Mario Bonzano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Bonzano
Mario Bonzano.jpg
Nato a Cantalupo
Dati militari
Paese servito bandiera Regno d'Italia
Forza armata Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1929-1943).svg Regia Aeronautica
Specialità Pilota da caccia
Unità 20º Stormo
Grado IT-Airforce-OF-4.png Tenente colonnello
Guerre Guerra Civile Spagnola
Seconda guerra mondiale
Decorazioni vedi qui
Studi militari Allievo pilota di complemento

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Mario Bonzano (1º dicembre ... – ...) è stato un ufficiale e aviatore italiano nella Regia Aeronautica.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ursel (Knesselare), Belgio, fine 1940: Corpo Aereo Italiano (C.A.I.), personale di terra al lavoro su una coppia di Fiat G.50 del 20º Gruppo Caccia Terrestre, 56º Stormo. Il velivolo in secondo piano porta le insegne del comandante di reparto, il maggiore Mario Bonzano.

Dopo aver combattuto nell'Aviazione Legionaria durante la guerra civile spagnola, ottiene il comando, il 18 luglio 1939 del 20º Gruppo, appartenente al 56º Stormo Caccia Terrestre, con il grado di maggiore. Al comando del proprio reparto partecipò alla battaglia d'Inghilterra inquadrato nel Corpo Aereo Italiano (CAI) partecipando alle operazioni di scorta ai comandi di un caccia Fiat G.50. Rimase comandante del reparto fino al 12 maggio 1942. Promosso tenente colonnello, il 4 agosto 1942 è insignito dell'onorificenza di cavaliere dell'Ordine militare d'Italia[1].

Assieme ad Ugo Drago e Duilio Fanali risulta accreditato di 15 abbattimenti, settimo risultato tra i piloti della Regia Aeronautica.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Quirinale

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Giovanni Massimello, Giorgio Apostolo, Italian Aces of World War 2, Osprey Aircraft of the Aces No 34, Osprey Publishing, 25 novembre 2000, ISBN 1-84176-078-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]