Partito di Centro (Norvegia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito di Centro
Senterpartiet
Leader Trygve Slagsvold Vedum
Stato Norvegia Norvegia
Fondazione 1920
Sede Akersgata 35,
Oslo
Ideologia Centrismo,[1]
Agrarianismo,[1][2][3]
Liberalismo sociale,[2][4][5]
Tradizionalismo,
Euroscetticismo,[6]
Socialdemocrazia (minoranza)[5]
Collocazione Centro
Partito europeo nessuno
Seggi Storting
10 / 169
 (2013)
Organizzazione giovanile Senterungdommen
Iscritti 17 000[7] (2011)
Colori verde
Sito web senterpartiet.no

Il Partito Centrista (Senterpartiet, SP) è un partito politico norvegese.

Il partito è stato fondato nel 1920 con il nome di Partito degli agricoltori, nome che è stato mutato solo nel 1959. SP non è riconducibile alle tradizionali ideologie del XIX secolo. È, infatti, nato con lo scopo specifico di difendere gli interessi delle zone rurali del paese e per favorire una politica decentrata ed autonomista.

Sino al 1972 è stato contrario all'ingresso della Norvegia nella Comunità Europea. Ha preso parte sia a coalizioni di centro-sinistra che di centro-destra. In Norvegia, però, come un po' in tutti i paesi scandinavi, spesso, più che di coalizioni di centro-destra si parla di coalizioni di partiti "non-socialisti". Il forte peso del Partito laburista norvegese, infatti, ha spinto partiti di centrosinistra ad allearsi con la destra pur di garantire un'alternanza al governo.

SP ha preso parte a sette governi tra il 1930 ed il 2000 e di questi ne ha guidati tre. Con il passar del tempo il partito si è caratterizzato sempre meno come rappresentante del mondo agricolo ed ha accentuato l'attenzione alle politiche ambientaliste e di decentramento politico-amministrativo.

Alle elezione del 2005 il partito ha ottenuto il 6,5% dei voti ed 11 deputati. È entrato, così, a far parte della coalizione di governo "Rosso-Verde" insieme ai Laburisti ed al Partito della Sinistra Socialista.

Leader[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Parties and Elections in Europe: The database about parliamentary elections and political parties in Europe, by Wolfram Nordsieck
  2. ^ a b Svante Ersson e Jan-Erik Lane, Politics and Society in Western Europe, SAGE, 28 December 1998, pp. 108, ISBN 978-0-7619-5862-8. URL consultato il 17 August 2012.
  3. ^ Christina Bergqvist, Equal Democracies?: Gender and Politics in the Nordic Countries, Nordic Council of Ministers, 1 January 1999, pp. 320–, ISBN 978-82-00-12799-4.
  4. ^ GRUNNSYN – VERDIER – HISTORIE in Senterpartiet Nittedal, 16 July 2007.
  5. ^ a b Template:Citenews
  6. ^ (EN) Parties and Elections in Europe. URL consultato il 19 novembre 2013.
  7. ^ (NO) Sp har mistet hvert femte medlem, Dagbladet, 15 marzo 2011. URL consultato il 19 novembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Norvegia Portale Norvegia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Norvegia