Locomotiva FFS Re 6/6

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FFS Re 6/6
poi FFS Re 620
Locomotiva elettrica
Locomotiva Re 6/6 11646
Locomotiva Re 6/6 11646
Anni di costruzione 1972-80
Anni di esercizio 1975-...
Quantità prodotta 89
Costruttore SLM, BBC, SAAS
Dimensioni 19.310 mm (lunghezza)
2.950 mm (larghezza)
3.932 mm (altezza)
Scartamento 1.435 mm
Interperno 5.700 mm
Passo dei carrelli 2.900 mm
Massa in servizio 120 t
Rodiggio Bo' Bo' Bo'
Potenza continuativa 7.237 kW
Velocità massima omologata 140 km/h

Le locomotive Re 6/6 delle Ferrovie Federali Svizzere sono una serie di locomotive elettriche, costruite negli anni settanta del XX secolo per il traino di treni merci pesanti su linee acclivi.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le locomotive vennero progettate all'inizio degli anni settanta per sostituire le più vecchie Ae 6/6 al traino dei treni merci sulla ferrovia del Gottardo.

Nel 1972 vennero consegnati i quattro prototipi (11601 ÷ 11604), di cui due erano per esperimento a casse articolate, secondo un sistema già utilizzato sulle Ge 6/6II della Ferrovia Retica. La struttura generale ricordava quella delle Ae 6/6, ma completamente nuovo era il rodiggio: poiché le Ae 6/6, con due carrelli a tre assi (rodiggio Co' Co') si erano rivelate aggressive nei confronti dell'armamento, le Re 6/6 furono realizzate con tre carrelli a due assi (rodiggio Bo' Bo' Bo') dove il carrello centrale si può spostare lateralmente per consentire l'iscrizione in curva.

Dal 1975 al 1980 vennero costruite le 85 unità di serie, numerate da 11605 a 11689. Le macchine furono equipaggiate con il comando multiplo, così da poter essere utilizzate in doppia trazione con le locomotive Re 4/4II, Re 4/4III e Re 4/4IV, e con le automotrici RBe 4/4.

Negli anni novanta, le Re 6/6 vennero riclassificate secondo lo schema UIC, ottenendo il numero di gruppo Re 620, con numeri da 001 a 089.

Livree[modifica | modifica sorgente]

Le locomotive entrarono in servizio nella livrea verde tipica dei mezzi FFS dell'epoca. Successivamente vennero ridipinte in livrea rossa, e infine nella livrea rossa e blu tipica della divisione FFS Cargo.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]