Jens Stoltenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jens Stoltenberg
Jens Stoltenberg.jpg

Segretario Generale della NATO
In carica
Inizio mandato 1º ottobre 2014
Predecessore Anders Fogh Rasmussen

Primo Ministro della Norvegia
Durata mandato 17 ottobre 2005 –
16 ottobre 2013
Capo di Stato Re Harald V
Predecessore Kjell Magne Bondevik
Successore Erna Solberg

Primo Ministro di Norvegia
Durata mandato 3 marzo 2000 –
19 ottobre 2001
Capo di Stato Re Harald V
Predecessore Kjell Magne Bondevik
Successore Kjell Magne Bondevik

Ministro delle Finanze
Durata mandato 25 ottobre 1996 –
17 ottobre 1997
Capo di Stato Re Harald V
Predecessore Sigbjørn Johnsen
Successore Gudmund Restad

Dati generali
Partito politico Partito Laburista Norvegese
Alma mater Università di Oslo
Firma Firma di Jens Stoltenberg
« Al male reagiremo con più democrazia e più umanità. »
(Jens Stoltenberg dopo le stragi di Oslo[1])

Jens Stoltenberg (Oslo, 16 marzo 1959) è un politico norvegese, leader del Partito laburista norvegese (Arbeiderpartiet, AP), Segretario Generale della NATO dal 1º ottobre 2014.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 17 ottobre 2005 all'ottobre 2013 ha esercitato il suo secondo incarico come Primo Ministro del Regno di Norvegia. Il primo fu molto breve, dal marzo 2000 all'ottobre 2001.

È figlio dell'uomo politico Thorvald Stoltenberg e di Karin Stoltenberg (nata Heiberg). La famiglia è originaria della Germania settentrionale (probabilmente dalla località di Stoltenberg nel Holstein) ed è emigrata in Norvegia nel XVII secolo. Jens Stoltenberg è sposato con Ingrid Schulerud, la coppia ha due figli.

Fino al 1987 studiò economia presso l'Università di Oslo lavorando temporaneamente come giornalista. È deputato parlamentare dal 1993. Il 15 settembre 2009, allo scadere del primo mandato, le elezioni lo fanno tornare al potere per altri 4 anni.

Durante il suo secondo mandato due attentati terroristici, compiuti dall'estremista della destra xenofoba Anders Breivik[2], hanno colpito la capitale Oslo e l'isola di Utøya causando oltre 90 vittime sconvolgendo la vita politica e sociale del Paese.

Il 28 marzo 2014 è stato designato come successore di Anders Fogh Rasmussen alla carica di Segretario Generale della NATO, a decorrere dal 1º ottobre 2014.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 25 luglio 2011, http://www.giornalettismo.com/archives/134814/rispetto-la-lezione-della-norvegia/. URL consultato il 25 luglio 2011.
  2. ^ Attentati in Norvegia, è una strage i morti potrebbero essere 98 – Il Fatto Quotidiano

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Segretario generale della NATO Successore Flag of NATO.svg
Anders Fogh Rasmussen 1º ottobre 2014 - in carica
Predecessore Primo ministro della Norvegia Successore
Kjell Magne Bondevik 2000 - 2001 Kjell Magne Bondevik I
Kjell Magne Bondevik 2005 - 2013 Erna Solberg II

Controllo di autorità VIAF: 35554569 LCCN: n91105527