Ferdinand Hiller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto fotografico di Ferdinand Hiller

Ferdinand Hiller (Francoforte sul Meno, 24 ottobre 1811Colonia, 11 maggio 1885) è stato un compositore, direttore d'orchestra e critico musicale tedesco.

Già allievo di Johann Nepomuk Hummel, nel 1828 si trasferì a Parigi, dove rimase fino al 1835 intrattenendo relazioni con importanti personalità del mondo musicale, tra cui Chopin, Berlioz, Rossini e Bellini, ed esibendosi spesso come pianista accompagnatore di violino.

Ritratto fotografico di Ferdinand Hiller

Allontanatosi da Parigi, grazie all'interessamento di Rossini fece rappresentare nel 1839 alla Scala la sua prima opera, Romilda, che, nonostante la sapiente orchestrazione e la buona messa in scena, si rivelò un insuccesso. Hiller proseguì tuttavia il suo viaggio nella penisola dove, durante il biennio 1840-41, si dedicò allo studio della musica sacra, sotto la guida dell'abate Baini.

Fatto ritorno nella città natale, intraprese alcuni viaggi lungo tutta la Germania, prima di stabilizzarsi definitivamente nel 1850 a Colonia, dove fondò e diresse il locale conservatorio.

Furono anni ricchi di stimoli, durante i quali Hiller frequentò alcuni dei più grandi musicisti europei del tempo, tra cui Mendelssohn, Schumann, Brahms e anche con Joachim e Spohr.

La sua produzione musicale, influenzata dai diversi contatti, risulta non troppo ampia, ma ben articolata. Comprende 6 opere teatrali, 2 oratori, composizioni vocali con orchestra, 4 sinfonie e 4 ouverture.

Per quanto riguarda la musica per strumento solista, si ricordano i 2 concerti per pianoforte, altre pagine pianistiche (studi e romanze) e 1 concerto per violino.

Fu attivo inoltre come critico musicale, pubblicando volumi di storia e critica musicale, trattati di armonia e contrappunto.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 95188829 LCCN: n87117174