La corrida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da La Corrida)
La Corrida
Logo del programma La Corrida
Anno 1986-1997, 2002-2009, 2011
Genere Varietà
Durata 180 min
Produttore Corìma - RTI
Presentatore Corrado (1986-1997)
Gerry Scotti (2002-2009)
Flavio Insinna (2011)
Regia Stefano Vicario
Rete Canale 5
Mediaset Extra (repliche 2011)
Sito web www.lacorrida.mediaset.it

La Corrida - Dilettanti allo sbaraglio è stato, dal 1968 al 1979, un programma radiofonico mentre, dal 1986, è un programma televisivo inventato da Corrado e dal fratello regista Riccardo Mantoni. È stato condotto da Corrado dal 1986 al 1997, mentre, dopo una pausa di 5 anni, dal 2002 al 2009 la conduzione del varietà è stata affidata a Gerry Scotti. Dall'8 gennaio 2011 al 16 aprile 2011 è andata in onda la nuova edizione, questa volta condotta da Flavio Insinna affiancato dalla showgirl Antonella Elia. Il programma è curato da Marina Donato ed è prodotto dalla società Corìma insieme con Mediaset.

Il programma[modifica | modifica sorgente]

Al contrario di altri programmi radiofonici di successo, la versione televisiva de La corrida ha mantenuto inalterato il suo successo ricevendo sempre alti ascolti, grazie sia alle esibizioni dei suoi concorrenti che alla capacità ironica e autoironica del suo storico conduttore, Corrado, considerato nell'ambiente mediatico fra i "grandi" del palcoscenico televisivo italiano.

Il programma è simile ad una classica festa paesana, in cui 10 concorrenti si esibiscono tra canzoni, balli, poesie e spettacoli fantasiosi. Giudice delle esibizioni è il pubblico in studio: se l'esibizione piace i concorrenti ricevono applausi, se l'esibizione non piace il pubblico può fischiare, battere mestoli di legno sulle pentole e produrre altri rumori accompagnati dal suono di una sirena.

Nelle varie edizioni della Corrida tra radio e tv sono emersi personaggi come: Gigi Sabani, Neri Marcorè, Emanuela Aureli, e i Manico Sport di Zelig.

Corrado, agli esordi della sua lunga carriera negli anni quaranta, apprese, fra gli altri, da Cesare Zavattini e Alessandro Blasetti, lezioni che applicò visibilmente al programma, concepito con Riccardo Mantoni: si pensi all'incipit, interpretato da Corrado, del film Bellissima di Luchino Visconti, che riassume l'intero film, e sembra anticipare La Corrida di ben 17 anni.

Radio: 12 edizioni[modifica | modifica sorgente]

1968 - 1979[modifica | modifica sorgente]

Dagli Studi Rai di Roma (Via Asiago a Roma - Teatro Monte Zebio a Roma – Studi Rai di Firenze), sulla seconda rete della Rai (Radio 2), La Corrida, dilettanti allo sbaraglio presentati da Corrado. Un programma di Corima e Riccardo Mantoni. Complesso musicale di Roberto Pregadio.

Televisione: 19 edizioni[modifica | modifica sorgente]

Edizioni condotte da Corrado[modifica | modifica sorgente]

Edizioni condotte da Gerry Scotti[modifica | modifica sorgente]

Edizione condotta da Flavio Insinna[modifica | modifica sorgente]

Alcune caratteristiche del programma[modifica | modifica sorgente]

