Maria Gadú

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Maria Gadu è un evidente fenomeno di popolarità per la sua generazione ed è una persona con una autentica vocazione per la musica. La prima volta che l'ho vista sono rimasto abbagliato e quando ha iniziato a cantare è stata spettacolare. »
(Caetano Veloso)
Maria Gadú
Maria Gadù alla Credicard Hall (2009).
Maria Gadù alla Credicard Hall (2009).
Nazionalità Brasile Brasile
Genere Música popular brasileira
Pop
Samba
Bossa nova
Blues
Etichetta Sony Music

Mayra Corrêa Aygadoux, nota come Maria Gadú (São Paulo, 4 dicembre 1986), è una cantautrice e chitarrista brasiliana di musica popolare.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Comincia a suonare fin da piccola, e dopo avere appreso le basi per la lettura della partitura musicale, a sette anni incide già canzoni su musicassette.

La sua vera e propria formazione musicale inizia all'età di tredici anni, quando comincia a tenere concerti nei bar di San Paolo, suonando musiche di Adoniran Barbosa, di Marisa Monte e di Chico Buarque.

Parte quindi per l'Europa in duetto col percussionista Doga, e successivamente, a inizio 2008, torna in madrepatria e si trasferisce a Rio de Janeiro, dove inizia a suonare nei bar del quartiere di Barra da Tijuca e di Zona Sul.

Qui conosce il regista Jayme Monjardim, che stava preparando una serie televisiva sulla madre, la cantante brasiliana Maysa, molto nota negli anni sessanta, che la scrittura per una parte nella serie, in onda nel gennaio del 2009, e include la sua versione del classico francese di Jacques Brel, Ne me quitte pas.

A ventidue anni comincia a cantare in televisione e firma un contratto discografico con l'etichetta Rio Slap per realizzare il suo primo album omonimo, che in Italia arriva alla posizione numero 5[1], grazie al quale si ritaglia spazio nei media brasiliani con brani come Altar Particolar, Bela Flor, Incontro, Shimbalaiê, che in Italia è arrivata alla posizione numero 1[2] per cinque settimane, scritto all'età di dieci anni, e Dona Cila, tributo alla nonna defunta.

Partecipa a cerimonie di premiazione, show televisivi, e si guadagna la stima di grossi nomi della musica, quali Milton Nascimento e Caetano Veloso, con cui realizza insieme un tour di concerti per voce e chitarra.

Il 21 febbraio del 2010, il suo primo album Maria Gadú ottiene il disco d'oro.

Lo stesso anno riceve due nomination ai Latin Grammy Award, nelle categorie "Miglior Artista Rivelazione" e "Miglior Album di un Cantautore".

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album in studio
Album live
  • 2010 - Multishow ao Vivo
  • 2011 - Maria Gadú e Caetano Veloso - Multishow ao Vivo - seconda posizione in classifica in Portogallo
Partecipazioni

Videografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Classifiche
  2. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Classifiche