Monte Thabor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo monte in Galilea, vedi Monte Tabor.
Monte Thabor
Thabor.jpg
A destra il monte Thabor; a sinistra il Pic du Thabor.
Stato Francia Francia
Regione Rodano-Alpi
Provenza-Alpi-Costa Azzurra
Dipartimento Stemma Savoia
Alte Alpi
Altezza 3.178 m s.l.m.
Catena Alpi
Coordinate 45°06′54.86″N 6°33′47.42″E / 45.115238°N 6.563172°E45.115238; 6.563172Coordinate: 45°06′54.86″N 6°33′47.42″E / 45.115238°N 6.563172°E45.115238; 6.563172
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Francia
Monte Thabor
Mappa di localizzazione: Alpi
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Occidentali
Grande Settore Alpi Sud-occidentali
Sezione Alpi Cozie
Sottosezione Alpi del Moncenisio
Supergruppo Catena Chaberton-Tabor-Galibier
Gruppo Gruppo del Monte Tabor
Sottogruppo Cresta del Monte Thabor
Codice I/A-4.III-A.2.a

Il Monte Thabor (3.178 m s.l.m. - detto anche monte Tabor) è una montagna delle Alpi Cozie. La montagna è in territorio francese dal 1947 ed è situata tra il comune di Valmeinier a sud-ovest di Modane, nel dipartimento della Savoia ed il comune di Névache nel dipartimento delle Alte Alpi.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La cappella costruita sulla sommità.

Una cappella è stata eretta quasi sulla sommità.

La vetta segnava fino al 1947 la frontiera tra l'Italia e la Francia. Il trattato di Parigi stipulato dopo la seconda guerra mondiale ha fatto sì che attualmente la frontiera sia situata all'inizio della Valle Stretta e passi circa 5 km più a est.

Due ipotesi coesistono circa il nome del monte. La prima lo rapporta al monte Tabor in Israele; la seconda deriva da tradizioni locali.

È dal massiccio del Thabor (versante orientale) che nascono i due principali rami di corsi d'acqua, confluenti in zona Ponte della Fonderia (1850 m s.l.m. circa), che formano il Ruisseau de la Vallée Etroite (Torrente di Valle Stretta), il quale attraversa poi Bardonecchia gettandosi, appena fuori l'abitato, nella Dora di Bardonecchia.

Salita alla vetta[modifica | modifica sorgente]

Si può salire sulla vetta partendo dalla Valle Stretta e passando dal Rifugio Terzo Alpini, in prossimità del quale è possibile lasciare l'automobile. Si prosegue lungo la strada sterrata fino al Piano della Fonderia e di qui si procede a sinistra sempre seguendo la strada sterrata fino alle vecchie miniere di ferro del Banchet. Superata la miniera, con una breve salita si arriva a 2.200 metri s.l.m. al ponte delle Planche, poi superato il torrente si sale lungo il Vallone del Desinare posto alla base del Grand Seru. Il sentiero segue per un tratto la sponda sinistra di un torrentello che si attraversa dopo essere giunti ad un pianoro;, di qui si procede su di un sentiero sassoso in una serie di serpentine che fanno prendere quota rapidamente e successivamente su pianori, in direzione della Cappella della Nostra Signora dei Sette Dolori, ormai ben visibile, posta in prossimità della sommità del monte Thabor a 3.178 metri s.l.m.. Dal rifugio Terzo Alpini il tempo di percorrenza è di circa quattro ore. Grado di difficoltà F. Il dislivello è di 1.450 m.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]