Cristiano Enrico di Brandeburgo-Kulmbach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Cristiano Enrico di Brandeburgo-Kulmbach (Bayreuth, 29 luglio 1661Weferlingen, 5 aprile 1708) fu margravio di Brandeburgo-Kulmbach.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cristiano era figlio di Giorgio Alberto di Brandeburgo-Kulmbach e di Maria Elisabeth di Holstein-Glücksburg.

Nel 1694 si trasferì, completamente indebitato, con la propria famiglia nel castello di Schönberg, dove nel 1703 firmò il trattato di Schönberg. In questo trattato rinunciò ad ogni possibilità di succedere nel Principato di Ansbach e nel Principato di Bayreuth e cedette questo diritto alla Prussia. Come compenso per questa cessione, ricevette da Federico I di Prussia un maniero dismesso appartenente agli Hohenzollern, il castello di Weferlingen.

Nel 1704 si trasferì con la propria famiglia nella nuova residenza, morì quattro anni dopo.

Matrimonio ed eredi[modifica | modifica sorgente]

Cristiano sposò nel 1687 Sofia Cristiana di Wolfstein, dalla quale ebbe sei figli che raggiunsero l'età adulta:

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie