Mons (esogeologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mons (plurale: montes) (dalla corrispondente parola latina che significa "monte") è un termine utilizzato nella terminologia tipica dell'esogeologia per designare una varietà di geomorfologie osservabili sulla superficie di pianeti o su altri corpi celesti di composizione solida, quali ad esempio i rilievi che circondano un grande cratere d'impatto (ad esempio i Nereidum Montes di Marte), le creste (ad esempio i Geryon Montes, sempre sul Pianeta Rosso, nella regione di Valles Marineris) oppure delle semplici montagne isolate, anche di origine vulcanica (è questo il caso dell'Olympus Mons).

Simili rilievi, oltre che su Marte, sono stati individuati sulla superficie della Luna, su Mercurio, su Venere, sul satellite gioviano Io e sui satelliti saturniani Teti, Titano e Giapeto.

Di seguito una tabella comparativa di alcuni tra i più elevati montes del Sistema solare

Corpo celeste Mons Altezza Note
Mercurio Caloris Montes 1,5-3 km[1]
Venere Maxwell Montes 6,4 km[2]
Maat Mons ~ 5 km[3] Il più grande vulcano su Venere
Luna Huygens Mons 5,5 km[4] Si trova nel Mare Imbrium
Hadley Mons 4,5 km[4] Si trova nel Mare Imbrium
Marte Olympus Mons < 22 km[5] Se si prendesse come punto di riferimento una depressione a circa 1000 km, la sua altezza risulterebbe allora di 26 km
Ascraeus Mons 15 km[6]
Elysium Mons 13,9 km[7]
Arsia Mons > 9 km[8]
Pavonis Mons ~ 11 km
Anseris Mons 6,2 km Una delle cime non vulcaniche più alte di Marte; si trova nel cratere meteoritico Hellas Planitia
Aeolis Mons 5,5 km
Io Boösaule Montes (17,5 ± 3) km[9][10]
Euboea Montes (10,5 ± 1) km[11][12]
Giapeto Cresta equatoriale ~ 20 km (max)[13]
Titano Mithrim Montes 2,0 km[14][15][16]
Olympus Mons su Marte, comparato al Monte Everest e Mauna Kea sulla Terra.

Gallery[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Oberst, J., et al., The morphology of Mercury’s Caloris basin as seen in MESSENGER stereo topographic models in Icarus, vol. 209, nº 1, 2010, pp. 230–238, DOI:10.1016/j.icarus.2010.03.009. URL consultato il 30 novembre 2012. Si veda in particolare p. 232
  2. ^ (EN) Jones, Tom; Stofan, Ellen, Planetology: Unlocking the secrets of the solar system, Washington, D.C., National Geographic Society, 2008, p. 74, ISBN 978-1-4262-0121-9.
  3. ^ Misurati rispetto alla pianura circostante.
    PIA00106: Venus - 3D Perspective View of Maat Mons in The Planetary Photojournal, JPL, NASA. URL consultato il 30 novembre 2012.
    (EN) Smrekar, S.E.; Kiefer, W.S.; Stofan, E.R., Large Volcanic Rises on Venus in Bougher, S.W.; Hunten, D.M.; Phillips, R.J., Venus II: Geology, Geophysics, Atmosphere, and Solar Wind Environment, University of Arizona Press, 1997, p. 851, ISBN 978-0-8165-1830-2. URL consultato il 30 novembre 2012.
  4. ^ a b (EN) Serge Brunier, The Moon: setting foot on another world in Solar System Voyage, Cambridge University Press, 2002, p. 76, ISBN 978-0-521-80724-1. URL consultato il 30 novembre 2012.
  5. ^ Neil F. Comins - Discovering the Essential Universe (2012) - Page 148
  6. ^ Malin Space Science Systems Release No. MOC2-950 Mars Global Surveyor 2004-12-24
  7. ^ Mars Global Surveyor MOC2-57 Elysium Mons Release
  8. ^ Catalog Page for PIA03948
  9. ^ (EN) Schenk, P., et al., The mountains of Io: Global and geological perspectives from Voyager and Galileo in Journal of Geophysical Research, vol. 106, E12, 2001, pp. 33201-33222, DOI:10.1029/2000JE001408.
  10. ^ Schenk, P., Hargitai, H., Boösaule Montes in Io Mountain Database. URL consultato il 30 novembre 2012.
  11. ^ (EN) Martel, L.M.V., Big Mountain, Big Landslide on Jupiter's Moon, Io in Solar System Exploration, NASA, 16 febbraio 2011. URL consultato il 30 novembre 2012.
  12. ^ Schenk, P., Hargitai, H., Euboea Montes in Io Mountain Database. URL consultato il 30 novembre 2012.
  13. ^ (EN) Schubert, G., et al., Evolution of Icy Satellites in Space Science Reviews, vol. 153, 1-4, 2010, pp. 447-484, DOI:10.1007/s11214-010-9635-1.
  14. ^ (EN) G. G. Mitri, Bland,M. T.; Showman, A. P.; Radebaugh, J.; Stiles, B.; Lopes, R. M. C.; Lunine, J. I.; Pappalardo, R. T., Mountains on Titan: Modeling and observations in Journal of Geophysical Research, vol. 115, E10002, 2010, pp. 1–15, Bibcode:2010JGRE..11510002M, DOI:10.1029/2010JE003592. URL consultato il 5 luglio 2012.
  15. ^ Annuncio della denominazione della regione.
  16. ^ Limiti geografici della regione.


Montes del sistema solare Olympus Mons su Marte
Sui pianeti MercurioVenereMarte
Sui satelliti LunaIoTeti · Titano · Giapeto
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare