Sottogruppo Gruppo del Monte Velàn
Codice I/B-9.I-B.3.a

Il Monte Vélan (in francese Mont Vélan) (3.731 m) è una montagna delle Alpi Pennine alta 3731 m che si trova lungo il confine italo-svizzero tra la regione Valle d'Aosta ed il Canton Vallese.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Monte Velàn visto dal Grand Combin (versante nord).

Si trova ad oriente del passo del Gran San Bernardo; dal versante svizzero domina la Val d'Entremont mentre da quello italiano è collocata lungo lo spartiacque tra il valle del Gran San Bernardo e la Valpelline.

Il versante sud si presenta roccioso mentre quello nord è ricoperto dal ghiacciaio di Valsorey. La sommità si presenta come un grande cupolone ammantato dal ghiaccio e prende il nome di Dôme du Vélan.

Dalla sommità si gode di un ampio panorama che abbraccia le Alpi Graie e le Alpi Pennine. Dal versante italiano si distingue bene la città di Aosta mentre da quello svizzero si vede tutta la valle che scenda dal passo del Gran San Bernardo.

Ascesa alla vetta[modifica | modifica wikitesto]

Prima ascensione[modifica | modifica wikitesto]

La prima ascensione risale al 31 agosto 1779 ad opera di Laurent Joseph Murith, prete dell'Ospizio del Gran San Bernardo.

Via normale[modifica | modifica wikitesto]

Descrizione della via normale con indicata la possibile variante in discesa.

Oggi la via normale di salita alla vetta parte dalla Cabane du Vélan (2.642 m) e si sviluppa lungo il versante nord del monte.

Dalla capanna ci si avvia in direzione sud prima costeggiando la morena del ghiacciaio di Tseudet e poi immenttendosi sul medesimo a quota 2.800 m Si attraversa il ghiacciaio in direzione est arrivando sotto le pendici del Mont de la Gouille e poi si sale con l'aiuto di corde fisse al Col de la Gouille (3.252 m). Dal colle si scende sul ghiacciaio di Valsorey perdendo un centinaio di metri. Infine si risale il ghiacciaio in direzione sud e superando un tratto più ripido si arriva alla calotta sommitale del monte Vélan.

La discesa può essere compiuta seguendo l'itinerario di salita oppure scendendo del tutto il ghiacciaio di Valsorey e non passando più dalla Cabane du Vélan.

Altre vie di salita[modifica | modifica wikitesto]

La vetta del monte. Sullo sfondo il gruppo del monte Bianco.
  • Dal versante italiano si può salire sulla vetta utilizzando il Bivacco Rosazza al Savoie (2.651 m) raggiungibile dalla Valpelline. Dal bivacco si sale al Col de Valsorey (3.107 m), colle situato sulla frontiera tra l'Italia e la Svizzera. Dal colle si raggiunge la vetta seguendo la lunga cresta orientale.
  • Una via alpinistica dal versante occidentale è costituita dal Couloir d'Annibal. Dal passo del Gran San Bernardo ci si dirige in direzione est fin sotto la parete ovest del monte e poi si sale lungo il couloir che porta direttamente in vetta.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]