La mano sinistra di Dio (Lindsay)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La mano sinistra di Dio
Titolo originale Darkly Dreaming Dexter
Altri titoli Dexter il vendicatore
Autore Jeff Lindsay
1ª ed. originale 2004
1ª ed. italiana 2005
Genere romanzo
Sottogenere thriller
Lingua originale inglese
Ambientazione Miami
Protagonisti Dexter Morgan
Serie Dexter
Seguito da Il nostro caro Dexter
« Quando si vive in una torre glaciale fatta di logica si cerca sempre una base solida per le proprie azioni. Si tende ad ignorare lo stridore irrazionale e irragionevole delle voci musicali che ti spronano dal fondo del cervello, per quanto si facciano insistenti sotto la luce della luna. »
(Dexter)

La mano sinistra di Dio (titolo originale: Darkly Dreaming Dexter) è un romanzo di Jeff Lindsay. È alla base della serie televisiva Dexter della Showtime.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il protagonista, Dexter Morgan, lavora per il dipartimento di polizia di Miami. Il suo impiego consiste nell'analizzare le macchie di sangue sulla scena del crimine al fine di ricostruire la posizione del killer e della vittima e la dinamica del delitto. Nel tempo libero, Dexter si trasforma in un serial killer. Uccide persone, solitamente assassini, che ritiene non siano state punite dalla legge.

Dexter possiede inoltre una voce interna alla quale si riferisce chiamandola "Passeggero Oscuro" che lo incita ad uccidere. Dopo aver eseguito, la voce è saziata per un certo tempo e rimane in silenzio fino a quando non sentirà il bisogno di esortare nuovamente all'assassinio.

Da bambino, Dexter era stato rinchiuso in un container in una pozza di sangue, insieme alla madre morta ed al fratello maggiore. Traumatizzato, Dexter divenne incapace di empatia o rimorso. Suo padre, Harry Morgan, si era reso conto della natura di Dexter, capendo che il bambino avrebbe iniziato a sentire il bisogno di uccidere. Gli insegnò quindi a controllare l'impulso e ad uccidere solo coloro che "meritavano" di essere uccisi. Gli insegnò anche come integrarsi nel mondo che lo circondava, nascondendo il suo vero io dietro una facciata.

Dexter riesce a gestire la sua doppia vita per anni, ma è impreparato quando un serial killer con uno stile artistico e burlone inizia a terrorizzare le prostitute di Miami. Mentre il killer si scatena nella città, inizia a mandare messaggi a Dexter, il quale trova la serie di crimini interessante ed affascinante. Nel frattempo, Deborah, la sorella di Dexter, vede gli omicidi come un buon modo per poter entrare alla Omicidi. Dexter è combattuto tra l'ammirare il lavoro del killer e l'aiutare la sorella a catturarlo.

Stile narrativo[modifica | modifica sorgente]

La vicenda è narrata in prima persona da quello che è allo stesso tempo killer e poliziotto. A volte Dexter afferma di essere quasi un sub-umano, ma altre si ritiene leggermente superuomo. Dice di non possedere emozioni a causa del suo status di mostro, ma getta al contempo alcuni dubbi su tutto questo. Come narratore, Dexter cerca di mantenere un approccio spiritoso nel raccontare la storia, anche quando questa si fa cupa.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Serie televisiva[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dexter (serie televisiva).

Da questo romanzo è stata tratta la serie televisiva Dexter, trasmessa da Showtime negli Stati Uniti d'America e da Fox Crime in Italia. Mentre la prima stagione segue largamente la trama di La mano sinistra di Dio, dalla seconda stagione la serie si distacca totalmente dai romanzi di Jeff Lindsay, seguendo una propria continuity.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura