Pak Bahr'ya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Marina militare del Pakistan)
Marina militare del Pakistan
Pak Bahr'ya
L'emblema della marina pachistana
L'emblema della marina pachistana
Descrizione generale
Attiva 14 agosto 1947
Nazione Pakistan Pakistan
Dimensione 25.000 uomini
5.000 riservisti
Guarnigione/QG Islamabad
Soprannome پاک بحریہ (Pak Bahr'ya) or PN
Motto A Silent Force To Be Reckon With....
Anniversari 8 settembre (giorno della marina)
Onori di battaglia Nishan-e-Haider, emblema del leone
Parte di
Comandanti
Capo dello Stato maggiore della marina ammiraglio Asif Sandila
Organizzazione Southern Naval Command (SNC),

Western Naval Command (WNC),
Northern Naval Command (NNC),

Eastern Naval Command (ENC),

Fonti nel testo

Voci su marine militari presenti su Wikipedia

La marina militare del Pakistan (in inglese Pakistan Navy, in urdu پاک بحریہ, Pak Bahr'ya) (PN) è il servizio navale delle Forze Armate Pakistane. La marina è responsabile della sorveglianza dei 1046 km di linea costiera del Pakistan lungo il Mare Arabico e la difesa di importanti porti civili e basi militari.la sua festa è celebrata l'8 settembre in commemorazione della guerra indo-pakistana del 1965[1].

Il ruolo corrente e primario della marina pakistana è proteggere gli interessi militari ed economici in patria ed all'estero, eseguendo le politiche estere e di difesa del governo pakistano attraverso l'esercizio della potenza militare, delle attività diplomatiche e di altre attività di supporto a questi obiettivi[2][3]. Come programma per il ventunesimo secolo, la marina pakistana si concentra anche su spedizioni globali e ha giocato un ruolo determinante nella partenza del Programma antartico pakistano[4][5]. Al 2011, la marina annovera 11 unità navali combattenti, 30 velivoli, 20 elicotteri, una nave da sbarco con bacino allagabile, 4 cacciamine, 12 motovedette missilistiche, 12 hovercraft, 5 sottomarini, 8 navi ausiliarie ed una nave da ricerca.

La marina è supportata anche dalla Pakistan Coast Guard, dai Pakistan Marines, e dalla Maritime Security Agency, la divisione paramilitare della marina pakistana[6] Al 2011, la marina pakistana ha una forza di circa 25.000 uomini in servizio attivo e 5.000 nella riserva[6]. In aggiunta vi sono 2.000 riservisti nella Maritime Security Agency, 2.500 in servizio nella Guardia Costiera, e 1.200 in servizio attivo nei Marines[6]. Nei suoi tempi recenti la marina pakistana ha subito una estensiva modernizzazione ed espansione anche visto il suo ruolo nella guerra al terrorismo. Dal 2011, la marina ha aumentatola sua responsabilità operativa assumendosi un maggior ruolo internazionale nel contrastare la minaccia del terrorismo globale basato in mare ed il traffico di droga[7]. Dal 2004 la marina pakistana è diventata un membro della Combined Task Force 150 (CTF-150), una unità multinazionale della NATO[7]

La costituzione del Pakistan prevede che il presidente della repubblica sia il comandante in capo della Marina. Il Capo di Stato Maggiore, per statuto un ammiraglio a quattro stelle, viene nominato dal presidente con la necessaria consultazione e ratifica del Primo ministro. Il Capo di Stato Maggiore è subordinato al ministro della Difesa e al segretario alla Difesa, e comanda la Marina.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fregata Shamsir nel 1951

La fondazione della Pakistan Navy avvenne un giorno dopo l'indipendenza del Pakistan il 15 agosto 1947. La ricostituzione delle forze armate divise la ex Royal Indian Navy tra India e Pakistan, e con le prime navi, due sloop-of-war, due fregate, 4 cacciamine e due pescherecci armati ed i relativi equipaggi (358 tra ufficiali e marinai), si vide assegnato il ruolo di pattugliare una ampia parte del delta sulla costa pakistana.

Principali unità navali[modifica | modifica wikitesto]

Unità di superficie[modifica | modifica wikitesto]

PNS Zulfiqar
PNS Alamghir
PNS Tippu Sultan
PNS Shahjahan
Classe PNS Larkana di motovedette missilistiche
Z-9C in atterraggio sulla fregata britannica HMS Cornwall nell'agosto 2009

Tra le unità d'altura in servizio a tutto il 2013 figurano le vecchie fregate della classe Type 21 britannica, aggiornate e componenti la classe Tariq, e la classe Zulfiqar, composta da quattro fregate sviluppate congiuntamente da Pakistan e Cina Popolare sulla base della fregata cinese classe Jiangkai I/II (nota anche come Type 054); le navi sono dotate anche di elicottero Harbin Z-9EC ASW, versione navalizzata cinese dello Eurocopter Panther.

