Le guide del tramonto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le guide del tramonto
Titolo originale Childhood's End
Altri titoli Angelo custode[1]
Autore Arthur C. Clarke
1ª ed. originale 1953
1ª ed. italiana 1955
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza
Lingua originale inglese

Le guide del tramonto (Childhood's End) è un romanzo di fantascienza di Arthur C. Clarke dal carattere escatologico ed apocalittico. Diviso in tre capitoli l'intreccio si articola in due secoli di storia futura dell'Umanità. Secondo una certa lettura, il soggetto precede quello che immortalerà l'autore con il suo capolavoro 2001: Odissea nello spazio, ovvero l'ascesa dell'Uomo al Cosmo, con l'apporto di intelligenze aliene, attraverso una dimensione superiore e non più umana.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Tardo XX secolo. Degli enormi dischi volanti giungono dallo spazio sovrastando le maggiori metropoli mondiali, senza compiere azione alcuna se non imporre la fine di ogni conflitto terrestre. Per ben cinquanta anni il contatto con i visitatori, chiamati "Superni" (Overlords ) si limita a degli incontri all'interno di una delle navi, tra il Segretario Generale alle Nazioni Unite Rikki Stormgren, ed il Controllore Generale Karellen, senza però che il terrestre possa vedere il suo interlocutore.

Giunge la data fatidica. Gli alieni si mostrano per la prima volta. Non è un caso l'aver temporeggiato così lungo tempo in quanto, nonostante le loro pacifiche intenzioni, hanno l'aspetto di demoni, con tanto di corna, coda ed ali di pipistrello.

È l'Età dell'Oro per i Terrestri. Gli ingenti capitali un tempo sperperati per le spese militari, sono dirottati per l'uso civile, inaugurando un'epoca di ricchezza, di pace e di benessere ma il progresso si limita alla sola Terra perché, con la complicità dei Superni, l'Umanità pare disinteressata al cosmo, distratta da uno stile di vita tra gli agi e l'ozio.

Un inquieto Ian Rodricks, astrofisico disoccupato, riesce con un ingegnoso espediente ad imbarcarsi clandestinamente su un'astronave e visitare il mondo di origine dei Superni, distante quaranta anni luce, avvalendosi della dilatazione del tempo relativistica, che fa sì che il tragitto sembri durare pochi mesi. Una volta giunto a destinazione, tuttavia, sarà il primo tra tutti ad apprendere un'amara verità, amara per i comuni mortali. I Superni hanno infatti un padrone, chiamato "Super-mente" (Overmind), un'entità di pura energia che vaga per il cosmo, interessato più che mai alla Terra, senza il quale né i suoi servitori alati né qualunque essere vivente può attraversare materialmente lo spazio.

Nel nostro mondo intanto bambini ed adolescenti manifestano facoltà paranormali, si disinteressano alla fanciullezza ed abbandonano le loro famiglie per riunirsi nella Foresta Amazzonica. Gli adulti, oramai entità individuali, impossibilitati ad un'ulteriore evoluzione, si ritirano in solitudine od optano per il gesto estremo. Rodricks torna sulla Terra ottant'anni dopo, in tempo per assistere alla fusione mentale tra i figli dell'Ultima Generazione e la Super-mente. Il pianeta cessa di esistere. L'Umanità ha terminato la sua infanzia. I "Superni" abbandonano il Sistema Solare tristi, alla ricerca di nuove razze papabili, consapevoli della loro natura di dannati, ovvero di perfetti mortali.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

  • Le guide del tramonto, Arnoldo Mondadori Editore, 1955
  • L'Angelo Custode[1] in Diavoli I Magici Mondi di Asimov 8, Fanucci Editore, 1991, ISBN 8834700732

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Con questo titolo del romanzo è stata pubblicata, in forma ridotta, solamente la prima delle tre parti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]