Moby Blu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moby Blu
La nave in livrea Moby Lines
La nave in livrea Moby Lines
Descrizione generale
British-Merchant-Navy-Ensign.png Civil Ensign of Italy.svg Flag of Saint Vincent and the Grenadines.svg
Tipo Traghetto ro-ro passeggeri
Proprietario/a *Townsend European Ferries (1965-1968)
*Townsend Thoresen (1968-1982)
* Moby Lines (1982-2003)
Identificazione Numero IMO: 6506317
Costruttori I.C.H. Holland, Werf Gusto Yard
Cantiere Schiedam, Paesi Bassi Olanda
Varata 29 gennaio 1965
Completata maggio 1965
Entrata in servizio 22 maggio 1965
Nomi precedenti Free Enterprise II (1965-1982)
Destino finale demolita in India nel 2003
Caratteristiche generali
Stazza lorda 5956 tsl
Portata lorda 840[1] tpl
Lunghezza 108,13 m
Larghezza 18,39 m
Pescaggio 4,05 m
Propulsione due motori Diesel MAN 12 cilindri, 5664 kW
Velocità 19 nodi
Capacità di carico 230 automobili
Passeggeri 1200

(SV) M/S FREE ENTERPRISE II (1965), Fakta om Fartyg, Archive.org

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

La Moby Blu era una nave traghetto appartenuta con questo nome alla compagnia di navigazione italiana Moby Lines dal 1982 al 2003.

Servizio[modifica | modifica sorgente]

La nave fu varata con il nome di Free Enterprise II il 29 gennaio 1965 ai cantieri navali di Schiedam, in Olanda, per conto della compagnia di navigazione Townsend Bros Ferries. Impiegata per collegare Dover con Calais o Zeebrugge, rimase su queste rotte anche dopo la fusione tra la compagnia di navigazione britannica e la norvegese Thoresen Ferries, che diede vita nel 1968 alla Townsend Thoresen. L'unica variazione fu l'impiego sulla rotta Southampton - Cherbourg nei mesi estivi dal 1970 al 1974. Nel 1977 fu posta in disarmo, venendo impiegata nell'estate 1979 nuovamente tra Southampton e Cherbourg, servizio ripetuto anche nelle due stagioni seguenti dopo due brevi noleggi alla Sealink, durante i quali fu utilizzata tra Weymouth e le isole di Jersey e Guernsey.

Nuovamente posta in disarmo al termine della stagione 1981, a ottobre dell'anno successivo fu venduta all'italiana Nav.Ar.Ma, divenendo l'ammiraglia della flotta e venendo immessa sul collegamento tra Livorno e Bastia. La nave, rinominata Moby Blu, fu il primo traghetto della compagnia italiana ad essere caratterizzato dal logo della balena sorridente dipinto sulle fiancate. Nel 1992 fu in servizio sulla linea Porto Santo Stefano - Bastia[2] e successivamente fu spostata sul collegamento tra Piombino e Portoferraio, sull'Isola d'Elba. Rimase in servizio su questa linea fino al 2001, quando fu posto in disarmo a Cagliari. Nel novembre 2003 fu venduto ad un cantiere di demolizione indiano, partendo per l'ultimo viaggio un mese più tardi con il nome troncato in Moby B..

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Moby Blu - IMO 6506317, shipspotting.com. url consultato il 7-01-2013
  2. ^ http://www.navimania.net/moby/storia2.htm

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]