Lotus Evora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lotus Evora
LotusEvora.jpg
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Lotus Cars
Tipo principale Coupé
Produzione dal 2009
Sostituisce la Lotus Esprit
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.342 mm
Larghezza 1.848 mm
Altezza 1.223 mm
Massa da 1.350 a 1.437 kg
Altro
Assemblaggio Hethel, Norfolk
Stile Russell Carr
LotusEvora-rear.jpg

La Lotus Evora è una Gran Turismo 2+2 posti costruita artigianalmente dall'industria automobilistica Inglese Lotus Cars, in produzione dal 2009.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

L'auto ha un telaio costituito da estrusioni di alluminio incollate che offre, a detta della casa, una rigidità torsionale doppia rispetto alla Lotus Elise. A differenza di altre vetture prodotte dalla Lotus il suo telaio è modulare ed è composto da una sezione centrale che ospita i passeggeri, un modulo anteriore, sacrificabile in caso di urti, dove è posizionato l'avantreno, ed una sezione posteriore che ospita il motore. I pannelli della carrozzeria sono invece realizzati con materiale composito ultra leggero.

Il propulsore V6 di 3,5 litri di origine Lexus-Toyota- è in grado di erogare 280 Cv a 6.400 giri/minuto ed una coppia massima di 342 N m a 4700 giri/minuto nella versione standard e 350 Cv a 7.000 giri/minuto con una coppia massima di 400 N m nella versione "S" dotata di compressore volumetrico. Questa ultima versione è in produzione dal novembre 2010.

Il cambio di serie è un manuale a 6 rapporti, in opzione ne è disponibile una versione con rapporti ravvicinati per la terza, quarta, quinta e sesta marcia al fine di aumentare le caratteristiche di accelerazione e ripresa. Dal 2011 è disponibile una trasmissione automatica denominata IPS che permette la variazione dei rapporti anche tramite comandi al volante. Il cambio IPS (Intelligent Precision Shift) è controllato da un software messo a punto direttamente dalla Lotus che, oltre a rendere il passaggi di marcia molto veloci, si avvale di uno speciale algoritmo che apprende lo stile di guida del pilota e di conseguenza ne adatta il funzionamento nella modalità automatica per agevolare la guida più sportiva.

Il reparto frenante vanta dischi da 350 mm all'anteriore e di 332 mm al posteriore.

L'Evora è inoltre dotata di dispositivi di sicurezza quali l'ESP, curato dalla Bosch, il Lotus Traction Control e l'EDL un differenziale a ripartizione elettronica.

Interni[modifica | modifica wikitesto]

Interni della Evora

Gli interni sono molto curati, a differenza della più essenziale Elise. I designer degli interni hanno dedicato un'attenzione molto particolare alla qualità dei materiali: ad eccezione del padiglione superiore, tutte le componenti del cruscotto, dei pannelli e delle portiere sono rivestite in vera pelle.

Per accentuare le caratteristiche di GT sportiva tutti i comandi interni quali pulsanti, manopole dei comandi e modanature di cruscotto e console, sono stati realizzati da blocchi di alluminio spazzolato. La selleria, realizzata in pelle, si avvale della collaborazione della Recaro.

L'impianto audio, realizzato dall'Alpine, dispone di un touch screen da 7 pollici completo di navigatore satellitare che incorpora anche un'interfaccia telefonica Bluetooth per le chiamate in vivavoce ed un lettore di DVD Video. Dal modello 2012 l'apparato audio è stato aggiornato con un impianto di derivazione Pioneer per la parte riguardante l'unità di navigazione .

Prestazioni[modifica | modifica wikitesto]

L'Evora standard con 280 CV, grazie ad un invidiabile rapporto peso-potenza, supera i 260 km/h e ferma il cronometro a 5 secondi nello scatto 0-100 km/h mentre la versione sovralimentata fa oltre 275 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata
(cm³)
Potenza Coppia Massima
(Nm)
Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
3.5 V6 dal debutto Benzina 3456 206 Kw (280 Cv) 350 217 5.1 261 10.1
3.5 V6 S dal debutto Benzina 3456 257 Kw (350 Cv) 400 229 4.8 277 10.8

Versioni Speciali[modifica | modifica wikitesto]

Una versione speciale della Lotus Evora denominata Evora GP F1 è stata prodotta nel settembre 2011 sulla base della versione S con 350 cv. Questo modello è stato prodotto in soli 7 esemplari numerati per celebrare il ritorno in Formula 1 della Lotus nel campionato 2011. La colorazione, come nella versione da corsa, riprende lo schema con la classica livrea nero e oro che portò alla vittoria il Team Lotus negli anni 70-80. La dotazione di questa versione è completa e comprende praticamente l'intera lista degli accessori disponibili sui modelli di serie.

La Lotus Evora e l'Arma dei Carabinieri[modifica | modifica wikitesto]

La speciale Lotus Evora S in dotazione all'Arma dei Carabinieri.

A luglio 2011, la Lotus Cars ha donato all'Arma dei Carabinieri due versioni speciali della Lotus Evora S, caratterizzate dalla livrea dell'Arma (carrozzeria blu, strisce rosse lungo il cofano e la scritta "Carabinieri" bianca lungo le portiere) ed equipaggiata con avanzati sistemi di segnalazione di emergenza.

Verrà utilizzata per svolgere in tempi rapidissimi compiti particolarmente urgenti, come ad esempio il trasporto di organi o sangue. È dotata inoltre di defibrillatore e di speciali unità portatili di raffreddamento per il trasporto di organi e sangue.

A guidarla saranno solo alcuni militari che hanno partecipato a specifici corsi di addestramento offerti da Lotus, la quale si incaricherà inoltre di tutti i costi di gestione e manutenzione delle due vetture.[1][2]

Le auto sono distinte con numero di targa "CC-CK313" e "CC-CX312".

È il secondo caso di auto sportive donate da case automobilistiche alle forze dell'ordine italiane: il primo caso era stato la Lamborghini Gallardo.

Lotus Evora Naomi Campbell Edition[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 la Top Model britannica Naomi Campbell disegnò insieme al designer della Lotus Donato Coco una serie speciale della Lotus Evora con interni altamente rifiniti e una livrea con colori bianco perlato e oro. Ogni particolare interno fu altamente personalizzato secondo i gusti della Campbell con rifiniture in pelle bianca e modanature placcate oro.  Furono costruite in tutto 8 vetture in serie limitata e numerata e vendute in un’asta di beneficenza  tra il 19 e il 28 Febbraio 2010 durante il London Fashion Week.

La prima unità venne venduta subito per 500.000 Dollari, la seconda e la terza furono vendute all’ incredibile cifra di $647,000, altre 4 a circa 300.000 dollari ciascuna e il ricavato devoluto in beneficenza a favore della popolazione di Haiti colpita dal cataclisma dello tsunami il il 12 Gennaio 2010.  L’ultima delle 8 vetture,invenduta, rimase nella disponibilità della stessa Lotus.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Notizia sul sito ufficiale della Lotus
  2. ^ Articolo su Omniauto

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili