Ivanoe Fraizzoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ivanoe Fraizzoli

Ivanoe Fraizzoli (Milano, 2 maggio 1916Milano, 8 settembre 1999) è stato un imprenditore e dirigente sportivo italiano, noto per esser stato, dal 1968 al 1984, il sedicesimo presidente dell'Inter.

Proprietario di un'azienda che confeziona divise militari e alberghiere, prende la tessera di socio dell'Ambrosiana Inter nel lontano 1931. Nel 1960 assume la carica di dirigente della società nerazzurra e nel 1968 subentra ad Angelo Moratti come presidente.

Sotto la sua presidenza, l'Inter vincerà due scudetti, nel 1971 e nel 1980 e due Coppe Italia, nel 1978 e nel 1982. Il 18 gennaio del 1984 cederà la società nerazzurra a Ernesto Pellegrini per la cifra di sette miliardi di lire[senza fonte].

In una intervista aveva dichiarato di avere tre passioni: la Chiesa, l'Inter e la moglie Renata.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]