Einar Gerhardsen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Einar Gerhardsen

Einar Gerhardsen (Asker, 10 maggio 189719 settembre 1987) è stato un politico norvegese.

Esponente del partito laburista, fu per tre volte primo ministro della Norvegia (dal 1945 al 1951, dal 1955 al 1963 e dal 1963 al 1965) per un totale di circa 17 anni e presidente del Parlamento(Storting) dal 10 gennaio 1954 al 22 gennaio 1955.

Considerato da molti norvegesi come il Landsfaderen (padre della patria), fu tra i protagonisti della ricostruzione del Paese scandinavo dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Iniziò a lavorare nel movimento sindacale a partire dagli anni '20 e venne più volte arrestato per aver preso parte ad attività sovversive e durante gli anni '30 venne eletto sindaco di Oslo.

Durante il periodo dell'occupazione nazista, lottò nella resistenza; catturato venne rinchiuso nel campo di concentramento di Grini e poi a Sachsenhausen.

Dopo la fine della guerra formò un governo ad interim che detenne il potere dalla fine dell'occupazione nel maggio 1945 fino allo svolgimento di elezioni, tenutesi nel novembre successivo, che diedero la vittoria ai laburisti con una larga maggioranza.

Durante il lungo periodo nel quale fu a capo dell'esecutivo riuscì a ridurre la disoccupazione e la povertà tramite una serie di riforme a carattere redistributivo. In campo internazionale, seppur con quale esitazione, spinse la Norvegia nel campo occidentale e fu tra i fondatori della NATO.

Nel novembre 1962 - in seguito ad un incidente occorso a Spitsbergen, nell'arcipelago delle Svalbard, nel quale persero la vita numerosi minatori - il governo di Gerhardsen venne accusato di non essersi attenuto alla legislazione approvata dal parlamento e nell'estate del 1963 venne sfiduciato grazie anche ai voti degli alleati di governo del partito socialista popolare. Venne così formato un governo di centro-destra guidato da John Lyng che però durò solo tre settimane poiché il partito socialista popolare tornò sui suoi passi stringendo nuovamente alleanza con i laburisti.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 67369661 LCCN: n79043704