Ernesto Augusto II di Sassonia-Weimar-Eisenach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernesto Augusto II di Sassonia-Weimar-Eisenach
Ernesto Augusto II di Sassonia-Weimar-Eisenach
Ernesto Augusto II di Sassonia-Weimar-Eisenach in una stampa d'epoca
Duca di Sassonia-Weimar
Stemma
Predecessore Ernesto Augusto I
Successore Carlo Augusto
Duca di Sassonia-Eisenach
Predecessore Ernesto Augusto I
Successore Carlo Augusto
Nascita Weimar, 2 giugno 1737
Morte Weimar, 28 maggio 1858
Casa reale Sassonia-Weimar-Eisenach
Padre Ernesto Augusto I di Sassonia-Weimar
Madre Sofia Carlotta di Brandeburgo-Bayreuth
Consorte Anna Amalia di Brunswick-Wolfenbüttel

Ernesto Augusto II Costantino di Sassonia-Weimar-Eisenach (Weimar, 2 giugno 1737Weimar, 28 maggio 1758) fu Duca di Sassonia-Weimar e di Sassonia-Eisenach.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ernesto Augusto era il quinto figlio di Ernesto Augusto I di Sassonia-Weimar (1688 – 1748) e di Sofia Carlotta di Brandeburgo-Bayreuth (1713 – 1747), sua seconda moglie, ma il maggiore dei due figli sopravvissuti.

Suo padre, un tipico principe barocco amante dello splendore, si era spostato a Eisenach a causa della sua grande passione per la caccia. Preoccupandosi poco del figlio, lo fece risiedere al Castello del Belvedere a Weimar e lo affidò alla guida di un feldmaresciallo.

Ernesto Augusto Costantino perse il padre quando aveva appena undici anni. Dal momento che era ancora minorenne, i duchi Federico III di Sassonia-Gotha-Altenburg e Francesco Giosea di Sassonia-Coburgo-Saalfeld ressero lo stato in suo nome. Ernesto Augusto Costantino si recò a Gotha per vivere col duca Federico, che gli assicurò un'appropriata educazione.

Nel 1755 Ernesto Augusto chiese all'Imperatore una licenza d'età per divenire un governante indipendente. Egli ottenne questa concessione che fu quanto mai straordinaria. Salito al trono, nominò il suo educatore, il Conte dell'Impero (Reichsgräf) Heinrich von Bünau, come nuovo cancelliere, e lo incaricò di governare in suo nome in sua assenza.

Il duca, a causa dei suoi continui problemi di salute, dovette sposarsi presto per evitare che, morendo senza eredi, si estinguesse la sua dinastia.

A Brunswick, il 16 marzo 1756 Ernesto Augusto Costantino sposò Anna Amalia di Brunswick-Wolfenbüttel (1739 – 1807), dalla quale ebbe due figli, il secondo dei quali vide la luce dopo la morte del padre.

Alla sua morte, dal momento che il Principe ereditario non era che un infante, iniziò il florido periodo della reggenza della Principessa Anna Amalia, che guidò Weimar nel periodo classico.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Dalla moglie Amalia, Ernesto Augusto Costantino ebbe:

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Maestro dell'Ordine del Falco Bianco - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine del Falco Bianco
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca (Polonia)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gottfried Albin de Wette: Kurzgefaßte Lebens-Geschichte der Herzöge zu Sachsen, Weimar 1770, p. 553 e seguenti.
  • Ferdinand von Biedenfeld: Ein Tag in Weimar, Jansen Verlag Weimar, 1852, p. 12 (Digitalizzato)
  • Joachim Berger: Anna Amalia von Weimar: Eine Biographie, C. H. Beck, Monaco, 2006
Predecessore Duca di Sassonia-Weimar-Eisenach Successore
Ernesto Augusto I 17481758 Carlo Augusto