  • Ad ogni entrata di un concorrente c'era un jazz jingle, differente a seconda se il concorrente è uomo o donna (dal 2011 viene utilizzato solo il jingle femminile con vari adattamenti per entrambi i sessi). All'uscita il brano musicale differiva, invece, solo nella nota finale in funzione dell'esito dell'esibizione: in caso di cattiva prova il jingle termina con una nota lunga molto bassa di trombone, altrimenti con uno stacco acuto e "secco". Dal 2011, i concorrenti fischiati escono sulle note di una parodia di Cielito lindo, quelli applauditi su un brano dal ritmo più allegro.
  • In tutte le serie appare un semaforo che indica -da rosso (silenzio), arancione (prepararsi) a verde (applaudire o fischiare)- il momento del verdetto del pubblico
  • Quando un concorrente viene giudicato negativamente in modo "pesante" si odono dalla regia suoni di cani abbaianti, sirene di ambulanza e ragli di asino. Quando un concorrente è stato molto apprezzato invece si ode il suono delle campane.
  • Anche il pubblico da casa interviene in un momento determinato del programma. Nel gioco del mimo telefonico, per esempio, indovinando una canzone mimata a voce da uno tra il pubblico scelto a caso da Corrado. Con il passare delle edizioni sono cambiati anche i giochi telefonici.
  • I giochi della Corrida sono iniziati nell'edizione del 1992 con Corrado. Nel gioco del "mimo telefonico", il pubblico interveniva indovinando una canzone mimata a voce da uno dei presenti, scelto a caso da Corrado. Nelle ultime sei edizioni si è passati dal gioco degli "animali strani" (ed. 2002-03) a “mi faccia il mestiere” (ed. 2004-05) all'ultimo gioco “ma che c'avrà di strano” (ed. 2006-07-08-09). Nel 2011, hanno cessato di fare giochi del pubblico per le prime 5 puntate per poi reintrodurli prima con il gioco della "fiaba dal divano" e successivamente con "la ricetta imitata" (dalla puntata 7).
  • Ad ogni puntata veniva scelta una signora del pubblico che aiutava il presentatore nella puntata, accompagnando l'entrata dei concorrenti e presentandoli. Dal 2011, i concorrenti sono presentati da vari ragazzi del corpo di ballo.
  • Ad ogni puntata venivano scelti a caso alcune persone del pubblico. Questi erano portati in sala prove, in cui avrebbero dovuto imparare un balletto che sarebbe stato presentato al termine di tutte le esibizioni. Anche quest'usanza è caduta in disuso nel 2011.
  • Nel 2007, la trasmissione è in concorrenza con i varietà di Raiuno. Da marzo ad aprile, la Corrida è campione di ascolti, battendo Notti sul ghiaccio di Milly Carlucci, e vincendo per 6 volte. Poi arrivano altre 5 vittorie di fila, contro il film di Roberto Benigni "Il Mostro" e contro "Apocalypse Show" di Gianfranco Funari, per un totale di 12 vittorie consecutive. Sabato 2 giugno, "Il meglio e il peggio della Corrida 2007" ha fatto segnalare grandi ascolti anche contro la partita della nazionale italiana di calcio.
  • Nel 2008 la trasmissione si è scontrata con 5 programmi diversi. Le prime 3 puntate ha battuto l'atteso ritorno del Trio (Marchesini, Solenghi, Lopez), poi ha battuto L'Oscar della Televisione Italiana condotto da Milly Carlucci e Daniele Piombi. Ha subito solo 2 sconfitte; contro le ultime 2 puntate dello show di Raiuno Ti lascio una canzone condotto da Antonella Clerici e una contro la finale di Coppa Italia tra la Roma e l'Inter. Battuto anche il programma della Balivo, Dimmi la Verità.
  • Sabato 28 giugno 2008, Canale 5 ha riproposto le repliche di tutte le edizioni de Il meglio e il peggio della Corrida di Gerry Scotti.
  • Nel 2008 il programma ha festeggiato i suoi 40 anni di nascita, quest'edizione è stata di fatto l'ultima da direttore d'orchestra per il maestro Roberto Pregadio, che è stato presente sin dalla Corrida radiofonica.
  • Nel 2009 la trasmissione si è scontrata contro il successo di Ballando con le stelle, programma premiato dal Premio Regia Televisiva come miglior programma dell'anno. L'ultima puntata, "La Corrida i Supereroi", dove si sono riesibiti tutti i concorrenti più coraggiosi e divertenti del 2009, si è scontrata contro il ritorno in tv di Antonella Clerici dopo esser diventata madre con il programma Ti lascio una canzone.
  • Nel 2011 la trasmissione si è scontrata per le prime sei puntate contro di Attenti a quei due - La sfida. Le restanti sei puntate, si scontreranno con il ritorno di Ballando con le stelle. Lo show è riuscito a battere il programma condotto da Fabrizio Frizzi e Max Giusti, ma successivamente non è stato in grado di prevalere sul talent condotto da Milly Carlucci, pur mantenendo comunque buoni ascolti.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il gioco del pubblico dell'edizione 1993 era una riproduzione di uno dei primi giochi su Mario fatta da persone in carne ed ossa.
