Marina militare birmana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Marina Militare Birmana
Myanmar Navy
Descrizione generale
Attiva 1947
Nazione Birmania Birmania
Tipo Marina Militare
Dimensione 19,000 effettivi
più di 120 navi
Guarnigione/QG Naypyidaw
Parte di
Comandanti
Capo di stato maggiore Vicemmiraglio Thura Thet Swe
Simboli
Bandiera di guerra Naval Ensign of Myanmar.svg

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La Marina militare birmana, (Burmese: တပ်မတော် (ရေ); pronuncia burmese : [taʔmədɔ̀ jè]) e conosciuta anche internazionalmente con la designazione in lingua inglese Myanmar Navy, è la marina militare della Birmania e parte integrante, assieme alla aeronautica militare e all'esercito, delle forze armate birmane.

Il ruolo della Marina militare birmana è di pattugliare l'immensa linea costiera del paese, assicurare la sicurezza delle acque territoriali e della Zona Economica Esclusiva (ZEE), per proteggere gli interessi marittimi strategici del paese e delle isole circostanti e difendere il paese dalle minacce marittime. A questo si aggiungono le missioni antiinsurrezione che il governo militare del paese mette in atto contro gli oppositori. La marina ha attualmente 19.000 effettivi attivi e più di 120 mezzi navali, prevalentemente di piccole dimensioni, e non ha una significativa componente di altura.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Storicamente la marina reale birmana è stata una forza costiera e fluviale, con le sue prime unità dedicate al pattugliamento del fiume Irrawaddy, nella prima metà del diciannovesimo secolo, con cannoni leggeri da 6 e 12 libbre e una trentina di fucilieri; nella seconda metà vennero acquisite alcune navi adatte al mare aperto, con equipaggi misti locali ed europei. In precedenza ed anche in parallelo al regno birmano le navi Arakanesi e Mon battevano le coste per pirateria, arrivando a colpire anche le coste dell'India tra il quindicesimo e il diciassettesimo secolo.

Nel 1940 venne formata la Marina Birmana che giocòè un ruolo minore tra gli Alleati contro i giapponesi. Nel 1947 con l'indipendenza venne fondata la marina militare birmana, con 700 uomini ed alcune navi donate dalla Royal Navy, nello specifico una fregata della classe River, quattro mezzi da sbarco di tipo Landing Craft Gun (Medium). Fino agli anni settanta del ventesimo secolo la marina birmana venne provvista di mezzi acquistati o donati da paesi occidentali; dal 1990 in poi venne avviato un programma di acquisti basato massicciamente su materiale di provenienza cinese.

Flotta[modifica | modifica sorgente]

Le sue unità principali sono quattro fregate e due corvette, cui si aggiungono diverse decine di unità minori. Il principale fornitore appare dall'inizio del ventunesimo secolo la Repubblica popolare cinese.

Fregate[modifica | modifica sorgente]

Classe Costruttore Numero di serie Anno di entrata in servizio Armament0 Note
classe Aung Zeya[1] Arsenale militare
(Myanmar) Birmania
F11 - Aung Zeya
F12 - Kyansittha
2008
2012
8 missili antinave Kh-35E
Cannone super rapido Oto Melara 76 mm
4 cannoni AK-630 6 canne da 30 mm CIWS
Lancia siluri tripli da 324 mm YU-7 ASW
Lanciarazzi, probabilmente razzi ASW o da inganno
classe Jianghu-II
Type 053H1
Cantieri Hudong
(Repubblica Popolare Cinese) Cina
F21 - Mahar Bandoola
F23 - Mahar Thiha Thura
2012 8 missili antinave C-802
2 lanciarazzi ASW a 5 tubi Type 81 (RBU-1200) (30 razzi), o 2 Type 3200 6-tubi ASW RL (36 razzi)
2 mortai antisom Type 62 5-tubi
2 guide per cariche di profondità e proiettore
4 cannoni binati antiaerei da 37 mm
2 cannoni da 100 mm

Aviazione navale[modifica | modifica sorgente]

L'aviazione navale birmana è praticamente inesistente.


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ AMR NAVAL DIRECTORY 2011

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]