Navi con le rispettive classi:[8][9][10][11]

Fregate
4 Classe F-22P Zulfiqar
  • F-251 PNS Zulfiqar
  • F-252 PNS Shamshir
  • F-253 PNS Sayf
  • F-254 PNS Aslat
2009
PNS Zulfiqar consegnata agosto 2009
PNS Shamshir consegnata dicembre 2009
PNS Sayf consegnata 15 settembre 2010
PNS Aslat consegnata il 17 giugno 2011
1

PNS Alamgir
2010
"Acquisita in agosto 2010.[12]
6






Classe Tariq
1990






Cacciamine
3 Cacciamine Classe Eridan
Motovedette missilistiche
2 Classe Jalalat II
2 Batteli veloci d'attacco (indigeni)[13]
2 Batteli veloci d'attacco (cinesi)
  • PNS Azmat (varata)[14]
  • PNS ? (in costruzione)
1 Larkana class
1  ?
Piattafporme tattiche multiruolo
2 MRTP-33
2 MRTP-15
Ausiliarie
1 Classe Fuqing
1 Classe Poolster
2 Petroliere costiere
1 Navi idrografiche
1 altro tipo
2 piccole petroliere e di utilità
  • PNS Madadgar
  • PNS Razad-gar
Navi scuola
1 Classe Leander
1 Rah Naward
Hovercraft
12 Classe Griffon
Pattugliatori
17 12 Gulf Crafts e 5 barche da pattuglia USA consegnate come donazione il 13 Feb 2010 a Karachi.[15]

Sottomarini[modifica | modifica wikitesto]

Un totale di 5 battelli diesel elettrici più tre sottomarini tascabili, MG110, è in esercizio[16]. Questi comprendono:

sottomarino[17]

3 Classe Agosta 90B[18]
2 Agosta 70[18]
  • PNS/M Hasmat
  • PNS/M Hurmat
  • Un contratto siglato nel giugno 2010 con la francese DCN per l'aggiornamento degli Agosta 70.

Tutti i sottomarini pakistani, a propulsione diesel-elettrica (SSK), sono stati equipaggiati con AshMs (missili superficie-superficie lanciabili in immersione). I tre battelli della classe Khalid sono in grado di lanciare missili Exocet mentre i più vecchi Agosta e Daphne sono stati equipaggiati con missili Harpoon. La PNS/M Hamza (il terzo Agosta-90B) è equipaggiato con il sistema MESMA di tipo AIP (Air Indipendent Propulsion), mentre la PNS/M Khalid e la PNS/M Saad verranno aggiornati con lo stesso sistema MESMA nel prossimo futuro. La marina pakistana conta anche di integrare il missile Boeing Harpoon Block II sugli Agosta-90B, che attualmente sono anche in grado di lanciare i siluri di tipo Blackshark[19], prodotti dalla Whitehead, divisione del gruppo Alenia[20].

Nella metà del 2006 la marina pakistana annunciò i suoi requisiti per 3 nuovi sottomarini d'attacco che rimpiazzassero i suoi obsoleti Agosta-70 e ricostituissero la sua flotta dopo il ritiro dei 4 della classe Daphne. L'azienda cantieristica francese DCN ha offerto il suo progetto più moderno da esportazione, il Marlin, basato sulla classe Scorpene, ma che utilizzava anche tecnologia utilizzata per il sottomarino nucleare d'attacco Barracuda. Comunque la marina pakistana è accreditata di aver scelto i battelli della classe U-214. Durante la mostra IDEAS 2008, l'esponente della HDW (l'industria cantieristica tedesca produttrice dell'U-214) Walter Freitag, ha detto che "il contratto commerciale è stato finalizzato al 95%". Il primo battello dovrebbe essere consegnato alla marina pakistana in 64 mesi dalla firma del contratto mentre il resto dovrebbe essere completato nei successivi 12 mesi[21].

Il Pakistan sta anche cercando di migliorare la sua capacità di risposta strategica con lo sviluppo di versioni navalizzate del missile di crociera da attacco terrestre LACM Babur. Il Babur ha una gittata di 700 km ed è in grado di usare sia testate convenzionali che nucleari. Futuri sviluppi del missile includono la capacità di essere lanciati da sottomarini, navi di superficie ed aerei.

Aviazione Navale[modifica | modifica wikitesto]

Breguet Atlantique
Westland Lynx

L'Aviazione Navale del Pakistan è una importante componente della Marina Pakistana e concorre con pattugliamenti di superficie ed antisommergibile a garantire la sicurezza dei confini marittimi.

