Isole cosmiche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isole cosmiche
Titolo originale Islands in the Sky
Autore Arthur C. Clarke
1ª ed. originale 1952
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza hard
Lingua originale inglese
Protagonisti Roy Malcolm

Isole cosmiche o Isole nel cielo (Islands in the Sky) è un romanzo di fantascienza di Arthur Charles Clarke pubblicato nel 1952. Fa parte delle opere giovanili e meno famose dello scrittore.

Lo scenario è quello di una umanità che ha costruito tre stazioni spaziali popolate, unite in formazione orbitale triangolare attorno alla Terra. L'opera precorre la nascita delle stazioni spaziali.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Roy Malcolm, appassionato di astronautica, vince un viaggio nella cosiddetta "Stazione spaziale Interna" (Inner Space Station). Grazie ad uno spettacolo a quiz nel quale si distingue per la conoscenza dell'esplorazione spaziale.

Durante il viaggio a bordo del veicolo spaziale, Roy vive il suo sogno di ragazzo, di sperimentare l'assenza di gravità. Giunto a destinazione è accolto dal comandante Doyle e dal suo equipaggio.

Nell'isola spaziale o stazione spaziale o "isola nel cielo Interna" - per chiamarla con il linguaggio che scaturisce dal titolo e dal libro - iniziano avventure e disavventure.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

  • Arthur C. Clarke, Islands in the Sky, Sidgwick & Jackson, 1952, pp. 190 pp.
  • Arthur C. Clarke, Isole cosmiche, collana Urania n° 54, Arnoldo Mondadori Editore, 1952.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]