Maria Anna di Sassonia-Weimar-Eisenach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ducato di Sassonia-Weimar-Eisenach
Wettin
Wappen Deutsches Reich - Grossherzogtum Sachsen-Weimar-Eisenach.png

Ernesto Augusto I
Ernesto Augusto II
Carlo Augusto
Carlo Federico
Carlo Alessandro
Guglielmo Ernesto
Modifica
Maria Anna di Sassonia-Weimar-Eisenach

Maria Anna Alessandrina Sofia Augusta Elena di Sassonia-Weimar-Eisenach (Weimar, 20 gennaio 1849Trebschen, 6 maggio 1922) fu una nobile tedesca.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era figlia di Carlo Alessandro di Sassonia-Weimar-Eisenach e della principessa Sofia d'Orange-Nassau.

Come ogni giovane ragazza, Maria e la cugina principessa Paolina sono stati considerati come spose possibili Albert Edward, Principe di Galles (il futuro Edoardo VII del Regno Unito ). Niente di tutto ciò è venuto, in quanto sua madre, la Regina Vittoria le considerava belle, ma "delicate e non abbastanza". Il principe sposò Principessa Alessandra di Danimarca.

Venne data in sposa al generale prussiano Enrico VII di Reuss. Il matrimonio venne celebrato a Weimar il 6 febbraio 1876[1].

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Maria Anna diede al marito sei figli[2]:

famiglia granducale di Weimar

Dopo la morte del re Guglielmo III dei Paesi Bassi, è stata Maria, la figlia della principessa Sofia dei Paesi Bassi, vicino al trono olandese. Guglielmo Ernesto però aveva dichiarato più volte che non aveva voglia di ereditare il trono se data l'opportunità, come la costituzione olandese richiedeva, avrebbe dovuto rinunciare al suo titolo di Granduca di Sassonia-Weimar-Eisenach.

Principessa Maria morì il 6 maggio 1922 a Trebschen.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Wettin 5
  2. ^ Reuss 6

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]