Al 2012 la forza aerea comprende:

  • 3 Westland Lynx – elicotteri da trasporto, antisom e antinave, non si sa se ancora operativi[22]
  • 6 Westland Sea King Mk45 – elicotteri antisom e antinave,[23] Questi hanno avuto base a Karachi.
  • 8 Aérospatiale SA-319B Alouette III – elicotteri da trasporto, antisom e antinave[24]
  • 7 Lockheed P-3C Orion – velivoli da sorveglianza marittima e antosommergibile, piattaforma aviotrasportata da allarme precoce. Una futura fornitura di 7 o più altri velivoli è stata prevista da un accordo con la Lockheed Martin firmato nel 2006.[25] Due P-3C Orion sono stati spediti il 7 gennaio 2010 ed un altro nel novembre 2009[26]. Due di essi sono stati distrutti da un attentato terroristico nella loro base PNS Mehran, nel maggio 2011, e rimpiazzati nel febbraio 2012[22].
  • 7 Fokker F27-200 Friendship – velivoli da sorveglianza marittima[27]
  • 4 Hawker 850 – trasporto VIP
  • 2 Breguet Atlantique I – velivoli da sorveglianza marittima e antosommergibile.[18]
  • 32+ Dassault Mirage 5 – aerei da attacco antinave gestiti dalla Pakistani Air Force sulla base di Masroor in Karachi[18]
  • Unmanned Aerial Vehicles
  • 12 Harbin Z-9EC elicotteri antisom equipaggiati da un radar di ricerca di superficie, un sonar filabile a bassa frequenza equipaggiato con un radar di ricerca di superficie, un sistema di navigazione Doppler ed armato con siluri.

Altri[modifica | modifica wikitesto]

X-CRAFT: Un battello sperimentale silenzioso[28]

X-Craft 908 P/A come Shallow Water Attack Submarine (SWAS - Sottomarino d'attacco per acque poco profonde) è usato per trasportare e posare mine, attaccare con siluri, operazioni speciali con incursori e uomini rana ed è stato sviluppato dalla ditta italiana M/s COSMOS nel 1986. Viste le condizioni disastrose nelle quali il primo esemplare è stato consegnato nel 1988, tutti gli X-Craft successivi sono stati assemblati in Pakistan. Attualmente, gli X-Craft bengono fatti operare sotto il comando di COMSUBS (il comando sottomarini e non quello incursori) insieme con gli altri sottomarini convenzionali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pakistan Times | Top Story: Defence Day in Pakistan today; President, PM ask nation to imbibe spirit of ’65 War
  2. ^ Pakistan Navy PN, Pakistan Navy: Roles and Function in Naval Inter-Service Public Relation (Naval ISPR), Pakistan Navy Public and Military Affairs, 18 marzo 2008. URL consultato il 2011.
  3. ^ Commander Muhammad Azam Khan, Pakistan Navy (retired), current research officer at Pakistan Naval War College, Options for Pakistan Navy: § Pakistan Navy: A sentinel for energy and economic security, United States Naval Academy, Commander Muhammad Azam Khan, retired. Current, research officer at the Pakistan Naval War College, 2011, p. 7.
  4. ^ Mills, J.M. (2003). Exploring polar frontiers: a historical encyclopedia. 1 (A–M). Santa Barbara: ABC-CLIO.
  5. ^ Pakistan Navy PN, Pakistan Navy: Hydrography in Naval Inter-Service Public Relation (Naval ISPR), Pakistan Navy Department of National Research and Hydrography. URL consultato il 2011.
  6. ^ a b c Captain Hassan Khan, Pakistan Navy: Strength in Pakistan Military Consortium, Pakistan Military Consortium, 18 marzo 2008. URL consultato il 2011.
  7. ^ a b Bilal H. Khan, Pakistan Navy Modernization Program in Pakistan Military Consortium, Bilal H. Khan Pakistan Military Consortium, 18 marzo 2008. URL consultato il 2011.
  8. ^ Official Website – Frigates
  9. ^ PakDef – Patrol Craft
  10. ^ Official Website – Missile Boats
  11. ^ Globalsecurity.org
  12. ^ Pak signs USD 65 million deal for US frigate – Brahmand.com
  13. ^ : PAKISTAN NAVY:. A Silent Force to Reckon with... [ a 4 dimensional force]
  14. ^ Azmat Class Fast Attack Craft for the Pakistan Navy
  15. ^ Gulf Craft boats will guard Pakistan's coast | Gulf Craft Inc | AMEinfo.com
  16. ^ Anon. (14 April 2007) Pakistan Navy. Pakistan Navy website. 9 giugno 2009, http://www.webcitation.org/5hPNTIF3w.
  17. ^ Pakistan on verge of selecting HDW submarine
  18. ^ a b c d Agosta
  19. ^ Pakistani Defence Forum
  20. ^ U212 / U214 Type Submarines - Naval Technology
  21. ^ http://www.paktribune.com/news/index.shtml?208366%7CPakistan to buy German subs, ignore French – Paktribune
  22. ^ a b http://www.naval-technology.com/news/newspakistan-navy-receives-second-batch-of-p-3c-orion-aircraft/ Pakistan Navy receives second batch of P-3C Orion aircraft accesso 22 febbraio 2012
  23. ^ Westland "Sea King" / "Commando" helicopter – development history, photos, technical data
  24. ^ World Navies Today: Pakistan
  25. ^ Pakistan acquires 8 US-made P-3C Orion aircraft
  26. ^ US to provide Pakistan two advanced P-3C Orion naval surveillance aircraft
  27. ^ Pakistan Navy
  28. ^ : PAKISTAN NAVY :. A Silent Force to Reckon with... [ a 4 dimensional force]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]