Max Bruch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Max Bruch

Max Bruch (Colonia, 6 gennaio 1838Friedenau, 2 ottobre 1920) è stato un compositore e direttore d'orchestra tedesco.

Studiò con Carl Reinecke, Ferdinand Breuning e Ferdinand Hiller.

Fu un celebre direttore d'orchestra e compì numerose tournée negli Stati Uniti e in Russia.

Fu direttore stabile a Coblenza dal 1865 al 1867, a Berlino dal 1878 al 1880, a Liverpool dal 1880 al 1883, a Breslavia dal 1883 al 1890.

Dal 1890 al 1911 ottenne la cattedra di composizione presso l'Accademia di Berlino ed ebbe tra i suoi allievi Ottorino Respighi.

Mentre la sua produzione strumentale ebbe un successo grandissimo, non altrettanta fortuna ebbero i suoi lavori teatrali.

Fu un esponente del tardoromanticismo musicale tedesco all'interno del quale manifestò tendenze conservatrici. Si tenne lontano dalle nuove esperienze di Franz Liszt, Richard Wagner e Johannes Brahms per rifarsi piuttosto ai modelli mendelssonhiani che molto amava.

La sua fama è oggi legata al famoso Concerto per violino e orchestra op. 26 che scrisse trentenne e alle variazioni Kol Nidrei per violoncello e orchestra, ispirate a melodie ebraiche risalenti al VII-VIII secolo.

Alcune Opere[modifica | modifica sorgente]

Opere sinfoniche[modifica | modifica sorgente]

  • Sinfonia n.1 in mi bemolle maggiore op. 28
  • Sinfonia n.2 in fa minore op. 36
  • Sinfonia n.3 in mi maggiore op. 51
  • Suite su temi russi op.79b

Concerti[modifica | modifica sorgente]

  • Concerto per violino e orchestra n.1 in sol minore op. 26 (1868)
  • Concerto per violino e orchestra n.2 in re minore op. 44
  • Concerto per violino e orchestra n.3 in re minore op. 58
  • Adagio appassionato per violino e orchestra in do diesis minore op. 57
  • Adagio su temi celtici per violoncello e orchestra op.55
  • Canzone per violoncello e orchestra op. 56
  • Concerto per clarinetto, viola e orchestra in mi minore, op. 88
  • Concerto per due pianoforti e orchestra in la bemolle minore, op. 88 bis
  • Kol Nidrei, variazioni su un tema ebraico per violoncello e orchestra op. 47
  • Konzertstück per violino e orchestra in fa diesis minore, op. 84
  • In Memoriam, Adagio per violino e orchestra op. 65
  • Romanza per viola e orchestra in fa maggiore op. 85
  • Romanza per violino e orchestra in la minore op. 42
  • Fantasia scozzese per violino e orchestra in mi bemolle maggiore, op. 46

Musica da Camera[modifica | modifica sorgente]

  • Otto pezzi per clarinetto, viola e pianoforte op. 83
  • Ottetto per archi in si bemolle maggiore op. postuma (1920)
  • Trio con pianoforte in do minore op. 5
  • Quintetto per pianoforte in sol minore op. postuma (1886)
  • Fantasie per due pianoforti op. 11
  • Settimino in mi bemolle maggiore op. posth. (1849)
  • Quartetto d'archi n. 1 in do minore op. 9
  • Quartetto per archi n. 2 in mi maggiore, op. 10
  • Quintetto per archi in la minore op. posth. (1918)
  • Quintetto per archi in mi bemolle maggiore op. posth. (1918)

Opere teatrali[modifica | modifica sorgente]

  • Die Loreley (1863)
  • Hermione (1872)

Opere Corali[modifica | modifica sorgente]

  • Odisseo, per voci soliste, coro e orchestra, op. 41
  • Das Lied von der Glocken, oratorio per soli, coro e orchestra, dal Das Lied von der Glocken di Friedrich Schiller, op. 45 (1872)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 2655561 LCCN: n81125409