Lago Angitola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lago Angitola
Lago dell'Angitola.jpg
Una vista del lago con la diga in lontananza
Stato Italia Italia
Regione Calabria Calabria
Provincia Vibo Valentia Vibo Valentia
Comune Maierato-Stemma.png Maierato
Monterosso Calabro-Stemma.png Monterosso C.
Coordinate 38°44′24″N 16°14′24″E / 38.74°N 16.24°E38.74; 16.24Coordinate: 38°44′24″N 16°14′24″E / 38.74°N 16.24°E38.74; 16.24
Altitudine 30 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 1,96 km²
Profondità massima 28 m
Volume 0,021 km³
Idrografia
Origine artificiale
Immissari principali Angitola - Reschia
Emissari principali Angitola
Mappa di localizzazione: Italia
Lago Angitola

Il lago Angitola o lago dell'Angitola (/an'ʤitola/) è un lago artificiale in provincia di Vibo Valentia, nel territorio dei comuni di Maierato e Monterosso Calabro.

Il lago occupa una superficie di circa 1,96 km² ed è situato all'estremo sud della piana di Sant'Eufemia, a circa 3 km dal golfo di Sant'Eufemia (Costa degli Dei).

Origine[modifica | modifica wikitesto]

È stato creato nel 1966 sbarrando il corso del fiume Angitola, da cui prende nome.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Nei pressi del lago si trova Rocca Angitola, ridotta a rudere.

L'area protetta[modifica | modifica wikitesto]

Lago Angitola
e dune di Angitola
Codifica EUAP non attribuito
Class. internaz. zona umida, SIC
Stati Italia Italia
Regioni Calabria Calabria
Province Vibo Valentia Vibo Valentia
Sito istituzionale

Nel 1975 l'area del lago è stata riconosciuta come oasi naturalistica e affidata in gestione al WWF Calabria.[1][2] Dal 1985 è stata definita zona umida di importanza internazionale.

L'area del lago, pur non essendo contiguo ad esso, ricade nella perimetrazione del Parco naturale regionale delle Serre.

Inoltre, il lago di Angitola e le dune di Angitola sono due siti di interesse comunitario riconosciuti dal Ministero dell'Ambiente.[3]

Flora e fauna[modifica | modifica wikitesto]

Attorno al lago sono prevalenti oliveti e macchia mediterranea. Vi è inoltre una fascia di rimboschimento a pino d'Aleppo. Sulle rive sono presenti esemplari di pioppo nero, cannucce tife, salice bianco, ontano nero, eucalipto e quercia da sughero.[1]

L'area attrae numerose specie di uccelli, tra cui: falco pescatore, falco di palude, airone bianco, airone rosso, airone cenerino, cormorano, garzetta, germano reale, gabbiano corallino, mignattaio, spatola e svasso maggiore.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Lago Angitola
  2. ^ Le oasi gestite dal WWF su www.parks.it
  3. ^ Decreto 25 marzo 2005. Fonte: Ministero dell'Ambiente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]