  • Il giuramento del pubblico iniziò a essere cantato, e non più recitato, nel 2006.
  • Sempre nel 2006, i giuramenti dei concorrenti iniziarono a essere ispirati a poesie famose e rimasero tali fino al 2008. Nel 2009, infatti, essi erano ispirati a ricette della cucina italiana.
  • Dal 1992 al 2003, ogni edizione si concludeva con una finalissima in cui i vincitori del televoto dovevano riesibirsi e i soli telespettatori potevano televotare il corridaro, cioè il vincitore dell'edizione intera. Tale finalissima è tornata in auge nel 2011 con i concorrenti più fischiati di ogni singola puntata al posto dei vincitori del televoto.
  • Dal 2005, è possibile inviare SMS nel corso della trasmissione; dal 2007, invece, si usano gli SMS per televotare i concorrenti.
  • Il pubblico ha iniziato nel 1991 a portare con sé campanacci e fischietti per deridere i concorrenti più scarsi; prima di allora, questi ultimi erano derisi da smorfie, boccacce o pernacchie degli spettatori.
  • Nel 1991, alcuni concorrenti che avevano partecipato alle edizioni precedenti suonando oggetti o imitando i suoni degli strumenti musicali costituirono la New Economic Orchestra, che tornò ad esibirsi fuori gara anche in alcune puntate delle edizioni successive.
  • Nella puntata di sabato 2 aprile 1994, Antonella Elia è costretta a lasciare la puntata alle 22,30, in quanto impegnata di li a qualche minuto come valletta della trasmissione Pressing, condotta da Raimondo Vianello su Italia1. La rubrica sportiva era stata spostata dalla domenica al sabato in seguito all'anticipo del campionato di calcio, dovuto alle festività pasquali. In realtà la puntata de La Corrida quella sera era stata registrata, per cui la Elia avrebbe potuto tranquillamente prendere parte all'intera trasmissione, ma si decise di farla ugualmente uscire di scena per una questione di sovraesposizione.
  • Una puntata dell'edizione 2011 è stata intitolata E non finisce qui anziché Dilettanti allo sbaraglio. Infatti, in questa puntata, si sono riproposti vari concorrenti che avevano già partecipato alla trasmissione con Gerry Scotti, i quali si sono riesibiti con gli stessi numeri delle loro rispettive prime performance (alcuni di questi fuori gara in coda al programma).
  • Dal 2011, La Corrida è tornata ad avere ospiti famosi in puntata, come nelle prime edizioni della Corrida di Corrado, sono stati ospiti di quest'edizione: Raul Bova e Ricky Memphis, Raoul Tulli del Grande Fratello, Albano e Rita Dalla Chiesa, Dario Cassini, Roberto Farnesi e Katy Saunders, Fabio Troiano e Euridice Axen, Massimo Ghini e Paolo Hendel, Paolo Bonolis, i Modà, Nino Frassica, i Matia Bazar, Gigi Proietti, Annalisa Scarrone di Amici di Maria De Filippi, Noemi di X Factor, Raffaella Carrà e Bob Sinclar che hanno presentato insieme in esclusiva Mondiale la canzone Far l'amore.
  • Nell'edizione del 1990, alla fine di ogni puntata durante lo scorrimento dei titoli di coda, veniva trasmessa una classica comica muta del cinema americano anni venti e anni trenta. Un omaggio degli autori a grandi comici come Stanlio e Ollio, Buster Keaton, Harry Langdon, Charlie Chaplin e altri; per l'occasione fu riarrangiata una versione della sigla di testa a ritmo di marcetta.
  • Dal 1988 al 2003, i balletti del pubblico erano sempre dedicati a usi e costumi dei vari popoli del mondo. Dal 2004 al 2009, la tematica cambiava ogni anno. Nel 2004, i balletti erano dedicati ai film, nel 2005 ai telefilm e alle trasmissioni televisive, nel 2006 ai personaggi storici e mitologici, nel 2007 ai fumetti e ai cartoni animati, nel 2008 alle opere d'arte e, nel 2009, ai libri.
  • Un gioco simile a Ma mi faccia 'stu mestiere era già stato presentato da Corrado nell'edizione 1995. Si chiamava Gioco dei cosi e consisteva a sua volta nell'indovinare il mestiere di una persona a partire dalla sua faccia. In questa versione, però, non si potevano fare domande circa il mestiere della persona in questione, ma solo ipotizzare quale fosse.

Ascolti[modifica | modifica sorgente]

2011[modifica | modifica sorgente]

Puntata Data Telespettatori Share
1 8 gennaio 2011 5.287.000 24,84%
2 15 gennaio 2011 5.077.000 24,02%
3 22 gennaio 2011 5.061.000 22,64%
4 29 gennaio 2011 4.992.000 22,03%
5 5 febbraio 2011 4.967.000 21,11%
6 12 febbraio 2011 4.637.000 20,69%
7 26 febbraio 2011 3.994.000 17,49%
8 5 marzo 2011 4.089.000 18,34%
9 12 marzo 2011 4.431.000 19,81%
10 19 marzo 2011 3.841.000 17,37%
11 26 marzo 2011 4.253.000 21,27%
12 2 aprile 2011 3.829.000 17,91%
13 9 aprile 2011 3.726.000 18,46%
14 16 aprile 2011 4.147.000 19,57%
Media 4.453.000 20,40%

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione